F1 | Top & Flop GP Ungheria 2021
T&F

Top & Flop GP Ungheria 2021


Avatar di Luca Manacorda , il 02/08/21

1 mese fa - Top & Flop,il meglio e il peggio del weekend del GP Ungheria 2021

Un Bottas che cerca di focalizzare il punto di frenata di curva 1 dell'Hungaroring lancia la puntata estiva dei T&F
Benvenuto nello Speciale T&F, composto da 34 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario T&F qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!
 

Tensioni sociali, tensioni in pista e tensioni tra piloti nel tesissimo weekend del GP Ungheria, segno evidente che a tutti serve un po' di vacanza. Preparatevi un mojito, mettete per un attimo da parte la valigia e gustatevi con noi il meglio, ma soprattutto il peggio, del fine settimana all'Hungaroring.

Apriamo la puntata con un inquietante episodio accaduto domenica durante il gippì. Impegnato nel suo tentativo di risalita del gruppo, Hamilton ha chiesto via radio ''datemi più cavalli, mi serve più potenza'' come spesso fa in questo tipo di situazioni. Solo che il messaggio è stato intercettato anche dalle forze dell'ordine locali e così dai piani alti del governo Orban, ancora infastidito per le dichiarazioni del britannico contro il discusso disegno di legge del governo locale che discrimina la comunità LGBTQ+, la richiesta è stata presa alla lettera. Un gruppo di poliziotti a cavallo si è recato presso il motorhome Mercedes, circondandolo. Informato dal team di quanto stava accadendo, Hamilton ha ritirato la richiesta. Pare che la Pirelli sia ora intenzionata a fare altrettanto, lasciando su quattro mattoni l'auto del britannico alla prima occasione in cui si lamenterà via radio delle condizioni dei suoi pneumatici, prendendo alla lettera una sua classica frase. LE MIE GOMME SONO ANDATE

F1, GP Ungheria: il governo fornisce più cavalli al Luigino F1, GP Ungheria: il governo fornisce più cavalli al Luigino

TOP
Esteban Ocon
: il suo percorso di redenzione dopo il passaggio a vuoto successivo al rinnovo contrattuale si completa con questa sorprendente vittoria. Certo, ha pescato un jolly mica da ridere, ma poi il francese è stato bravo a massimizzare l'occasione. Il pilota dell'Alpine dopo la bandiera a scacchi è apparso totalmente stralunato, travolto dalle emozioni, tanto che gli inservienti dell'Hungaroring verso le 22 lo hanno trovato ancora in sala stampa pietrificato come nella foto, con lo sguardo perso nel vuoto a ripensare a questa incredibile gara e senza nessuna voglia di abbandonare il circuito dove aveva appena ottenuto la sua prima vittoria in F1. RESTOQUAN OCON

F1, GP Ungheria 2021: Restoquan F1, GP Ungheria 2021: Restoquan

PILLOLE DI TOP
Carlos Sainz: in tempo di pandemia il distanziamento sociale è sempre cosa buona e giusta. Carlitos lo sa e dunque non disprezza il fatto di poter replicare la sua abitudine di festeggiare piazzamenti tra i primi 3 molto dopo la fine della gara, senza affollamenti. Era successo con il suo primo terzo posto ottenuto in Brasile nel 2019 ore dopo la bandiera a scacchi, poi a Monza 2020 aveva fatto un'eccezione essendo un evento a porte chiuse e a Monaco quest'anno si è sacrificato solo in rispetto del Principe, ma a Budapest ha ripreso la tradizione. Terzo posto arrivato solo in tarda serata per la squalifica di Vettel e brindisi in solitaria al ristorante, che almeno lo spumante non viene neppure sprecato spruzzandolo e ce n'è di più da bere. SMART DRINKING

F1, GP Ungheria 2021: Carlitos in smart drinking F1, GP Ungheria 2021: Carlitos in smart drinking

Fernando Alonso: lo Sciamano festeggia l'ingresso negli -anta con una domenica old style, tutta grinta e scintille con Hamilton, esattamente nello stesso circuito in cui l'allora coppia McLaren seminò zizzania e maleducazione nel 2007. Vecchio stile sì, ma anche un Nando inedito quello visto ieri a Budapest, capace di indossare i panni del gregario per sigillare la vittoria di Ocon e poi addirittura di partecipare entusiasta ai festeggiamenti del compagno di squadra, una roba mai vista in anni di lunghissima e onorata carriera. FESTEGGNANDO ALONSO

