Car eWallet, il parcheggio e il rifornimento li paga direttamente l'auto
Salone di Francoforte 2017

Car eWallet, il conto lo paga direttamente l'auto


Avatar di Lorenzo Centenari , il 19/09/17

4 anni fa - In 80 città tedesche, a saldare ricariche e pedaggi ci pensa il sistema di bordo

In 80 città tedesche, a saldare ricariche e pedaggi provvederà il sistema di bordo. Car eWallet è una partnership tra ZF, IBM e UBS

Benvenuto nello Speciale SALONE DI FRANCOFORTE 2017, composto da 100 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario SALONE DI FRANCOFORTE 2017 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

NON C'E' TRUCCO, NON C'E' INGANNO Individuare una colonnina libera, attendere che le batterie abbiano riacquistato energia elettrica, riavviare il motore e ripartire. Calma, non ci siamo dimenticati di saldare il conto. A quello pensa direttamente lei, la nostra auto. O meglio, il nostro maggiordomo virtuale. Mister Car eWallet.

CAMBIA COME PAGHI Rifornimento, ma anche posteggipedaggi e altri servizi di mobilità: la guida autonoma sarà anche tutto questo. E con Car eWallet, un'altra finestra si apre in direzione della mobilità del futuro. A esplorare la nuova frontiera delle transazioni digitali è ZF: avvalendosi della collaborazione di IBM come partner tecnologico e di UBS nella parte di player bancario, l'azienda tedesca di componentistica ha presentato al Salone di Francoforte la propria innovativa piattaforma di mobile payment, un servizio che sfrutta la tecnologia Blockchain e destinato a rivoluzionare per sempre le abitudini degli automobilisti.

VEDI ANCHE



HANDS FREE Pagare senza muovere un dito, senza nemmeno sfilare il portafogli dal taschino. Carte di credito "contactless"? Gli acquisti con un click dal proprio smartphone? Acqua passata, un giorno le operazioni avverranno interamente nella sfera virtuale, senza alcun gesto fisico da parte nostra. In attesa che Car eWallet entri a regime e acquisti slancio (il progetto pilota interessa al momento 80 città in Germania e ha già registrato l'adesione dei service provider APCOA e ChargePoint), vediamo di fare una prima conoscenza con l'ultimo ritrovato in fatto di pagamenti "on the go"

DRIVERLESS PAYMENT Autonomous driving farà dunque rima anche con autonomous payment. L'auto elettrica a guida autonoma sarà infatti tale solo se provvista anche di un agente digitale in grado di eseguire in completa indipendenza determinate attività e soprattutto di autorizzare pagamenti, senza che il proprietario o l'utilizzatore dell'automobile debba attivarsi personalmente. Non solo si preoccupa di sistemare i conti col "benzinaio" o il gestore del parcheggio: Car eWallet svolge tante altre funzioni come, per esempio, aprire il bagagliaio o le porte. In previsione della diffusione di massa della filosofia car sharing, inoltre, la tecnologia Blockchain di IBM permette di sincronizzare le informazioni di ogni partecipante del network in un record di dati affidabile e invariabile, e contemporaneamente garantisce che ogni utente abbia accesso solo alle informazioni che ha il diritto di visualizzare e utilizzare. Car eWallet è il passeggero che avremmo sempre voluto al nostro fianco: pensa a tutto lui. Non fosse che i soldini li pesca dal nostro borsellino...


Pubblicato da Lorenzo Centenari, 19/09/2017
salone di francoforte 2017
Logo MotorBox