Pubblicato il 29/03/21

La nuova stagione di F1 inizia, letteralmente, con i botti e i Top & Flop non saranno da meno. Tra piloti testimonial, torte, inaspettati dissing, i nostri consueti premi e un'imbarazzante curiosità, andiamo a scoprire il meglio ma soprattutto il peggio del weekend del GP Bahrain 2021.

La gara d'apertura della stagione 2021 ci ha regalato un sacco di adrenalina. Ecco dunque che per cominciare questa prima puntata dei T&F può essere utile sederci e leggere queste righe assaporando un buon thé. Apriamo quindi con la nuova operazione commerciale che coinvolge il cheto Waltterio Bottas, noto consumatore seriale di caffé e di qualsiasi infuso caldo in tazza. Rifacendosi a una nota campagna pubblicitaria che andava in voga negli anni '80-'90, il finlandese ha lanciato la propria linea di thé, atteggiandosi a sommo degustatore anche sotto i 30 gradi del deserto del Bahrain. Val-Thé Bottas: è buono qui, è buono qui.

F1, GP Bahrain 2021: Val-Thé

TOP
Lewis Hamilton
: come al solito la Mercedes vista nei test si è rivelata la versione povera di quella ritrovata nel primo gippì dell'anno, ma c'è da dire che questa volta la coppia da battere era comunque quella formata da Verstappen e la Red Bull. Per vincere, il Luigino ha dovuto dare fondo a tutta la sua classe: prima parte di gara rimanendo in scia all'olandese, strategia cambiata per essere davanti nella parte finale e infine strenua difesa da campione che ha portato il rivale oltre i discussi limiti della pista, nello stesso punto dove un suo collega si mise a trottolare dopo il suo sorpasso nell'edizione 2019 (questa me l'ha suggerita Binotto, ndr). La questione dei track limits macchia l'esito, ma su questo il treccinato più vincente della storia non ha colpe. Lui fa il suo dovere, poi in conferenza stampa completa l'opera di distruzione psicologica dell'avversario con un sermone di 45 minuti sul rispetto che dev'essere non solo per i limiti della pista, ma anche per la natura, per l'uomo, per la religione, per la musica e per altre 37 cose che fa letteralmente addormentare Verstappen (foto sotto). TRACK LIMITS MATTER

F1, GP Bahrain 2021: i devastanti effetti soporiferi del sermone di Hamilton su Verstappen

PILLOLE DI TOP
Max Verstappen
: non ha nulla da rimproverarsi il bravo MV Megusta, autore di un weekend strepitoso. L'olandese ha dominato fin dal venerdì e, sull'episodio contestato del sorpasso, se l'è presa più con il suo team che gli ha consigliato di ridare subito la posizione che con i commissari. Certamente, come dimostrano la foto copertina e il suo sonnellino nell'immagine qui sopra, questa gara se la sognerà a lungo. Può consolarsi con gli applausi dei tifosi Ferrari, che hanno visto finalmente vendicato lo sgarro di Spa '98, dopo che Max ha spiaccicato una torta sul mascellone di Coulthard. LA VENDETTA È UNA TORTA CHE VA SERVITA FREDDA

F1, GP Bahrain 2021: MV Megusta vendica l'incidente di Spa '98 tra Schumacher e Coulthard

Lando Norris: dopo il terzo posto in Austria dello scorso anno, anche nel 2021 FerLando inizia il campionato in maniera eccellente. Un quarto posto che sa di vittoria del gippì degli altri e primo scontro diretto con Ricciardo portato a casa. A fine gara dimostra di non aver perso neanche il talento per la battuta, chiedendo se i fuochi d'artificio sparati sopra al circuito di Sakhir come in un 31 dicembre qualsiasi al quartiere Aurora di Torino siano per lui (video sotto). FESTEGGLANDO NORRIS

Ferrari: fino a due anni fa avremmo schifato un sesto e un ottavo posto come una carbonara servita con panna e prosciutto, ma considerando che arriviamo da un immondo 2020 è giusto premiare in segno di incoraggiamento i progressi mostrati dal Cavallino Rampante. Mezzo voto in meno per l'inutile dissing che Mattia Binotto ha dedicato a Vettel: sarebbe più saggio atteggiarsi a ganzo dopo qualche gran premio e qualche podio in più, invece che mostrare subito il malcelato rancore verso l'ex pupillo. PAZZIA BINOTTO