Nicholas Latifi: a un certo punto ce lo ritroviamo al terzo posto senza capire come sia possibile. Il bello è che mantiene pure la posizione con una certa nonscialans fino al pit-stop, per poi chiudere con un eccellente ottavo posto (settimo con la successiva squalifica del Sebbb). Che potesse essere la sua giornata, Latifi lo aveva fiutato assistendo dalle retrovie al massacro della prima curva, quando gli è tornato in mente un tipico detto delle sue parti. PARTENZA CANÀDA, GARA FORTUNADA

VEDI ANCHE



F1, GP Ungheria 2021: cose inspiegabili F1, GP Ungheria 2021: cose inspiegabili

FLOP
Lewis Hamilton
: è la seconda gara consecutiva che gli dice bene, con incidenti che danneggiano pesantemente MV Megusta lasciando lui praticamente indenne. Epperò il Luigino si trova a fronteggiare una popolarità in calo, con fischi e boooh dalle tribune che lo perseguitano e pure i colleghi che sembrano patteggiare più per l'olandese nella sfida per il titolo. Emblematica a riguardo la decisione degli altri piloti di rientrare tutti in pit-lane e lasciarlo da solo alla ripartenza dopo la bandiera rossa, situazione sottolineata via radio dal Luigino con una frase molto simile a uno dei suoi classici tormentoni. BONO THE OTHER DRIVERS ARE GONE

F1, GP Ungheria 2021: la partenza in solitaria di Lewis Hamilton F1, GP Ungheria 2021: la partenza in solitaria di Lewis Hamilton

PILLOLE DI FLOP
Sebastian Vettel
: il Sebbb, pur non riuscendo a superare Ocon, aveva ottenuto un eccellente secondo posto, eppure un paio di eventi dovrebbero fargli capire che per il bene della sua carriera è meglio fare più attenzione alle proprie azioni. Sì perché non è sicuramente un caso che la squalifica per benzina insufficiente ai controlli post gippì sia arrivata proprio in Ungheria, dopo le aperte critiche al governo locale e gli arcobaleni sfoggiati dal quattro volte iridato. Loschi personaggi sono stati visti trafficare attorno alla sua monoposto dopo la gara, facendo entrare di diritto l'esecutivo Orban tra coloro che la vogliono far pagare al Sebbb. Un po' come il suo ex team, che comunicando sui social il podio conquistato post gara da Sainz manco lo nomina, parlando di squalifica per il ''secondo classificato''. SABOTAN VETTEL

Alfa Romeo: domenica era il compleanno della Svizzera, ricorrenza che hanno voluto celebrare piantando bandiere rossocrociate tutto attorno all'hospitality, ma anche collezionando l'ennesima serie di vaccate ai box. In una gara a eliminazione, in cui pure la Haas arriva ad accarezzare il sogno di finire in zona punti, loro sprofondano subito tra un unsafe release e un eccesso di velocità in pit-lane, ottenendo poi per miracolo il decimo posto con Raikkonen grazie alla squalifica di Vettel. Dalla risposta di Giovinazzi alla domanda postagli da un fan all'uscita dal motorhome, ancora circondato dalle bandiere della nazione alpina, si nota un certo distacco tra i piloti e la scuderia. SVIZZERO? NO, GIOVY

I PREMI DI T&F
PREMIO 'PASTORONE APPROVA'
Lance Stroll:
 nel carnaio al via del gippì, va apprezzata la manovra del canadese, vero Pastrollone della domenica. Il modo in cui - in una situazione del tutto priva di avversari nei dintorni e con mezzo gruppo falciato dal dritto di Bottas - sbaglia la staccata, taglia sull'erba bagnata e monta con la sua Aston Martin sulla Ferrari del povero Sciarl, finendo per coinvolgere anche Ricciardo, è talmente immotivato da consegnarli a mani basse il premio più ambito dei T&F. SALT LECLERC

F1, GP Ungheria 2021: premio Pastorone Approva F1, GP Ungheria 2021: premio Pastorone Approva

PREMIO 'ROMANO APPREZZA'
Valtteri Bottas:
se la vaccata di Stroll è stata paragonata da Leclerc a un colpo da bowling, quella del Waltterio è senz'altro una fine giocata da biliardo, con la sua Mercedes che ha colpito la McLaren di Norris mandandola a sbattere contro Verstappen, mentre il finlandese finiva di rimbalzo per mettere in buca d'angolo pure l'altra Red Bull di Perez. Un capolavoro di precisione che ha ricordato il miglior disastro provocato da Grosjean, nel GP Belgio del 2012. BOTTAPEST

