Pubblicato il 06/09/2017 ore 16:50

FUGA IN AVANTI Un bel giorno, già si sa, l'uomo abbandonerà il volante una volta per tutte. Smetterà di guidare e si farà trasportare, calandosi nel ruolo di passeggero e delegando alla tecnologia l'onere e l'onore di farsi largo nel traffico stradale. I maggiori costruttori mondiali sono al lavoro da tempo ma c'è chi, prendi Audi, sembra essere un passo avanti. Per l'esattezza al livello 3, sulla scala della guida senza conducente. Talmente avanti, Audi, da chiedere alle autorità europee, che a oggi ancora vietano l'impiego di funzioni a guida autonoma, uno speciale lasciapassare: l'Audi A8 di nuova generazione scalpita e la sua arma segreta, il Traffic Jam Pilot, non intende aspettare oltre.

AUTONOMOUS AUDI A Ingolstadt hanno insomma tutta l'intenzione di forzare i tempi di omologazione, chiedendo un'esenzione agli organi di competenza: a riportare l'indiscrezione è l'autorevole rivista Automotive News Europe, che cita fonti interne all'azienda. L'introduzione sull'ammiraglia Audi A8 dell'avanzato Traffic Jam Pilot, programma che in autostrada o nel contesto cittadino permette al conducente di staccare gli occhi dalla strada e di sfruttare il tempo di viaggio come meglio crede (rispondere alle email, guardare un film, o più semplicemente godersi il panorama fuori dal finestrino), sarebbe il primo caso al mondo di un sistema di guida autonoma di Livello 3 applicato a un modello di serie.

LA LEGGE E' UGUALE PER TUTTI Prima di salire a bordo e di rivoluzionare il principio di mobilità intesa in senso tradizionale, il Pilot deve tuttavia attraversare le forche caudine della giurisprudenza internazionale. Che al momento non contempla un sistema di guida così avanzato. Solo la Germania ha lo scorso giugno approvato un disegno di legge che ammette un grado di autonomous driving di Livello 3 (automazione condizionata) o Livello 4 (alta automazione), purché un automobilista regolarmente patentato sieda al posto guida e sia sempre in condizioni di riprendere i comandi.

TECNOLOGIA PARCHEGGIATA Il quadro giuridico comunitario è invece ancora fermo alla cosiddetta Regulation 79, insieme di regole che disciplinano la materia della guida autonoma, e che in particolare ne permettono il ricorso solo al di sotto dei 10 km/h. All'atto pratico, sulle strade europee è oggi possibile staccare le mani dal volante solo in fase di parcheggio. Audi sa tuttavia di avere un gioiello tra le mani: le potenzialità del Traffic Jam Pilot sono enormi, e a vederle marcire in una piazzola di sosta i suoi ingegneri soffrono. Prossimamente, sapremo se e quando l'Audi A8 potrà correre sulle autostrade senza mani, libera da briglie legali.


TAGS: audi a8 audi auto a guida autonoma autonomous driving traffic jam pilot guida autonoma livello 3