Pubblicato il 01/05/20

CAMBIARE LE GOMME INVERNALI AI TEMPI DEL COVID-19

La sostituzione dei pneumatici può attendere. Salvo (come sempre) che si guidi l'auto quotidianamente per necessità o esigenze di lavoro. La data da segnarsi sull'agenda è ora quella del prossimo 15 giugno. Una circolare pubblicata oggi venerdì 1° maggio dal Ministero dei Trasporti precisa infatti che la data ultima per sostituire i pneumatici invernali non sarà il 15 maggio, come avviene normalmente, ma il 15 giugno. Già nell'aria da settimane, la proroga è ora ufficiale.

APPUNTAMENTI Tanto presi dal Coronavirus, che la scadenza a questo giro è passata quasi inosservata: mercoledì 15 aprile è venuto meno l’obbligo per legge di circolare con pneumatici invernali o catene a bordo. La direttiva può variare a seconda della regione di appartenenza: la geografia delle ordinanze è molto più particolareggiata nel Nord Italia, ma anche numerosi comuni del Centro e del Sud hanno negli anni introdotto la norma. Il 15 aprile è tuttavia la scadenza massima, oltre la quale le amministrazionali locali non possono più imporre l'obbligo. Sì d'accordo, ma quest'anno il quadro non è come gli altri anni. Non si può uscire di casa, salvo compravate necessità di lavoro o di salute. Quindi, che fare?

Gomme invernali, scadenza il 15 aprile (con proroghe)

TOLLERANZA Prima considerazione, dunque, niente panico. Per provvedere alla sostituzione delle gomme invernali con un treno di pneumatici estivi, l'ordinanza del Ministero lascia tempo fino al 15 giugno, disciplinando perciò una tolleranza di due mesi. Questa misura corre incontro non solo agli automobilisti, ma anche ai gommisti stessi, in grado così di organizzare con più respiro la propria agenda. Secondo punto: se volessi cambiarle immediatamente? I gommisti sono tendenzialmente attivi, ma solo per interventi di emergenza. In sostanza: chi si muove in auto per lavoro o comprovate necessità, ha il diritto di sostituire gli pneumatici anche ora, mentre è in corso il divieto di libera circolazione. Tutti gli altri automobilisti dovranno invece attendere il 18 maggio. Dovesse la situazione, al 15 giugno, cambiare nuovamente (di questi tempi, non si sa mai), il Ministero dei Trasporti avrà nel frattempo emanato una circolare che ancora proroghi la scadenza stessa.

QUI ASSOGOMMA A ribadire il concetto è anche l'associazione che riunisce i Costruttori di pneumatici. “Non è ancora possibile recarsi dal gommista per effetturare il cambio stagionale, questo tipo di operazione - sostiene Fabio Bertolotti, direttore di Assogomma - è infatti in contrasto con il principio primario di restare a casa. Tuttavia, esistono delle eccezioni: chi può dimostrare che si sta spostando per comprovate esigenze lavorative, per situazioni di necessità o per motivi di salute, può andare a cambiare i pneumatici”.

SE SI CHIAMANO INVERNALI... Già che ci siamo, un ripassino di qualche principio tecnico. L'obbligo di sostituire le gomme invernali non interessa in realtà tutte le vetture, bensì soltanto quelle equipaggiate con pneumatici invernali con codice di velocità inferiore a quello indicato sulla carta di circolazione. È invece ammesso dal CdS l’impiego, anche durante la stagione estiva, di gomme invernali recanti un codice di velocità uguale a quello registrato sul libretto. Nel secondo caso, il consiglio è tuttavia quello di procedere ugualmente al rimontaggio delle estive. Sia per motivi di sicurezza (col caldo, le invernali performano peggio in frenata), sia per ragioni di costi: d'estate, il battistrada invernale si consuma molto più velocemente. Molto meglio stoccarlo, e tornarlo a trovare il prossimo autunno.


TAGS: pneumatici invernali pneumatici invernali d'estate speciale coronavirus