Pubblicato il 28/09/20

La copertina della puntata dei Top & Flop sul GP Russia smaschera l'odioso giochino di Daniil Kvyat, il quale si fa tirare il dito prima di un peto per poi dire ''Hai sentito? Era Gas...ly''. Er Torpedo non ha deluso i suoi connazionali e neppure la nostra rubrica, dove questa settimana trovano spazio tante esagerazioni: i festeggiamenti di Bottas, le lamentele di Hamilton e lo scherzo della Ferrari a Vettel su tutti. E allora iniziamo ad aprirla come una matrioska e scopriamo tutto il meglio, ma soprattutto il peggio, del weekend di Sochi!

L'apertura è inevitabilmente dedicata al grande tema di questo GP Russia, ossia le penalizzazioni piovute a profusione. Una raffica di ''time penalty'', giri annullati e investigazioni favoriti anche dalla natura asfaltosa del circuito di Sochi. Io già me li immagino Mika Salo e soci (senza acca) scaldarsi prima di ogni sessione, pronti a distribuire punizioni come se non ci fosse un domani, forse ispirati da un discusso provvedimento deciso dall'Unione Europea. SANZIONI ALLA RUSS(I)A

F1, GP Russia 2020: gli steward si scaldano prima di infliggere sanzioni a raffica

TOP
Valtteri Bottas
: quella schifezza di Sochi si conferma la sua pista talismano. Torna così al successo in un weekend dove fondamentalmente non ha dovuto fare nulla di eccezionale: in qualifica prende schiaffi forti da Hamilton e finisce pure dietro a Verstappen - non si sa quanto volutamente in ottica gara -, poi in partenza pur con la doppia scia riesce solo a scavalcare l'olandese. Successivamente si limita a guidare come chiunque con una W11 sotto le natiche farebbe a quel livello una volta che il compagno si becca tipo 15 minuti di penalità. La vittoria gli permette di scaricare la frustrazione accumulata durante i gippì estivi: manda nuovamente a fan*ulo via radio quel 95% di persone che giustamente lo ritiene un perfetto secondo violino, poi sul podio si spruzza lo champagne in faccia con tale violenza che il getto lo trapassa da occhio a orecchio. SI' MA STAI CALMO

F1, GP Russia 2020: Bottas esagera col getto di champagne

PILLOLE DI TOP
Sergio Perez: altro pilota che a Sochi si trova molto a suo agio, vive un weekend gagliardo costantemente ai piani alti. Il tutto mentre il compagno di squadra è bersagliato dalla sfortuna e dopo aver rivelato in conferenza stampa che nel box Racing Point cominciano a tenergli nascoste delle cose, come conseguenza del prossimo addio a fine anno. Il messicano sembra aver trovato nuovi stimoli da questa situazione, ma forse per il quieto vivere non era il caso di modificare uno dei cartelli stradali del posto per mostrarlo poi con arroganza ai vertici del team. SOCHIATE

Daniel Ricciardo: abituati alle reazioni poco pacate dei piloti quando viene loro comunicato via radio che si sono cuccati una penalità, sorprende il modo molto zen con cui il Sofficino australiano incassa i 5 secondi presi per quel sorpasso riuscito un po' male sul compagno di squadra che pure si era fermato per farlo passare. Il bello è che dopo aver detto che non ci sarebbero stati problemi e che sarebbe andato più veloce, mantiene fede alle promesse e si porta lo stesso a casa il quinto posto. Ci vogliono attributi e grande sicurezza nei propri mezzi per fare una roba così, come lo stesso Ricciardo aveva mostrato a gesti in conferenza stampa. DANIEL GAGLIARDO

F1, GP Russia 2020: Daniel Ricciardo dimostra la dimensione dei suoi attributi

Charles Leclerc: the Young Pope compie un altro mezzo miracolo, interrompendo la lunga astinenza dai punti della Ferrari con il sesto posto finale. Non male, considerando che sabato dopo l'eliminazione al termine della Q2 stava per spaccare tutto il box dal nervoso. Fondamentale per il suo risultato la riuscita del piano gara del muretto Ferrari: una strategia chiamata ''Monopoli'', dal gioco a cui è ispirata, e che inizialmente aveva lasciato perplesso Sciarl. IMPREVISTI E PROBABILITA'

