STRIP CLUB Appartiene alla categoria delle moto da “strip”, quelle cioè che esprimono tutta la loro carica emotiva nello spazio di un'accelerata "sciogliasfalto". Ideata sulla base di Brutale 1000 RR, ecco l'unica moto di produzione che utilizza valvole radiali e bielle in titanio. MV Agusta Rush 1000 un'hypernaked da 208 cv in configurazione stradale e oltre 212 cv con scarico non omologato e centralina rimappata. Nata come semplice esercizio di stile, 1000 Rush conoscerà nei prossimi mesi anche la produzione in serie. Eccola (anche in video) a EICMA 2019.

MATERIALI Numerosi i contenuti tecnici degni di citazione, dal gruppo ottico anteriore ispirato a quello della esclusiva RVS #1 con tecnologia Full LED, funzione cornering, inoltre supporto faro e cornice circolare in leghe leggere lavorate CNC, alla cover del faro posteriore in fibra di carbonio, lo stesso materiale scelto anche per l’etereacover della sella passeggero, nonché per le paratie laterali del codino. Passando per il tappo serbatoio in alluminio, anch’esso lavorato CNC. La ruota posteriore lenticolare è tipica delle gare di accelerazione: il cerchio in alluminio forgiato è celato da un coperchio in fibra di carbonio,  mentre il dado di fissaggio sul monobraccio è in lega di alluminio. Squisito il contrasto visivo col cerchio anteriore, che è invece a raggi. Impianto di scarico infine con terminali in titanio e paratia di protezione in fibra di carbonio.

ELETTRONICA Da Brutale 1000 RR, MV Agusta Rush 1000 eredita il quattro cilindri in linea con sistema integrato di accensione-iniezione MVICS (Motor &Vehicle Integrated Control System): 8 iniettori, 4 inferiori Mikuni e 4 superiori Magneti Marelli, con portata maggiore. Quattro le mappe di gestione del motore stesso (Sport, Race, Rain, Custom), mentre il controllo di trazione disinseribile dispone di 8 livelli di intervento e di wheelie control con piattaforma inerziale. Il sistema MV EAS 2.1 (Electronically Assisted Shift Up & Down) di cambio senza frizione è stato ulteriormente migliorato in termini di facilità d’uso e rapidità d’azione.

RACING INSPIRED Molte altre le peculiarità tecnologiche del quattro in linea, tra cui l'albero motore e i pistoni ridisegnati e alleggeriti. La camera di combustione completamente rivista dispone di valvole radiali ed è stata progettata attingendo alla tecnologia della Formula 1. Derivazione dal mondo delle competizioni anche per le bielle in titanio, che sfruttano parametri tecnici MotoGP e contribuiscono in modo decisivo a ridurre le masse, i carichi e l'inerzia del motore.

BASTA UN CLIC Sempre dalla MotoGP arriva la scelta della catena di distribuzione centrale, peraltro tradizionale per MV Agusta: mitiga gli effetti della torsione degli alberi a camme agli alti regimi di rotazione. Le sospensioni Öhlins EC sono infine a gestione elettronica dell’idraulica in compressione ed estensione. E con l'MV Ride App, in pochi tocchi sullo schermo dello smartphone è possibile personalizzare l'elettronica del mezzo. E che mezzo.


TAGS: eicma 2019 mv agusta eicma 2019 hypernaked mv agusta 1000 rush