Pubblicato il 16/03/2020 ore 17:46

RC DELAY L'auspicio è quello di vedere presto le strade di Roma e di ogni altra città italiana nuovamente popolate di auto, moto e furgoncini, proprio come in foto. Non perché amiamo gli ingorghi, ma perché un maggiore traffico sarà sinonimo di stop alle misure di contenimento come effetto di una situazione sanitaria finalmente favorevole. Nel frattempo, l'auto resta chiusa in box (salvo necessità) e l'assicurazione RC Auto serve a poco. Serve semmai una ''polizza salva-famiglie'', ecco perché tra le misure varate dal decreto ''Cura Italia'' a sostegno sia di sanità, sia di reddito di imprese e di lavoratori, il Governo ha incluso anche la proroga della validità della della Responsabilità Civile obbligatoria.

LA MISURA Nel del decreto-legge del 17 marzo 2020 recante ''Misure di potenziamento del servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da CoViD-19'' (informalmente indivuduato con il nome di decreto ''Cura Italia'', al capitolato 5 (''Ulteriori disposizioni''), art. 125 (Proroga dei termini nel settore assicurativo), viene disposto come, fino al 31 luglio 2020, ''l’impresa di assicurazione è tenuta a mantenere operante la garanzia prestata con il contratto assicurativo fino all’effetto della nuova polizza per ulteriori quindici giorni''. 15 giorni in più, rispetto ai 15 giorni di validità della polizza stabiliti dalla legge ordinaria alla scadenza del contratto. In tutto, quindi, 30 giorni di proroga. Fino al 31 luglio, inoltre, ''i termini per la formulazione dell’offerta o della motivata contestazione, nei casi di necessario intervento di un perito o del medico legale ai fini della valutazione del danno alle cose o alle persone, sono prorogati di ulteriori 60 giorni''. Qui invece le misure relative alla revisione auto e al rinnovo della patente di guida.

Decreto Cura Italia, scadenza premio RC Auto rimandata al 31 maggio

LE LEGGE È UGUALE PER TUTTI La possibilità di posticipare la scadenza della copertura Rc Auto per i residenti nei primi 11 Comuni delle allora ''zone rosse'' del lodigiano e del padovano, prevista nel decreto-legge del 2 marzo 2020, viene perciò estesa agli automobilisti di tutto il Paese, e potenzialmente a tutti i 39 milioni di veicoli circolanti in Italia. Le polizze in scadenza dal 21 febbraio al 30 aprile 2020 rappresentano nello specifico circa il 20,5% del parco veicoli, ovvero 7,9 milioni di auto. Il beneficio dovrebbe essere valido sia per l’RC Auto, sia per le garanzie accessorie. Una piccola boccata d'ossigeno.


TAGS: Assicurazione RC Auto CoViD-19 speciale coronavirus