F1, GP Russia 2020: Leclerc perplesso dinanzi al piano gara Ferrari

Daniil Kvyat: come dimostrato già dalla foto copertina, l'aria (in tutti i sensi) di casa lo ringalluzzisce. Un Torpedo assai battagliero quello visto a Sochi, giunto forse all'ultima apparizione davanti ai suoi tifosi, date le incognite sul suo futuro. Questa volta vince la sfida diretta con Gasly ed è protagonista di una bella gara, anche se alla fine non riesce a superare Ocon. Lo spirito guerriero era però evidente fin dal giovedì, come vi avevamo mostrato sulla nostra pagina Instagram. KARATE KVYAT

FLOP
Lewis Hamilton
: fine settimana movimentato per il Luigino, costretto a partire con la gomma morbida dopo il caos della Q2, durante la quale aveva fatto i conti per la prima volta con la severità degli steward. Quel tempo cancellato per mancato rispetto dei limiti della pista, però, era solo l'antipasto delle contravvenzioni beccate domenica, roba che polizia municipale spostati lestissima. Cuccato nel pregara a fare le partenze sgommando in punti pericolosi come farebbe un tabbozzo che prova la 106 Rallye centralinata nella piazza del paese, il trecciolinato si becca 10 secondi e 2 punti sulla patente, poi gentilmente commutati in una multa da 50k alla Mercedes. Insomma, poteva pure andargli peggio visto che era a un passo dalla sospensione per un gippì. Epperò lui, come ogni automobilista multato, adesso si sente perseguitato e offeso, tanto che al termine della gara si dirige lo stesso verso l'altarino dedicato al primo classificato, lasciando esterrefatto il povero compagno di squadra, che si è sentito vittima di un furto anche di identità. LEWIS BORBOTTAS

F1, GP Russia 2020: Hamilton soffia a Bottas il cappellino del primo classificato

PILLOLE DI FLOP
Alex Albon
: dopo il podio del Mugello torna a navigare a centroclassifica, chiudendo la gara decimo e dietro a entrambe le AlphaTauri. Ad Helmut Marko sta già tornando il prurito alle mani e così il thailandese, per sicurezza, ha ripreso la ricerca di attività occupazionali alternative, lanciandosi questa volta nel ruolo di barbiere. Il nome del suo eventuale salone è già pronto, in omaggio alla sua nazione. THAILANDO LA BARBA

F1, GP Russia 2020: Albon nel ruolo di barbiere

Romain Grosjean: mentre Magnussen sogna fino a pochi giri dal termine l'ingresso in zona punti, lui sprofonda ancora una volta miseramente in fondo alla classifica. Per dare un po' di brio al suo finale di gara, si diverte a investire senza apparenti motivi i freccioni di polistirolo in curva 2, cercando di replicare quanto fece Vettel a Monza. GUARDA MAMAN, COMME SEB!

I PREMI SPECIALI DI T&F
PREMIO 'PASTORONE APPROVA'
Carlos Sainz: 
non sappiamo se l'abbia fatto più per dimostrare che quella regola in curva 2 era una vaccata o come gesto masochistico pensando al 2021 al volante della Ferrari, fatto sta che dal punto di vista maldonadiano lo schianto contro le barriere vale la vittoria a mani basse del premio. Peccato che il rientro in pista senza controllo della vettura non abbia scatenato un'ammucchiata di vetture stile Spa '98 a completare l'opera. Tornato ai box, dimostra di essere già perfettamente pronto per il suo trasferimento in Italia, commentando l'accaduto con una frase divenuta un tormentone qualche mese fa. HO PRESO IL MURO FRATELLI'

F1, GP Russia 2020: premio Pastorone Approva

PREMIO 'BIEN'
Lance Stroll: 
weekend davvero sfigatissimo per il povero PaStrollone, tradito da un surriscaldamento del motore nei momenti decisivi della Q2 di sabato e per questo costretto a partire nella pancia del gruppo domenica. Il potenziale pericolo si è tramutato in realtà dopo il contatto con Leclerc che lo ha mandato a muro nel corso del primo giro. Per cercare di consolarlo, durante il rientro in albergo il padre gli ha detto di avergli comprato la Russia. Un acquisto parso eccessivo pure per le sue capienti tasche, anche perché difficilmente ci si immagina Putin farsi comprare così. E infatti si è trattata di una colossale incomprensione di cui Lance si è accorto una volta arrivato in camera, dove ad attenderlo c'era un noto politico italiano che lo ha smaronato con un'ora di comizio pronunciato con la sua tradizionale voce roca. IGNAZIO LA RUSSA

SENTI CHE BEL RHUMOR
L'angolo dedicato alle migliori perle twittate da @FormulaHumor si concentra questa volta sul commento alla gara. Partiamo con una considerazione sulla serie di +5s rifilati dagli steward ad Hamilton, che hanno riportato alla memoria un noto gioco di carte:
@FormulaHumor - 27 set
Come a Uno, quando butti un +5 e quello dopo aggiunge un altro +5