Yuki Tsunoda: il giapponese tascabile continua a stupire, dopo aver sorpreso nei test anche grazie a un uso libertino del DRS. Concludere a punti la gara d'esordio, sverniciando a più riprese diversi piloti tra cui anche dei campioni del mondo, è qualcosa che andrà raccontato ai nipotini. La lezione delle qualifiche, con la precoce eliminazione in Q2 dopo essersi bullato di poter passare il taglio con gomma media, lo aiuterà a non montarsi troppo la testa per questo risultato. CHI TSUNODA S'IMBRODA

FLOP
Sebastian Vettel
: mamma mia che schifezza di inizio campionato per il povero Seb, tanto che Lawrence Stroll ha già iniziato a fare minacciose promesse (foto sotto). Sabato ha pagato a caro prezzo le follie di quel criminale di Mazepin, ma non è che nel primo tentativo cronometrato avesse brillato. La domenica, poi, è stato un doloroso revival del 2020: una marea di sorpassi subìti, il giovane compagno (che però è decisamente più scarso di quello dello scorso anno) che chiude in top10 mentre lui arranca nelle ultime posizioni, 5 punti persi sulla Superlicenza tra bandiere gialle ignorate e tamponate a Ocon. Insomma, tutto quello che avevamo già visto lo scorso anno, ma ora a tinte verdi. DÉJÀ VETTEL

F1, GP Bahrain 2021: babbo Stroll che promette cose

PILLOLE DI FLOP
Esteban Ocon: prende schiaffi importanti nel confronto diretto con Alonso e si prende anche una discreta inchiappettata in pista da Vettel. Nonostante ciò, lascia il Bahrain con il sorriso dopo aver incrociato in autostrada una Opel che gli ha fatto venire in mente un modello di automobile immune al Covid-19, seppur con qualche effetto collaterale. OPEL ASTRAZENECA

F1, GP Bahrain 2021: Esteban Ocon se la ride ripensando all'Opel AstraZeneca

I PREMI DI T&F
PREMIO ''PASTORONE APPROVA''
Nikita Mazepin
: più testacoda che zizze palpate nel disastroso weekend del discusso pilota russo. Sui social galoppa forte la persecuzione di chi lo vorrebbe fuori dalla F1 e lui non fa nulla per dimostrare di meritarsi quel posto: se sabato pensavamo avesse toccato l'apice superando il serpentone di monoposto pronte a lanciarsi salvo poi girarsi come un pivello alla prima staccata, domenica il suo gippì è durato il tempo di una storia su Instagram, 15 secondi al massimo. Perdere la macchina in accelerazione da solo contribuisce ad arricchire la già ricca collezione di figure di melma del weekend in Bahrain. Insomma, una serie di vaccate che gli vale la consolazione del premio dedicato a Pastorone Nostro, giusto per l'insensatezza delle sue manovre. La sua sinistra tendenza a girarsi (''to spin'' in inglese) gli è già valsa il primo soprannome. MAZESPIN

F1, GP Bahrain 2021: premio Pastorone Approva

PREMIO ''MAINAJOLYON''
Valtteri Bottas
: era tutto pronto per il buon Waltterio per una gara di sacrifizio, nella quale si sarebbe immolato con la strategia per aiutare Hamilton a battere Verstappen. Così non è stato: Luigino ha vinto comunque, mentre Bottas si è trovato a smoccolare per l'ennesimo pit-stop deficitario che la Mercedes gli ha riservato in Bahrain. Simpatico anche il suo ingegnere di pista che lo avvisa negli ultimissimi giri dell'opportunità di guadagnare una posizione grazie al duello tra i primi due, quando però lui è staccato di tipo 2 chilometri. Insomma, davvero mainaJolyon nel deserto di Sakhir per il finlandese. TUTTI I BAHRAIN VENGON PER NUOCERE

