Autore:
Lorenzo Centenari

QUATTRO MENO DUE Lo raggiunge in equilibrio su due ruote, l'Audi R8, il Salone di Francoforte 2017. La supersportiva dei Quattro Anelli perde un asse motrice e adotta la trazione posteriore: la R8 V10 RWS è nientemeno che la prima Audi di serie a sperimentare questa formula. Ma saranno in pochi, a provare l'ebbrezza dello schema Rear Wheel Drive: in versione Coupé e Spyder, l'Audi R8 V10 RWS (sigla che sta per Rear Wheel Series) verrà prodotta in soli 999 esemplari. Vi sembra una cifra considerevole? Vi terremo aggiornati sulla data di esaurimento ordini. A occhio e croce, basterà qualche giorno...

CLUB PRIVE' Il carattere da sportiva pura dell'Audi R8 V10 RWS è sottolineato dalla griglia single frame e dalle prese d'aria frontali e posteriori verniciate in nero opaco. In nero scintillante è anche il sideblade superiore (sulla Coupé), mentre quello inferiore è in tinta con la carrozzeria. Proprio come avviene per la R8 LMS GT4, a richiesta può essere applicata una pellicola di colore rosso che attraversa l'auto per il lungo. In abitacolo, sedili in pelle e Alcantara oppure, su esplicita domanda, sedili a guscio di impronta ancor più racing. E a rimarcare l'esclusività di ogni esemplare, sul cruscotto è applicata una targhetta: "1 of 999".

MOTORE 10 E LODE Identico alla R8 V10 con trazione quattro è invece il motore: il suo 5.2 TSI, un 10 cilindri a V montato in posizione centrale, eroga sempre 540 cv e 540 Nm di coppia a 6.500 giri. Come effetto di tanta abbondanza, la Coupé accelera da 0 a 100 km/h in 3,7 secondi, mentre la Spyder copre la distanza in un decimo di secondo in più. Velocità massima? Tenetevi forte: 320 km/h la R8 chiusa, "solo" 318 km/h la variante a tetto aperto. 

NON DA' PESO AI COMPLIMENTI Ma il vantaggio competitivo della R8 V10 RWS si esprime alla prova del peso: il gap a suo favore nei confronti della R8 V10 quattro, appesantita da differenziale centrale, albero cardanico e frizione a lamelle, ammonta a 50 kg. Anche la distribuzione dei carichi (40:60) gioca dalla sua parte: la R8 RWS restituirà sensazioni da sportiva di razza, almeno a chi avrà il fegato di provocare il retrotreno e generare un naturale sovrasterzo di potenza, fenomeno tenuto comunque sempre sotto controllo dall'elettronica. I primi esemplari sfrecceranno su strada entro fine anno. Per saperne di più, guarda il video live dal Salone di Francoforte 2017. 


TAGS: audi audi r8 premiere trazione posteriore salone di francoforte 2017 audi francoforte 2017