F1 2017 GP Australia

F1, GP Australia: l'anteprima di MotorBox


Avatar Redazionale , il 22/03/17

4 anni fa - F1: l'Albert Park di Melbourne è il primo round della stagione 2017

Come ogni anno, il circuito Albert Park di Melbourne ospita il primo round stagionale del Campionato di Formula 1

Benvenuto nello Speciale F1 2017 GP AUSTRALIA, composto da 10 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario F1 2017 GP AUSTRALIA qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

START YOUR ENGINES! Dall'ultima prova dell'anno scorso in quel di Abu Dhabi sono passati praticamente quattro mesi, un'eternità per qualsiasi appassionato di Formula 1. Gli scorsi test pre-stagionali sul circuito di Barcellona di fine febbraio-inizio marzo hanno iniziato a risvegliare gli animi dei fan di tutto il mondo, ma ora, finalmente, l'attesa è finita. Questo weekend, infatti, il Campionato 2017 farà il suo debutto sul classico circuito Albert Park di Melbourne, sul quale vedremo per la prima volta in azione le nuove monoposto frutto dei rivisti regolamenti introdotti dalla FIA.

IL CIRCUITO Costruito nel 1996 in sostituzione del tracciato cittadino di Adelaide, il circuito di Melbourne è stato ricavato all'interno del grande Albert Park dell'omonima località, un parco nel quale le strade perimetrali del lago posto al suo interno sono state adibite a curve e rettilinei per la pista del Circus iridato. Lungo 5,303 km, presenta un rettilineo principale piuttosto corto dove le velocità di punta arrivano poco oltre i 315 km/h, mentre le 16 curve che compongono il layout rendono determinante un elevato carico aerodinamico, il quale tuttavia va a discapito della durata delle gomme sulla distanza di gara.

VEDI ANCHE


LE NOVITÀ REGOLAMENTARI La nuova stagione 2017 porta con sé, innanzitutto, diverse modifiche al regolamento: per quanto riguarda le monoposto, queste saranno più larghe sia nel corpo principale (da 1,8 a 2 metri), sia nell'ala anteriore (da 1,65 a 1,8 metri) che in quella posteriore (più bassa di 15 cm e più larga di 20 cm). Un altro elemento che cambierà saranno le gomme, anch'esse più larghe del 25% (simili a quelle viste negli anni '90) a garanzia di una maggiore aderenza determinata dall'impronta sull'asfalto maggiorata. Queste nuove coperture, stando ai pronostici, saranno caratterizzate da un minor degrado ma soprattutto da un miglior grip in curva, derivante da un maggior carico meccanico che permetterà un miglioramento dei tempi sul giro nell'ordine dei 5 secondi. Per supportare queste novità, le vetture saranno dotate anche di un peso supplementare di 20 kg (si arriverà quindi a quota 722 kg con il carburante a bordo), mentre decadrà il sistema dei gettoni per lo sviluppo delle componenti delle power unit, ora più libere di poter sperimentare soluzioni innovative.

LE MESCOLE DELLA PIRELLI Abbiamo parlato di gomme, ed ecco quindi cosa poterà la Pirelli, fornitore ufficiale per la Formula 1, nel primo round australiano: innanzitutto ci sarà l'introduzione delle Ultrasoft a banda viola, le quali verranno affiancate dalle Supersoft colorate di rosso e dalle Soft con le scritte gialle. A detta della casa italiana, inoltre, il circuito di Melbourne si caratterizzerà per forti accelerazioni e frenate, con molta enfasi sul grip meccanico dove la gomma posteriore sinistra sarà quella maggiormente sollecitata.

LE NOVITÀ IN GRIGLIA Con il Campione del Mondo 2016, Nico Rosberg, che ha appeso il casco al chiodo al termine della scorsa stagione, la stagione 2017 ricomincia praticamente da zero. Al posto del tedesco in Mercedes è stato scelto Valtteri Bottas, il quale ha lasciato campo libero in Williams all'astro nascente Lance Stroll. Nel team McLaren-Honda, invece, ci sarà la novità Stoffel Vandoorne a coprire le spalle di Fernando Alonso, mentre alla Renault Nico Hulkenberg ha fatto uno scambio di sedile con Kevin Magnussen, ora alla HAAS. E mentre Pascal Wehrlein si è accasato alla Sauber, il giovane Esteban Ocon ha trovato posto alla Force India, dopo che la Manor ha sventolato bandiera bianca per il fallimento della JRSL, società che la gestiva finanziariamente.

PRONOSTICI Con questi presupposti, cosa aspettarsi dalla nuova stagione 2017? Dando un'occhiata agli scorsi test pre-campionato, sembra che l'egemonia della Mercedes non sia più così tanto solida come in passato. La Ferrari, infatti, ha fatto importanti passi avanti durante l'inverno, fornendo ai due titolari Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen una SF70H decisamente più competitiva rispetto alla vecchia SF16-H. La Red Bull, invece, pare essere il fanalino di coda di questo trio, forse per una RB13 ancora un po' acerba nello sviluppo. Buone prospettive per la Williams, con un Felipe Massa richiamato dal ritiro per migliorare la nuova FW40, ma anche per Force India, HAAS e Toro Rosso, tutte in costante crescita con delle monoposto più agguerrite che in passato. Non convincono, Renault, dalle prestazioni altalenanti, Sauber, perennemente in fondo allo schieramento, ma soprattutto McLaren, in gravi difficoltà di affidabilità per via delle nuove, fragilissime power unit fornite dalla Honda. Che ci siano già i presupposti per un ritorno alle motorizzazioni Mercedes per il team di Woking?


Pubblicato da Giulio Scrinzi, 22/03/2017
Gallery
f1 2017 gp australia
Logo MotorBox