Autore:
Michele Perrino
Pubblicato il 24/03/2020 ore 18:30

STOP AL BOLLO La tassa di possesso in scadenza a marzo e aprile 2020 potrà essere pagata entro il 30 giugno. Senza nessun aggravio di costi, naturalmente. La decisione è, per il momento, ad appannaggio di Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Campania. Le singole amministrazioni possono decidere in merito, trattandosi di una tassa di loro competenza, e così han fatto, come ha spiegato l'assessore al Bilancio dell'Emilia Romagna Paolo Calvano: ''La Regione ha la possibilità di agire direttamente su questa tassa e dunque abbiamo deciso di procrastinarne il pagamento per risparmiare ai contribuenti un ulteriore motivo di difficoltà, soprattutto in considerazione delle ripercussioni che stanno già subendo non solo sotto l'aspetto sanitario ma anche dal punto di vista economico e sociale. Sono giorni e settimane difficili. Questa misura agevola cittadini e imprese coinvolti nell'emergenza COVID-19, in analogia con le norme nazionali che hanno prorogato i pagamenti delle imposte statali al 31 maggio''.



E LE ALTRE REGIONI? La richiesta era arrivata in particolare dall'Unasca (Unione Nazionale Autoscuole Studi Consulenza Automobilistica) dal momento che il DL “Cura Italia” non si era pronunciato in merito alla tassa di possesso dei veicoli. ''Pagare ora questa tassa - spiegano dall'Unasca - sarebbe un danno per cittadini e imprese al quale si aggiungerebbe la beffa di non poter utilizzare il mezzo di cui si sta corrispondendo la tassa di possesso, viste le misure sempre più restrittive adottate per contenere la diffusione del virus''. Come dicevamo, trattandosi di una tassa appannaggio delle regioni, ognuna è libera di scegliere come comportarsi. È anche vero che, trattandosi di un'emergenza sanitaria su scala nazionale, sarebbe logico aspettarsi un uguale trattamento su tutto il territorio. Ci auguriamo dunque che anche le altre regioni seguano pian piano l'esempio di Piemonte, Lombardia ed Emilia Romagna, così da evitare a coloro i quali hanno il bollo in scadenza tra marzo ed aprile l'ulteriore balzello della sanzione.


TAGS: Coronavirus bollo auto 2020 bollo auto covid-19 bollo auto rimandato