Pubblicato il 31/08/20

Scarse emozioni a Spa nelle posizioni di vertice, come dimostra la narcolessia del povero Max Verstappen a fine gara, ma accese battaglie nelle retrovie e un pizzico di nostalgia nel rivedere la Ferrari così vicina alla Williams, anche se dal lato sbagliato della classifica. Non è mancato però il materiale per i nostri T&F, tra tifosi immaginari, piloti pragmatici, quesiti da cinema italiano e la consueta rassegna di premi, per concludere con una curiosità su Hulkenberg. Versiamoci una birra trappista e partiamo ad assaporare il meglio, ma soprattutto il peggio, del weekend del GP Belgio!

Apriamo la puntata con la nuova campagna per il sociale, o per meglio dire per il Sciarl, lanciata dalla FIA negli ultimi giorni. Il monegasco, immortalato con quell'espressione di disagio esistenziale che accomuna tutti i tifosi Ferrari in questo periodo, alza un cartello con la richiesta d'aiuto, pensando al fatto che lui, a differenza di Vettel, sarà costretto a vivere questo martirio anche il prossimo anno (sempre che poi con il nuovo regolamento dal 2022 a Maranello sappiano azzeccare il progetto). Chiunque abbia una soluzione ai problemi del Cavallino Rampante raccolga l'appello prima che The Young Pope si stufi e molli tutti, aprendosi un chiosco di dolci sulla Costa Azzurra. CHARLES LE CREPES

F1: la campagna sociale per Sciarl

TOP
Daniel Ricciardo
: che bello rivedere il Sofficino australiano tornare ai piani alti della classifica, battagliando con Verstappen nelle prime curve e arrivando poi a una manciata di secondi dal podio. Ricciardo è tra i piloti che accusano di più la mancanza del pubblico nei circuiti e così, per darsi una carica extra, si è inventato la presenza del suo fan club sulle tribune di Spa. Per questo motivo, il pilota della Renault è spesso uscito dal box nel corso delle prove per dialogare a gesti con i suoi tifosi immaginari (foto sotto), canticchiando una canzone di Ghali tra lo stupore di chi gli stava attorno. BELGA ATMOSFERA, YEAH YEAH YEAH YEAH YEEE

F1, GP Belgio 2020: Ricciardo saluta i suoi tifosi immaginari

PILLOLE DI TOP
Lewis Hamilton
: il problema di questo maledetto 2020 è che continua a regalare motivazioni extra al Luigino, già tranquillamente avviato al suo settimo titolo mondiale. Questa volta c'era da onorare la memoria di Chadwick Boseman, l'attore interprete di Black Panther scomparso nel weekend a soli 43 anni. Detto, fatto: pole position e vittoria mai in discussione, con replica del gesto iconico del primo supereroe di colore. L'appello che facciamo è semplice: 2020, stop con le notizie di melma. Luigino, stop con le vittorie mai in discussione e i record in sequenza. MOBBASTA VERAMENTE PERO'

Esteban Ocon: completa la festa Renault con il quinto posto ottenuto in extremis passando nientemeno che una Red Bull. Pragmatico come in altre occasioni, lascia Spa col sorriso dopo aver rubato un cartello del circuito da regalare, previa leggera modifica, al suo parrucchiere di fiducia che compie gli anni questa settimana. FRANCO SHAMPS

Pierre Gasly: si presenta a Spa con uno dei caschi più belli degli ultimi anni, decorato con le foto in bianconero di lui e del suo amico Antoine Hubert, tragicamente scomparso durante la gara di F2 dello scorso anno. Esattamente come 12 mesi fa, onora al meglio la memoria del connazionale, con una prestazione maiuscola. Bravo PR! CIAO TONIO

Kimi Raikkonen: prestazione commovente di Iceman sulle Ardenne, a conferma del suo feeling con il tracciato di Spa. L'Ermetico di Espoo assapora per alcune fasi una zona punti che sarebbe stata miracolosa con questa Alfa Romeo e chiude comunque primo tra i martiri che dispongono di una nopower-unit Ferrari, ma neppure la sua probabile ultima recita su questo circuito gli fa abbandonare lo stile conciso dei suoi versetti. Il weekend viene liquidato con un ''Era in Belgio''. CERTEZZA

F1, GP Belgio 2020: l'Ermetico Kimi

FLOP
Ferrari
: ''l'estate sta finendo, un anno se ne va'' cantavano i Righeira. Il problema per la Rossa è che la stagione 2020 non è neppure a metà e ci sarà poi anche un 2021 da affrontare non si sa come. Il Cavallino Rampante inizia il trittico di gare più atteso, ma anche più temuto, della stagione con una figuraccia paragonabile alla prostatite di Briatore. Prima di dire che è stato toccato il punto più basso dell'anno aspettiamo di vedere come andranno le cose a Monza e al Mugello, nel frattempo ci si può consolare pensando che almeno in Belgio non si è subìta l'onta del doppiaggio. Sì, ok, su una pista lunga 7 km. E va beh, anche grazie alla Safety Car che ha azzerato i distacchi del primo terzo di gara. TU CHIAMALE SE VUOI, CONSOLAZIONI

F1, GP Belgio 2020: i progressi della Ferrari

PILLOLE DI FLOP
Valtteri Bottas
: da quando ha firmato il rinnovo di contratto è tornato in modalità Camomillo, non rappresentando più una minaccia per Hamilton e facendoci salire una gran voglia di vedere Verstappen al suo posto su quella Mercedes. Waltterio però se ne strabatte le bollas di quello che pensiamo noi, esegue il compitino e resta assorto nei suoi quesiti filosofici. NANNI MORETTI