F1, GP Ungheria 2021: premio Grosjean Apprezza F1, GP Ungheria 2021: premio Grosjean Apprezza

PREMIO 'MAINAJOLYON'
George Russell:
dice ''ma come, finalmente fa punti con la Williams ed è comunque MainaJolyon?''. Purtroppo sì, perché dopo aver trascinato più volte la scuderia di Grove a un passo dalla top10, Giorgino riesce nell'impresa proprio nel giorno in cui il suo compagno Latifi - dicasi Latifi - gli arriva davanti. Un po' come quando Kubica gli soffiò il punticino nell'unica occasione buona del 2019. Comprensibili dunque le lacrime mostrate dopo il gippì in mondovisione da Russell, vittima dell'ennesimo scherzo del destino. MAINAGIORGION

L'ANGOLO PREDESTINATOH
Un gippì come quello dell'Hungaroring non poteva che incendiare il sempre posato Ciarlo Vinzani, tanto che pare che siano state le sue urla sul tamponamento di Bottas a distrarre Stroll al momento della frenata:
Una gara al CARDIOPALMAHHH quella in Ungheria con INCREDIBILIH duelli che regala la prima vittoria al francese Ocon, sempre tenuto in considerazione dal sottoscritto. Secondo posto per the Hammer che INCREDIBILEH parte da solo e poi fa una super super rimonta. Completa il podio la Rossa, dopo la squalifica di Vettel che sbaglia mettendo poca benzina prima del GP. Capitolo a parte per il Boscaioloh e LANSTROL che alla prima curva fanno il patatrac e mandano fuori il PREDESTINATOH e super Super Max. Questo probabilmente porterà alla sostituzione del Boscaioloh dal prossimo GP con RUSSEL. Ora super super break estivo, ma non lasciate il 207 perché su Sky la F1 non va mai in vacanza.

DA VALTTERI MI GUARDI DIO CHE DAI NEMICI MI GUARDO IO
Domenica decisamente traumatizzantte per il povero FerLando Norris, brutalmente tamponato al via dal Waltterio. Un episodio che poteva chiudersi lì, con un triste ritiro, ma che è stato seguito da un altro fatto alquanto inquietante. Come potete vedere nel video qui sotto, durante le interviste alle tv non appena Norris ha dichiarato che la colpa era di Bottas il finlandese gli è comparso alle spalle, facendogli intendere di aver sentito perfettamente cosa aveva appena detto. Evidente l'imbarazzo del pilota della McLaren, che ha passato il resto del pomeriggio chiuso nel suo stanzino prima di essere scortato in aeroporto dalla security ingaggiata dal suo team, con lui che si guardava continuamente attorno con la paura che Bottas gli comparisse ancora una volta alle spalle. PERSEGUITANDO NORRIS

100 METRI NON COSI' PIANI
Chiudiamo la puntata, e vi auguriamo buone vacanze dandovi appuntamento a fine mese, con un doveroso tributo a quanto accaduto alle Olimpiadi di Tokyo poco prima del via del GP Ungheria. Il doppio oro conquistato dalla coppia Gianmarco Tamberi-Marcell Jacobs nel giro di 10 minuti rappresenta uno dei momenti più esaltanti nella storia dello sport italiano, ma ha portato anche a un curioso dato statistico relativo alla prestazione del neocampione olimpico dei 100m. La sua velocità di punta registrata poco prima del traguardo è sta superiore ai 43 km/h, dato che eguaglia la top speed della sempre poco amata Ferrari della passata sagione. MJ100>SF1000

Complimenti a Marcell Jacobs, campione olimpico dei 100m piani!

Pubblicato da T&F - I Top & Flop della Formula 1 su Domenica 1 agosto 2021

Vuoi vedere in anteprima i meme senza aspettare la puntata post GP? Cerchi materiale inedito di T&F? Vuoi interagire con noi anche lontano dai weekend di gara? Non perdere tempo e metti “Mi piace” alla pagina Facebook di Top & Flop! La trovi cliccando qui -> T&F – I Top & Flop della Formula 1 E se ancora non ti basta, ora puoi seguire i T&F anche su Instagram, cliccando qui -> TopFlopF1


Pubblicato da Luca Manacorda, 02/08/2021

Tags
Gallery
T&F
Logo MotorBox