La prestazione gagliarda di Perez porta invece a un'osservazione sulle manovre di mercato piloti della Racing Point/Aston Martin:
@FormulaHumor - 27 set
Perez ha meritato il rin...no #RussianGP #DallaRussiaColTrattore

Nei giri finali di gara, Antonio Giovinazzi è salito all'undicesimo posto e così, visto l'andazzo, si accende una speranza per rivedere il Tony in zona punti:
@FormulaHumor - 27 set
Se penalizzano Hamilton tantissimo, Giovinazzi è in zona punti. Ho una nuova speranza.

La chiusura si concentra sulle nuove speranze iridate di un Waltterio Bottas fino a qui lontano dal poter impensierire Hamilton nella lotta per il titolo:

L'ANGOLO PREDESTINATOH
La vittoria del BOASCAIOLOH infiamma Ciarlo Vinzani, il quale può provare nuovamente a vendere il Mondiale 2020 come un campionato incerto e combattuto, rimarcando la possibilità di una squalifica per Hamilton che già sappiamo non arriverà mai. Insomma, un SOGNATOREH:
WOODMAAAANNNN IL BOSCAIOLO è tornato INCREDIBILEH! Vittoria che riapre il mondiale, visto l'evidente stato confusionale in cui si trova The Hammer, a rischio squalifica per un Gp. Sul podio con lui un Super Max diventato pilota super costante. Super come la prestazione del PREDESTINATOH che porta il alto il nome della rossa, portando punti preziosi, cosa che non riesce a fare il solito Vettel ormai separato in casa da gregario del talento monegasco. Ora tutti in Germania per continuare questo entusiasmante mondiale punto a punto fino alla fine solo su Sky F1 4K HD Avada Kedavra.

LO SAPEVATE?
L'ostracismo in casa Ferrari nei confronti del partente don Sebastiano sta ormai toccando vette(l) inaudite. Domenica, mentre i piloti erano raggruppati per l'inno, la SF1000 del tedesco è stata spostata di nascosto in curva 11, il punto più lontano dal traguardo. Accortosi dell'assenza della vettura dalla griglia di partenza, il Seb ha chiesto spiegazioni ai meccanici, i quali si sono limitati a dirgli che doveva cercarla lungo il percorso. Vettel è dunque partito correndo all'impazzata, seguito per sicurezza dalla Medical Car (foto sotto). Dopo circa 3 km di corsa ha ritrovato la Rossa numero 5, riuscendo a riportarla in griglia appena in tempo. In serata, alla sua richiesta di spiegazioni sull'episodio, gli è stato detto che si trattava di un simpatico giochino celebrativo in memoria del figlio del Drake. NASCON-DINO FERRARI

F1, GP Russia 2020: Vettel parte alla ricerca della sua SF1000

MASSIMA KONDIVISIONEH!!1!1111!
La vittoria servita su un piatto d'argento a Bottas e le indicazioni sbagliate del muretto Mercedes per Hamilton al momento di provare le partenze in una zona vietata del circuito vi sono sembrate nascondere qualcosa di poco chiaro? Non avete tutti i torti. Gli occhi più attenti hanno infatti notato che il podio di Sochi era già chiaramente addobbato per celebrare la vittoria del finlandese, dato che alle sue spalle campeggiava l'acronimo ''VTB'' che sta per ''Val Tteri Bottas'', come ben visibile nella foto qui sotto. Una decisione presa dai poteri forti dopo la maglietta indossata da Hamilton al Mugello? Un Nuovo Ordine Mondiale che vuole portare al successo il biondo al posto del moro? La prima mossa di Stefano Domenicali da capo della F1 per ridare equilibrio al campionato? Sicuramente è difficile credere che si tratti di una coincidenza. NON CIELO DICONOH

F1, GP Russia 2020: Bottas esulta mentre alle sue spalle compare l'acronimo del suo nome

Vuoi vedere in anteprima i meme senza aspettare la puntata post GP? Cerchi materiale inedito di T&F? Vuoi interagire con noi anche lontano dai weekend di gara? Non perdere tempo e metti “Mi piace” alla pagina Facebook di Top & Flop! La trovi cliccando qui -> T&F – I Top & Flop della Formula 1 E se ancora non ti basta, ora puoi seguire i T&F anche su Instagram, cliccando qui -> TopFlopF1


TAGS: f1 gp russia Top & Flop T&F