NUOVO CAPITOLO EICMA 2019 potrebbe rappresentare un nuovo inizio per MV Agusta. La Casa di Schiranna, dopo aver passato momenti difficili, potrebbe aver trovato la soluzione per puntare al rilancio: modelli di grande interesse come Brutale, Dragster e Turismo Veloce proposti in versione “semplificata” (denominata Rosso), oppure con frizione assistita SCS oltre che alle versioni non limitate dei grandi successi della scorsa edizione Brutale 1000 e Superveloce 800.

SOLO ROSSO Nel mondo degli smartphone è pratica comune proporre al pubblico una versione semplificata dei propri best seller, in modo da avvicinare ai propri prodotti anche chi non può permettersi il top di gamma. MV sfrutta la stessa strategia con le versioni Rosso, unico colore disponibile, per le sue 800 cc Brutale, Dragster e Turismo Veloce. Nessun cambiamento tecnico rilevante, solo un’ottimizzazione dei costi tramite l’unica offerta cromatica e cerchi meno rifiniti.

MV Agusta: Turismo Veloce Lusso

VITA SEMPLIFICATA Alla kermesse milanese MV introduce il suo innovativo sistema di frizione semi assistita SCS 2.0 anche su Brutale 800 e Dragster 800, fin ora riservato all’esclusiva versione Lusso della Turismo Veloce. Il sistema permette di partire e fermasi senza dover utilizzare la frizione, rendendo la vita più semplice nel traffico ma anche nelle partenze “a cannone”. Il sistema tra l’altro pesa solo 36 g in più rispetto ad una frizione tradizionale.

BRUTALE 1000 RR L’anno scorso ha stordito tutti con la sua bellezza e con la sua scheda tecnica, la Brutale 1000 Serie Oro ha infatti sfondato il muro dei 200 cv su una naked con il suo 4 cilindri da 208 cv. A un anno di distanza Ducati ha risposto con la sua Streetfighter V4 che pareggia il valore di potenza e anch’essa sfrutta le appendici aerodinamiche. Il confronto a colpi di sgasate e impennate sarà verosimilmente con la versione “base” della Brutale 1000, la RR. Zero impoverimento a livello tecnico e tecnologico, l’unica rinuncia sono i cerchi in carbonio sostituiti da elementi forgiati. Il resto e tutto confermato: pacchetto elettronico sofisticato, sospensioni elettroniche e display TFT multi funzione incluso.

DI SERIE L’altra grande stella di EICMA 2018 per MV è stata la Superveloce 800, una concept bike sportiva che si ispira alle MV da corsa storiche, sviluppata sull’ottima base della F3 800. Quest’anno sarà proposta in serie nel pregiato allestimento Serie Oro (limitato a 300 unità) e nella versione base. Anche in questo caso le rinunce nel passaggio da concept a modello di produzione sono pochissime, si limitano solo allo scarico – accantonata l’opera d’arte del concept (disponibile come optional nella Serie Oro) – che è quello tradizionale utilizzato sulle tre cilindri di Schiranna.  

MV Agusta: Superveloce Serie Oro

OCCHIO AL CONCEPT I fari però, anche quest’anno, potrebbero essere puntati su un nuovo concept che MV definisce futuristico, da dimensione onirica. Il concept verrà svelato in anteprima mondiale all’EICMA, anticipando il modello che entrerà in produzione nei prossimi mesi. Ispirato allo spirito irriverente delle competizioni americane di accelerazione, questo concept esalta le prestazioni della moto da cui deriva, proponendone una interpretazione mai così ardita.

 


TAGS: eicma 2019 mv agusta brutale 1000 mv eicma 2019 mv agusta eicma novità mv agusta eicma 2019 brutale scs mv agusta dragster scs