Autore:
Luca Cereda

BATTEZZATA Vi risparmiamo il 'pippone' completo sull'origine di Karoq, nome ufficiale della nuova Skoda Yeti. Per farla breve, è la crasi di due parole che identificano rispettivamente l'auto e la freccia (simbolo della casa Ceca) nel linguaggio degli Alutiiq, una tribù indigena dell'Alaska. Se vi piaceva più 'Yeti', non vi resta che fare le vostre rimostranze a chi di dovere. Direttamente in Repubblica Ceca.

LE MISURE C'è un perché, però, di questo cambio di nome. La Skoda Karoq e la vecchia Skoda Yeti sono due auto completamente diverse. La nuova è un vero SUV nello stile e, soprattutto, più grande. Lunga 438 cm e larga 184, segna numeri crescenti in entrambe le direzioni. E non di poco: +16 cm in lunghezza, +5 in larghezza. Fa eccezione l'altezza (160 cm), diminuita sensibilmente per rendere carrozzeria filante.

COMING SOON Cresciuto è anche bagagliaio, che sulla Skoda Karoq va da un minimo di 520 litri a un massimo di 1630. Chissà se anche lei avrà il divanetto scorrevole. Lo scopriremo tra poco, comunque: il debutto ufficiale è fissato per il 18 maggio, quando finalmente vederemo la Karoq (che in realtà era già stata pizzicata su strada) senza camuffamenti. Potendo finalmente scoprire gli interni, per i quali è prevista una strumentazione digitale con schermo da 10 pollici e un display per l'infotainment da 9,2''. Entrambi optional.

LA GAMMA MOTORI Ampia la scelta di motori sotto il cofano, a partire dal 1.0 tre cilindri benzina da 115 cavalli, cui si affianca il nuovo 1.5 TSI da 150 cavalli. A gasolio, invece, la Skoda Karoq si può avere con il 1.6 TDI da 115 cv, con il 2.0 TDI da 150 cv o 190 cv. A trazione integrale o solo anteriore a seconda delle versioni.   


TAGS: skoda salone di francoforte 2017 skoda karoq nuova skoda yeti