Un tranquillo weeekend brasiliano si è trasformato in un samba carioca con autoscontri, penalizzazioni, podi improbabili e tanta, tantissima maleducazione. È stato dunque un Gran Pregno del Brasile per i Top & Flop, con materiale fotografico a profusione per la nostra puntata che come al solito vi racconta in modo ironico il meglio e il peggio di quanto visto nel weekend di Interlagos.

Puntata inevitabilmente a forti tinte rosse, dopo il pasticciaccio brutto combinato dalle Ferrari nei giri finali. A disastro avvenuto, don Sebastiano è rimasto a lungo con sguardo corrucciato a bordo pista, ma non fatevi ingannare. Il tedesco sa che ormai nel box di Maranello ognuno fa un po' quel cacchio che gli pare e la sua preoccupazione era piuttosto legata al sistemone giocato alla Snai di Casinalbo dove, accoppiato al 2 del Licata sul campo dell'Acireale (la serie D sicula è una grande passione nascosta del Sebbb), si era giocato un interessante Albon a podio dato a 15. Motivo per cui Vettel si era fatto passare apparentemente da pollo alla ripartenza, per poi difendere le spalle del pilota Red Bull dal ritorno di The Young Pope Leclerc. Comprensibile dunque la disperazione del tedesco quando poco dopo Hamilton ha deciso di voler vincere per una volta il premio 'Pastorone approva', speronando il povero anglo-thailandese e le speranze di vittoria del ferrarista. Ludopatia canaglia

Don Sebastiano ripensa al sistemone in fumo

TOP
Max Verstappen:
 reduce dalle polemiche di Austin e dalla trollata di Vettel sulla velocità sospetta della Red Bull nella conferenza stampa del sabato, MV Megusta ha risposto con una gara gagliarda che cancella anche il ricordo della Oconata che gli costò la vittoria dello scorso anno. L'olandese non ha sbagliato nulla, disponendo di Hamilton come se fosse un Bottas qualsiasi, prima di vendicarsi di don Sebastiano con una velenosa osservazione espressa al Luigino dopo il gippì. Cucù, il Sebbb non c'è più

La vendetta di MV

FLOP
Valtteri Bottas:
allora Waltterio, va bene tutto eh, ma se al giovedì in conferenza fai il duro e dici che hai un piano segreto per il 2020 per battere Hamilton, ti fai perculare da quella simpatica canaglia di Ricciardo ("Dagli da mangiare della carne" il consiglio sussurratogli nell'orecchio dal Sofficino australiano) e poi tra qualifiche e gara rimedi più schiaffi di una comparsa in un film di Bud Spencer e Terence Hill, allora non ci siamo proprio. Vederlo rimanere bloccato con gomme medie fresche dietro a un Leclerc con dure usate è stato troppo pure per la sua Mercedes W10, che ha deciso di sbuffare fino ad appiedarlo, dando peraltro il là all'ingresso della Safety Car da cui si è poi scatenato il delirio degli ultimi giri. Disfatta di Walteriooo

La disfatta di Waltterioo

I PREMI SPECIALI DI T&F
PREMIO 'DON SALVATORE CONTE'
Helmut Marko: 
il crudele guru del vivaio Red Bull ha vissuto una di quelle giornate trionfali, con i suoi pupilli a giocarsi le posizioni di vertice fino a monopolizzare temporaneamente tutto il podio del GP Brasile. Perso l'incolpevole Albon, Helmuttone ha dovuto coccolarsi quel Gasly da lui bocciato dopo solo mezza stagione in Red Bull e protagonista di un incredibile secondo posto. Commovente l'abbraccio a fine gara col PR, chiaramente ispirato a una famosa scena della serie tv Gomorra, che Marko ha voluto replicare per dimostrare la bontà delle sue scelte. Il Conte si fa alla fine

Don Helmut Conte

PREMIO 'MAINAJOLYON'
McLaren
: erano ben 2072 giorni e 118 gran premi che la McLaren aspettava di festeggiare un podio. Forse sarebbe meglio parlare di conteggio ancora aperto, però, visto che il terzo posto di Sainz è arrivato ben dopo la fine della premiazione, quando gli steward hanno notificato la penalizzazione nei confronti di Hamilton mentre le attenzioni di tutti erano rivolte principalmente ai due litiganti di Maranello. E così il team di Woking ha festeggiato un risultato a suo modo storico in un tripudio di povertà, con la bottiglia di champagne svuotata in precedenza da Luigino e il circuito ormai semideserto. Una scena più simile al podio della disperazione inscenato da Alonso e Button proprio a Interlagos nella disastrosa annata 2015 che alla celebrazione di un risultato di prestigio, tanto che ai presenti è sembrata una nuova messinscena. Terzi a parte

