La prestigiosa cornice del Bar Sport di Gragnano Trebbiense ospita quest'anno il gran galà di fine anno dei Top & Flop. Una serata di glamour che weekend del GP Monaco scansati subitamente, aperta dall'ingresso di due misteriosi personaggi dall'andatura leggermente barcollante che si presentano come Daft Prank ("prank" in inglese vuol dire "scherzo"), scimmiottando dunque i più celebri Daft Punk, nota coppia elettrodance che si esibisce indossando futuristici caschi. Li potete ammirare in tutta la loro bellezza nella foto copertina. Mentre si sbocciano i primi bottiglioni da 5 litri di pinot nero, sul palco sale Daniel Ricciardo che danza sulle note dell'inno della F1, sapientemente eseguito con il flauto dai ragazzi della 3a media di un paese qui vicino.

L'IGNARO LEWIS
Dopo questo momento 'mozzionante, a venire premiato per la sua straordinaria stagione è il Luigino Hamilton, l'unico pilota al mondo che riesce a proporre un cambio di look per ogni vittoria ottenuta (e come ben sappiamo non sono poche...).  Il pilota della Mercedes è rimasto un po' interdetto a ricevere come tributo una Coppa piacentina (intesa come insaccato), ma da uomo di mondo qual è ha fatto buon viso a cattivo gioco. Soprattutto, memore di quanto accaduto attorno a lui poche sere prima al galà della FIA (vedi ricostruzione sotto), ha ringraziato rapidamente con le frasi di repertorio "Blessed... siete il miglior pubblico... mangiate vegano..." ed è sceso veloce dal palco per evitare altri casini. Previdente

Luigino ignaro del caos attorno

WALTTERIO FUORI CONTROLLO
Lo scorso anno, il galà della FIA era stato caratterizzato dalle gesta di un Kimi Raikkonen ad elevato contenuto alcolico, come potete riapprezzare in questo video. Quest'anno, è stato un altro finlandese ad attirare le attenzioni: Waltterio Bottas. Non ancora del tutto sereno dopo il recente divorzio da Emilia, nella serata di Parigi il BOASCAIOLOH ha distribuito occhiate omicide e scarso rispetto verso il prossimo un po' a tutti, dopo essersi presentato con un ingresso da bullo che vi riproponiamo qui sotto. Ingresso bissato alla festa dei T&F, questa volta al volante di una 131 Abarth. Scelta del mezzo non casuale, visto che Bottas si sta dedicando ai rally per dimenticare le amarezze della vita. Si vocifera di una sua possibile iscrizione al prossimo CIR, anche se pare che il finnico abbia frainteso il significato dell'acronimo. Campionato Italiano Rancore

L'ANGOLO PREDESTINATOH
Arriva il momento in 4K della serata, con uno scatenato Ciarlo Vinzani che, dopo averci assordato per tutta la stagione, chiude l'anno ribadendo la sua passione per il PREDESTINATOH e cerca di venderci come emozionante un campionato che a maggio aveva già ben chiarito chi avrebbe vinto i due titoli iridati:
Beh che dire, è stata una stagione SPE-TTA-CO-LA-REHHH. Tantissimi colpi di scenah CONTATTIH E RUOTA A RUOTA che hanno reso questa stagione la più rock di sempre. Chi come me segue la F1 addirittura dal 1998 sa che queste sono stagioni rare, tantissimo talento tra il vecchio e il nuovo grazie al PREDESTINATOH e a super Super Max che ci hanno regalato ciò che Vettel non è più in grado di alimentare, la passione per la F1. E il grazie più grande va a voi, agli Enzo e ai Vincenzo che ci hanno accompagnato in questo viaggio in 4K rendendoci anche quest'anno i più FUCSIAH, perché grazie a voi anche quest'anno Sky è l'emittente che ha fatto segnare gli ascolti più alti sulla F1 in Italia. Quindi rimanete sintonizzati sul 207, perché la F1 su Sky non si ferma MAIH! 

PREMIO MIGLIOR ESORDIENTE E MIGLIOR COPPIA
La FIA ha premiato Alexander Albon come miglior rookie della stagione, ma i T&F utilizzano altri criteri di giudizio e all'unanimità il vincitore è Lando Norris, per la sua capacità di coniugare buone prestazioni in pista a una totale deficienza. L'inglese è stato chiamato sul palco assieme a Carlos Sainz, compagno di squadra e di bisboccia, per il loro contributo nel riportare la McLaren a un livello decente e sul podio dopo anni di nefandezze. Ed è qui che c'è stato il colpa di scena: si sono infatti presentati i Daft Prank visti in apertura che, una volta toltisi il lampadario dalla testa, si sono rivelati essere proprio i due piloti del team di Woking. Pubblico in visibilio, non solo per la quantità di pinot dozzinale sbevazzata nel frattempo, con la coppia di matti che ha accennato anche un passo di danza, interrotto da Norris che ha urlato "Are you crying? AHAHAH" indicando ancora una volta il suo povero ingegnere di pista, commosso in prima fila e già sfottuto al termine del GP Abu Dhabi. Carlando sotto le stelle

