Autore:
Marco Congiu
UFFICIALE La notizia era nell'aria da tempo. Nonostante si sia ritirata dal mondiale endurance al termine della stagione 2016, Audi prontamente si prepara a tornare a gareggiare in un neonato campionato le cui potenzialità sono in rapida ascesa: la Formula E. Il brand dei quattro anelli - che all'interno del Gruppo Volkswagen vuole continuare a mantenere lo status di avanguardia tecnologica - assorbirà il già esistente ABT Schaeffler per divenire l'Audi Sport ABT Schaeffler team.
 
PRIMI TEDESCHI Nonostante si sia fatto un gran parlare attorno i nomi di Mercedes e BMW, è stata Audi a bruciare la concorrenza, esordendo a tempo pieno a partire dalla stagione 2017/2018. Il brand premium di Volkswagen manterrà il pilota di punta della scuderia ABT Schaeffer, l'ex Formula 1 Lucas Di Grassi, investendo maggiori risorse di quanto fatto in precedenza come finanziatore esterno del team. 
 
INTERVENTI LIMITATI La Formula E, per il momento, è ancora un campionato governato da regole ferree. Le possibilità di intervento dei team sono limitati sulle monoposto: a loro è delegato lo sviluppo del motore elettrico, delle trasmissioni ed ai componenti delle sospensioni. Il resto è standard per tutti i partecipanti, per cercare di contenere i costi. Certo però che con l'ingresso di un colosso come Audi - che andrà ad aggiungersi a Jaguar, DS e Renault - l'asticella dei costi potrebbe livellarsi verso l'alto per tutti. 

TAGS: audi formula e audi formula e