F1 2017

F1 2017: Raikkonen vuole portare la Ferrari in vetta al podio del GP di Cina


Avatar Redazionale , il 27/03/17

4 anni fa - F1 2017, GP Australia: il pilota finlandese guarda già verso Shanghai

F1 2017, GP Australia: dopo un poco convincente quarto posto, Raikkonen ha capito cosa manca alla sua Ferrari ed è fiducioso per il GP di Cina

Benvenuto nello Speciale F1 2017 GP AUSTRALIA, composto da 10 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario F1 2017 GP AUSTRALIA qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

TROPPO TARDI... Ha chiuso il primo GP stagionale in quarta posizione, ma questo non è certamente motivo di soddisfazione per Kimi Raikkonen: certo, è andata sicuramente meglio rispetto alle scorse due stagioni, nelle quali ha accumulato solamente due ritiri. Ma se confrontato con la vittoria del compagno di squadra, il suo piazzamento è da considerarsi ben al di sotto delle aspettative. Il motivo? “Già in qualifica ho sentito un fastidioso sottosterzo, che si è ripresentato in gara sulle coperture più morbide – ha affermato RaikkonenPassando poi sulle Soft a banda gialla la situazione è migliorata, ma a quel punto era troppo tardi per recuperare. Inoltre, stavo cercando di gestire meglio il carburante, quindi era impossibile trovare un rimedio in quella circostanza”.

VEDI ANCHE



LOTTA A DISTANZA Nell'ultima parte di gara, inoltre, il pilota finlandese ha dovuto confrontarsi, anche se a distanza, con un Max Verstappen che, ad un certo punto, sembrava poterlo mettere in difficoltà.Sì, negli ultimi giri si è avvicinato parecchio, ma semplicemente perchè ero in modalità “fuel-saving” - ha ammesso il ferrarista – Infatti, in qualche occasione ho provato a spingere e sono risultato molto più veloce di lui, a conferma, tra l'altro, che la macchina si stava comportando meglio che in partenza”.

PRONTO PER SHANGHAI Kimi Raikkonen ha, infine, affermato che, assieme ai propri tecnici, ha capito cosa manca alla sua SF70H per fare il salto di qualità... e che probabilmente la vera rivoluzione partirà proprio dal prossimo GP di Cina, in quel di Shanghai.Anche se non sono soddisfatto del risultato ottenuto, lascio l'Australia con tante informazioni in più – ha affermato il numero 7 di Maranello - Grazie a queste adesso sappiamo con maggior sicurezza cosa manca alla nostra Ferrari e quindi sono convinto che già dalla prossima gara in Cina tutto cambierà e saremo dove vogliamo essere. Abbiamo a disposizione una base molto forte e quando sarà tutto perfetto potremo puntare anche alla doppietta. Sono contento per Sebastian e per la squadra, e nel mio caso so che cosa serve per tornare competitivo. Devo solo mettere insieme ogni cosa e farla funzionare a dovere”.


Pubblicato da Giulio Scrinzi, 27/03/2017
Gallery
f1 2017 gp australia
Logo MotorBox