La poverata McLaren

L'ANGOLO PREDESTINATOH
Il delirio carioca di Interlagos scatenah Ciarlo Vinzani, il quale ha le idee chiarissime sul responsabile del CONTATTOH tra le Ferrari:
SUUUPER week end in Brasile con un super super Max che vince dopo un super patatrac Ferrari, con il brutto errore di Vettel che butta fuori se stesso e il Predestinatoh autore di una super gara. Super Gasly che conquista il primo podio in carriera dopo un FANTASTICOH gran premio, aiutato da un the Hammer che soffre psicologicamente la scadenza del contratto con Mercedes nel 2020. Incedibileh incredibileh incredibileh, contatti ruota a ruota cosa si può voler di più dalla F1? Grazie a Sky potete gustarla in HD e in 4k!

MARANELLO RIMEMBRI ANCORA
Io penso che non servano aggiungere parole al seguente meme, giusto la traduzione per chi non mastica l'inglese fluentemente come Andrea Stella: "Ricordi Singapore? Questo è lui adesso. Ti senti già vecchio?".

Ancora Singapore

MOMENTO NONNA DI BARRICHELLO
Come ben saprete, il GP Brasile è noto anche come GP Nonna di Barrichello. La signora Isaura è stata infatti la più esperta meteorologa di San Paolo e si narra che non abbia mai sbagliato una previsione durante gli anni in cui l'adorato Rubinho ha corso in F1. Per risollevarvi il morale in caso di fede ferrarista, eccovi dunque una radiosa immagine di Barrichello che si gode il sole apparso sopra Interlagos dopo la pioggia di venerdì, come ampiamente anticipato da Isaura a seguito di un reumatismo accusato il 16 novembre 2002. Cielo a pecorelle, sole su Barrichello

Un radioso Rubinho

QUESTIONE DI SGUARDI
Il povero Albon è stato notato guardare brutto la premiazione del podio, dove erano presenti sia Gasly, ossia colui a cui ha tolto il sedile in agosto, sia Hamilton, ossia colui che ha mandato a donne di facili costumi la sua eccellente prestazione nel gippì Brasile. Al pilota della Red Bull non è rimasto altro che canticchiare il successo di una nota cantautrice italiana. Meglio terzo che Turci

Albon Turci

TOPLESS & FLOPLESS
Il consueto carnevale che si è scatenato a Interlagos al termine del gippì ci permette di presentare questa simpatica variante della nostra rubrica. Una tutt'altro che timida signorina, infatti, ha deciso bene di aprire il suo personalissimo DRS (Dispositivo Reggi Seno) mentre era in corso la premiazione sul podio, attirando immediatamente l'attenzione degli intellettuali che la circondavano, il quale dopo un'ovazione collettiva non hanno perso tempo nell'immortalare le soluzioni aerodinamiche della donzella. Particolarmente apprezzabile il novello Adrian Newey che potete notare sulla destra della foto, intento a fotografare con malcelata soddisfazione la carrozzeria brasiliana per poi analizzarla con grande attenzione una volta rientrato a casa. Popp position 

La timidissima brasiliana sotto il podio di Interlagos

I GRANDI QUESITI DI T&F
E concludiamo questa puntata con una domandona che non ci fa dormire la notte: cosa cacchio ha visto MV Megusta per reagire così?

  1. Il replay dell'incidente tra Vettel e Leclerc
  2. La top speed della Red Bull in qualifica
  3. La brasiliana di cui sopra
  4. Altro (specificare nei commenti senza scrivere "Altro (specificare nei commenti)"

Cos'ha visto MV?!?

Vuoi vedere in anteprima i meme senza aspettare la puntata post GP? Cerchi materiale inedito di T&F? Vuoi interagire con noi anche lontano dai weekend di gara? Non perdere tempo e metti “Mi piace” alla pagina Facebook di Top & Flop! La trovi cliccando qui -> T&F – I Top & Flop della Formula 1


TAGS: ferrari formula 1 vettel f1 verstappen leclerc GP Brasile Top & Flop T&F Top&Flop