NON SOLO SCOOTER Con le uniche eccezioni di un paio di 125 sportivi, Kymco si è sempre occupata di scooter, ed è il segmento per il quale la casa taiwanese è maggiormente conosciuta. Per sparigliare le carte, tra le novità portate all’ultima edizione di EICMA c’è anche questa affascinante RevoNEX, nuova stradale completamente elettrica basata sul prototipo SuperNEX presentato lo scorso anno.

TRASMISSIONE Non c’è dubbio che le “cambiate” siano una delle cose per cui i motociclisti impazziscono maggiormente. Dimostrando di volersi rivolgere principalmente a loro, Kymco ha montato sulla RevoNEX un cambio a sei velocità per consentire ai piloti di divertirsi con piede e frizione alla ricerca della cambiata perfetta; al tempo stesso, però, è possibile anche sfruttare il cambio in modalità automatica, dalla comodità insostituibile nelle situazioni di traffico e di continue ripartenze.

Kymc RevoNEX a EICMA 2019

PRESTAZIONI Il motore elettrico, come ormai sappiamo, mette immediatamente a disposizione tutta la potenza e la coppia di cui è provvisto, e questo consente alla RevoNEX di passare da 0 a 100 km/h in 3,9 secondi, e di raggiungere la velocità massima di 205 km/h in soli 11,8 secondi. In città, dove l’uso della frizione non è tra le cose più desiderate dal pilota, la seconda permette di arrivare senza intoppi a 115 km/h.

CONTROLLO L’acronimo FEP sta per Full Engagement Performance, ed è l’altisonante definizione di Kymco per il controllo di trazione della RevoNEX. Il sistema attiva il launch control per partenze senza intoppi, e consente di evitare che il posteriore “parta” passando su strade dissestate, buche e pozzanghere. In caso di inchiodate improvvise nel traffico, inoltre, il FEP si assicura che la ruota posteriore non si sollevi da terra. A questo si aggiungono quattro diverse modalità di guida, che cambiano comportamento, sonorità e prestazioni della moto, da Poised (posato) a Extreme (estremo), passando per Assertive (risoluto) e Bold (spavaldo).

Il cruscotto della Kymco RevoNEX

SUONO La nota stonata, letteralmente, dei motori elettrici è il suono che emettono, perlopiù assimilabile a un ronzio. Su una moto che punta tutto sulle performance e il divertimento di guida, il piacere per le orecchie non è un fattore da trascurare. Per questo motivo la RevoNEX monta un dispositivo chiamato AAM, Active Acoustic Motor, con una serie di acustiche concepite per aumentare il suono originale del motore che, insieme alla meccanica della trasmissione, regalano alla RevoNEX un sound inconfondibile.

AUTONOMIA E MOTORE Le specifiche tecniche di motore e batteria non sono ancora state comunicate: non sappiamo quanti CV fremano all’interno della RevoNEX, o per quanti chilometri sono in grado di galoppare. Ci aspettiamo di ricevere qualche informazione a riguardo nell’imminenza della sua uscita, che al momento è prevista per il 2021.


TAGS: scooter moto elettrica eicma 2019 kymco revonex