PREMIO ''BIEN''
Fernando Alonso
: si è divertito il Nando nella sua prima gara in F1 da due anni a sta parte. Belle qualifiche, ottima prima parte di gippì, duelli gagliardi anche con il rivale Vettel. Epperò c'è un'ombra scura nel suo weekend: se in pista ha dimostrato di non essersi arrugginito, fuori le sue qualità da Sciamano hanno mostrato preoccupanti deficit. Tutto è iniziato sabato in qualifica, quando voleva festeggiare il rientro bienizzando il suo erede Sainz: la Ferrari dello spagnolo si è spenta per un attimo, ma poi ha ripreso ad andare e nel frattempo Carlitos ha evitato per un soffio l'eliminazione in Q1 (sotto, Alonso si complimenta con un Sainz che lo guarda terrorizzato). Domenica poi è andata persino peggio: a doversi ritirare per un vero colpo di sfiga (una bustina finita nel condotto dei freni) è stato proprio lo Sciamano di Oviedo. Urge un rapido potenziamento delle capacità gufatorie. BIENRAIN

F1, GP Bahrain 2021: il tentativo dello Sciamano

L'ANGOLO PREDESTINATOH
Anno nuovo, ma solito Ciarlo Vinzani che torna con i suoi grandi tormentoni a raccontarci a volume altissimo la stagione 2021 di F1, subito illuminata da alcuni dei suoi pupillih:
Torna la F1 e torna subito lo spettacoloooooooh! Grandissima gara in esclusiva su Sky 4k 19/9 ultra HD avada kedavra che vede la vittoria di Sir The Hammer, il signore del pop a note rock contro super super Super Max che si gioca il mondiale in attesa del Predestinatoh, suo vero e unico avversario che quest'anno ha una nuova super Rossa. Per Vettel si avvicina il ritiro, mentre il ritorno di Alonso è superfucsiah. Ci aspetta il mondiale più incredibile della storia solo su Sky, dove la F1 si annusa.

IL RAZZO DI COULTHARD
Uno degli eventi collaterali al GP Bahrain più in evidenza è stato, anche grazie alla gag di Verstappen di cui abbiamo già parlato, il 50esimo compleanno di David Coulthard. Prima delle qualifiche la Red Bull aveva già festeggiato il suo grande ex pilota e testimonial, con un'altra torta consegnatagli nel paddock e che lo ritraeva con la tuta da Superman con cui salì sul podio a Monte Carlo nel 2006. Un particolare non ci è sfuggito: il candelotto è stato piazzato proprio in mezzo alle gambe del Mascellone. Non stupisce dunque il canto popolare che ha accompagnato la consegna della torta. OSTERIA NUMERO 1000, IL MIO RAZZO FA SCINTILLE

F1, GP Bahrain: la torta

FIRST REACTION: SHOCK!
Ha scatenato grandi polemiche in Italia la presenza di Matteo Renzi al GP Bahrain. Quello che non molti sanno, ma che ovviamente i T&F hanno scoperto, è che il senatore ha rischiato di far nascere un altro caso diplomatico che coinvolge nientemeno che il presidente della FIA Jean Todt. Il senatore toscano, infatti, si è intrattenuto nel paddock con l'ex team principal della Ferrari, chiamandolo ripetutamente Alvaro. A un certo punto, è stato lo stesso Todt ad abbassarsi la mascherina e a chiarire a Renzi che non stava parlando con Alvaro Vitali. La reazione in inglese dell'ex sindaco di Firenze ha ricordato una sua frase diventata tormentone. SHOCK BECÆÛSE IN MY MIND YOU ARE TOTALLY CONNECTED TO ALVARO

F1, GP Bahrain 2021: pochi istanti prima dello SHOCK

Vuoi vedere in anteprima i meme senza aspettare la puntata post GP? Cerchi materiale inedito di T&F? Vuoi interagire con noi anche lontano dai weekend di gara? Non perdere tempo e metti “Mi piace” alla pagina Facebook di Top & Flop! La trovi cliccando qui -> T&F – I Top & Flop della Formula 1 E se ancora non ti basta, ora puoi seguire i T&F anche su Instagram, cliccando qui -> TopFlopF1


TAGS: f1 GP bahrain Top & Flop T&F