Carlando sotto le stelle

FORMULA FESCION
Dopo la prima tornata di premiazioni, spazio alla moda, con alcuni piloti che si sono atteggiati a modelli per un giorno. Ne segnaliamo due in particolare: il primo è The Young Pope, Charles Leclerc. Carletto si presenta come lo snowboarder maledetto, pronto ad andare a caccia di giovani turiste sul comprensorio sciistico del Sestriere. Immagini rigorosamente in bianco e nero, un po' come la stagione Ferrari, e laccetto tattico per non perdere i guanti, che se Raikkonen impazzisce chiedendo "gloves and steering wheel" almeno i primi sono subito a portata di mano. Previdente

Carletto inverno 2019-2020

Il secondo è l'orgoglio italiano, Antonio Giovinazzi. Forse un po' meno orgoglio dopo la sua intensa sfilata in queste condizioni che ha lasciato perplesso più di un presente. Memorabile il gesto del CEO della Ferrari, Louis Camilleri, che si è alzato per dare al pilota pugliese tre euro per comprarsi il biglietto del treno. Lascio a voi scrivere un parere sul suo look. Armanicomio

Giovinazzi Armanicomio

PREMIO 'PASTORONE APPROVA' 2019
Il momento clou della serata è ovviamente quello legato al premio più ambito. Quest'anno tantissimi piloti si sono candidati per ricevere l'approvazione di Pastorone Nostro, sacrificando risultati anche importanti per compiere degli incidenti degni di nota. La competizione è stata agguerrita ma a vincere, grazie ai tre premi parziali ottenuti in Cina, Messico e Stati Uniti, è stato il russo de Roma, ossia Daniil Kvyat. Annata molto positiva dunque per lui che, accanto ai buoni risultati ottenuti con la Toro Rosso e in particolare al podio di Hockenheim, aggiunge questo trionfo ambitissimo, ricordando a tutti chi è Er Torpedo. Salito sul palco, Kvyat ha intrattenuto il pubblico con la celeberrima imitazione di Grosjean, che vi proponiamo ancora una volta. So dengeruz

IL TRIBUTO A NICO E ROB
Mentre i primi ospiti con sintomi da intossicazione alcolica vengono portati via dai volontari della Croce Rossa sapientemente allertati con un paio di ore di anticipo, il galà dei T&F inizia la sua fase finale. È il momento di celebrare i piloti che non vedremo l'anno prossimo sulla griglia di partenza: si parte con Nico Hulkenberg, salutato con un video che celebra i suoi principali successi in F1 e per questo durato circa 10 secondi netti, grazie alle immagini della pole position in Brasile nel 2010. Più soddisfazione per Robert Kubica, che in questo video ha riassunto i suoi pensieri sulla tribolata stagione con la Williams, utilizzando una dialettica degna del Lapo dei giorni migliori. EEEEEH

CATTELAN LEVATI PRIMA DI SUBITO
Avete presente la storia della banana attaccata con del nastro adesivo al muro dall'artista Maurizio Cattelan e valutata 120.000 euri? Quella che poi un altro performer ha bellamente mangiato davanti a telecamere e telefonini? Ecco, il nostro galà non ha voluto essere da meno, con una straordinaria opera di beneficienza: abbiamo infatti appiccicato al muro il nostro caro Vijay, comprensivo di tutta la sua dotazione, e messo all'asta. Le offerte possono essere inviate qui sotto tramite i commenti, in forma privata sulla pagina dei T&F o tramite i miei contatti social entro venerdì 13 dicembre, che poi diventa un casino tenerlo appeso più a lungo. Il ricavato verrà diviso in parti uguali e devoluto allo stesso artista indiano e al sottoscritto, dato che tra FI e FP entrambi ci stiamo lasciando alle spalle delle lunghe e dispendiose avventure nel mondo del motorsport. Si ringraziano anticipatamente tutti i partecipanti. L'asta per l'asta

Viajy sorride vedendo le vostre offerte

In un clima goliardico si chiude dunque il nostro galà e con esso il settimo anno dei Top & Flop. Da parte mia, Luca Manacorda, un ringraziamento per il grande seguito avuto anche in questa stagione e proseguito pure nella nuova sede di MotorBox, cosa non così scontata alla vigilia. La nostra rubrica tornerà online a febbraio con i test invernali, nel frattempo continueremo a mostrarvi il meglio e il peggio della F1 sulla nostra pagina Facebook. Buone feste e arrivederci al 2020!

Vuoi vedere in anteprima i meme senza aspettare la puntata post GP? Cerchi materiale inedito di T&F? Vuoi interagire con noi anche lontano dai weekend di gara? Non perdere tempo e metti “Mi piace” alla pagina Facebook di Top & Flop! La trovi cliccando qui -> T&F – I Top & Flop della Formula 1


TAGS: f1 Top & Flop T&F