CES 2017

ZF al CES 2017: nuove tecnologie per l'auto del futuro


Avatar di Emanuele Colombo , il 11/01/17

4 anni fa - ZF, Nvidia, Ubs e innogy insieme per AI, e-wallet e guida autonoma

ZF con Nvidia, Ubs e innology insieme per intelligenza artificiale, pagamenti elettronici, mobilità sostenibile e guida autonoma

LAS VEGAS Nell'era dell'auto connessa e sempre più autonoma il Consumer Electronics Show di Las Vegas (CES) è diventata una vetrina d'elezione anche per le novità del mondo automotive. Ecco che cosa ha esposto quest'anno ZF, il colosso tedesco delle trasmissioni edella componentistica.

SOFTWARE: ULTIMA FRONTIERA “Il software sta diventando una fonte sempre più importante di valore aggiunto e un fattore distintivo cruciale”, dice Stefan Sommer, CEO di ZF Friedrichshafen AG. Al software spetta infatti il difficile compito di far lavorare al meglio tutte le componenti che porteranno alla guida autonoma: dai sensori alle unità di controllo, fino agli attuatori. Ma c'è un altro fronte di sviluppo che riguarda le comunicazioni all'esterno del veicolo: con le infrastrutture e con gli altri utenti della strada.

IL GRANDE FRATELLO A Las Vegas, ZF ha presentato il suo algoritmo X2Safe (“facile da installare” dice la Casa), che via cloud monitora il traffico, compresi ciclisti e pedoni, e avvisa in anticipo tutti coloro che rischiano di essere coinvolti in un'incidente. Individua gli utenti della strada collegandosi a veicoli, smartphone e smartwatch e interagisce tramite segnali acustici e visivi o attivando funzioni automatiche del veicolo.

VEDI ANCHE



PER LE FLOTTE ELETTRICHE Per una mobilità più sostenibile, ZF propone la piattaforma telematica Openmatics, studiata per la gestione intelligente delle flotte via cloud. Questa piattaforma può essere utile, per esempio, per ottimizzare i cicli di carica delle batterie dei veicoli elettrici e ibridi (per i quali ZF fornisce molti componenti). Ma non basta...

IL PROBLEMA DEI PAGAMENTI Secondo ZF, il problema principale per chi vuole avvicinarsi alle auto elettriche è il rifornimento: trovata una stazione di ricarica, non è sempre facile gestire le varie modalità utilizzate e i diversi sistemi di pagamento. Per risolvere, ZF con UBS e innogy Innovation Hub sta sviluppando un Car eWallet che rende l'auto in grado di automatizzare i pagamenti: della ricarica, ma anche dei pedaggi autostradali, dei parcheggi o addirittura dei servizi di car-sharing.

VERSO LA GUIDA AUTONOMA Per accelerare lo sviluppo della guida autonoma per auto, camion e veicoli industriali ZF ha presentato il sistema di intelligenza artificiale ProAI, basato sulla piattaforma informatica ad alte prestazioni Nvidia Drive PX 2 AI. Per ora finalizzato alla guida automatizzata in autostrada, questo sistema sfrutta tecniche di Deep Learning per cercare di comprendere il mondo circostante attraverso i dati di sensori e telecamere. In futuro questo sistema dovrà elaborare le informazioni provenienti da molteplici telecamere e sensori lidar, radar e a ultrasuoni per una guida totalmente autonoma.

QUESTIONE DI POTENZA (DI CALCOLO) Le attuali centraline delle automobili non sarebbero abbastanza potenti per fare tutto ciò: “Nvidia ci offre la potenza di super-calcolo necessaria a integrare l'intelligenza artificiale nelle automobili e nei veicoli commerciali”, spiega Sommer, “ZF oggi consente ai veicoli di vedere, pensare e agire. Grazie alla piattaforma di intelligenza artificiale Nvidia siamo riusciti a compiere un enorme passo avanti, offrendo a veicoli - automobili, camion o carrelli elevatori - la capacità di pensare”.


Pubblicato da Emanuele Colombo, 11/01/2017
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox