NOVITÀ ELETTRICHE Nel corso del salone di Milano Italwin ha presentato la gamma 2020 delle sue biciclette elettriche, che verranno prodotte nello stabilimento FIVE (Fabbrica Italiana Veicoli Elettrici) di Bologna. Tra questi, spicca in particolare la piccola K2 Max, prevista per la primavera del prossimo anno.
  
FURBO E COMPATTO Con la sua forma compatta e un po’ tozza, K2 Max cerca di colmare un divario che si è creato nel mondo delle e-bike, che vede da un lato i modelli pensati per il tragitto casa-lavoro, dall’altro quelli per uso prevalentemente sportivo e per il tempo libero. Il K2 Max nasce quindi come sostituto del “vecchio” cinquantino, mezzo tuttofare per muoversi rapidamente in città ma che non disdegna qualche puntata fuoriporta, anche in zone collinari.

Italwin K2 Max

SALITE A PORTATA DI PIEDE Il K2 Max ha ruote piccole da 20" x 4", a cui è abbinato un motore Five F90 da 90 Nm di potenza, solitamente riservato a modelli più sportivi; la combinazione consente di sfruttare al meglio la notevole coppia, con cui affrontare agevolmente anche salite con il 30% di pendenza.

DOTAZIONE La e-bike ha freni a disco idraulici su entrambe le ruote, un telaio pieghevole in alluminio da 42 cm (le dimensioni della bicicletta piegata sono 96x75x50 cm), e l’accumulatore integrato nel telaio. Equipaggiata con celle Samsung, la batteria è disponibile con capacità di 9,6 Ah e 10,5 Ah, e dovrebbe garantire un’autonomia di un centinaio di km. Il display mostra autonomia, carica residua della batteria e velocità corrente, e consente di selezionare tra i cinque livelli di assistenza possibili. Completano la dotazione le luci a LED anteriori e posteriori. 

PREZZO Il debutto sul mercato dell’Italwin K2 Max è previsto per il prossimo mese di marzo, a un prezzo di 1.999 euro (2.049 per il modello con la batteria più potente). Durante EICMA 2019 è già stata prenotata metà del primo lotto di produzione.


TAGS: e-bike eicma 2019 italwin k2 max