F1, GP Belgio 2020: Waltterio e i quesiti alla Nanni Moretti

I PREMI SPECIALI DI T&F
PREMIO 'PASTORONE APPROVA'
Antonio Giovinazzi
: continua ad essere burrascoso il rapporto del Tony con il circuito di Spa. Lo scorso anno si schiantò all'uscita della curva Pouhon, buttando nella tazza in ceramica un piazzamento a punti e mettendo a forte rischio la sua permanenza in F1. Quest'anno, dopo che il suo team principal Vasseur ha parlato del probabile esordio di Mick Schumacher in alcune sessione di libere del venerdì, il pugliese decide di rilanciare, andando ancora una volta a muro da solo e riuscendo quasi a decapitare l'incolpevole Russell. Una perseveranza che gli vale il nostro ambito premio e forse il licenziamento a fine anno. DA SPA A SPASSO

F1, GP Belgio 2020: Premio Pastorone Approva

PREMIO 'BIEN' MA ANCHE 'MAINAJOLYON'
Carlos Sainz
: saranno i primi presagi del ritorno nel Circus dello Sciamano di Oviedo, saranno gli effetti della firma con la Ferrari, fatto sta che nel 2020 Carlitos sta venendo ripetutamente colpito dalla sfiga. Dalla gomma scoppiata a Silverstone alla gara neppure cominciata a Spa, lo spagnolo non ha trovato conforto neppure nelle vesti di telespettatore, vedendo da una parte Norris risalire fino a impensierire la Red Bull di Albon e dall'altra la sua prossima squadra naufragare nei bassifondi della classifica, tra Haas e Williams. E qui sì, proprio come Alonso sembra aver avuto un pessimo timing nella scelta della nuova squadra. QUANDO SAINZ DI AVER SBAGLIATO

SENTI CHE BEL RHUMOR
È ovviamente incentrato sul disastro Ferrari l'angolo dedicato alle migliori perle twittate da @FormulaHumor. Si parte il venerdì con una constatazione su Sainz, sul quale come già detto paiono manifestarsi i primi effetti del prossimo passaggio a Maranello:
@FormulaHumor - 
Carlos Sainz tra pochi giorni fa 26 anni e pare mio nonno.

Visto l'andazzo fin dalle libere del venerdì, e considerando che a Monza si correrà a porte chiuse, un'idea per evitare una figuraccia nel GP Italia si materializza, con dirette conseguenze sul successivo gippì in programma al Mugello:
@FormulaHumor - 
+++ BRECHIN NIUS +++ Ferrari, dopo aver tastato il terreno qui a SPA, e prevedendo la possibile prestazione a Monza in caso partecipasse, ha stabilito che il successivo gran premio verrà rinominato ''GP di Toscana Ferrari 999''

Sabato l'incredibile risultato delle PL3, con le Ferrari davvero a fondo classifica, permette di riproporre un grande classico, il Binotto che si cosparge di liquido infiammabile:

E dopo la gara di domenica, è tempo di andare a recuperare una foto di presentazione della stagione, in cui dalle espressioni dei due piloti si capiva già che il predestinatoh conosceva il reale valore della SF1000, mentre il detronizzatoh sorrideva ignaro di tutto:

L'ANGOLO PREDESTINATOH
La situazione della Ferrari e il mondiale di fatto già assegnato a Lewis Hamilton mettono in difficoltà Ciarlo Vinzani, costretto a spettacolari arrampicate sugli specchi per promuovere lo scarso spettacolo e in difesa della Rossa che lo portano a inventare una nuova curiosa motorizzazione per l'AlphaTauri:
Super super gara in Belgio!1!!11! Finalmente nell'università della F1 una gara incerta con un grande Kansas city Ricciardo che insidia fino all'ultimo secondo Super super Max per raggiungere il primo podio in Renault. Ennesima super prestazione del bistrattato Gasly, che porta ancora punti alla Alpha Tauri motorizzata... TORO ROSSOH. Profondo rosso in Ferrari dove l'unico che si salva è Binotto, non c'è nessuno grande come lui nel panorama Motorsport. Ennesima sfortuna per Giovinazzi che non merita questo trattamento da parte di Spa. Ora tutti in direzione Monza per il gp che forse darà un senso alla stagione Rossa e che ci preparerà alla festa del Mugello. Ovviamente in 4K HDR

LO SAPEVATE?
Chiudiamo la puntata con una curiosità: cosa fa Nico Hulkenberg ora che è tornato disoccupato? Semplice: il muratore. Nella foto lo possiamo ammirare mentre solleva, da vero Hulk, due sacchi di cemento da 25kg l'uno che utilizzerà per tirar su una barriera che lo separi da un vicino di casa particolarmente molesto. Nostalgico il nome con cui il tedesco ha voluto battezzare la sua opera. MURO DI BERNICO

F1: l'incredibile Hulk e i sacchi di cemento

ANZI, NO
Mi sono accorto che, in fondo, in questa puntata il materiale sulla tragicomica Ferrari è stato ancora relativamente poco. E allora la chiusura è una perla pescata dal fantastico mondo dell'internet, con la ricostruzione accurata dei sorpassi subìti da The Young Pope sul rettilineo del Kemmel. 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da F1 Memes | 110K ™️ (@f1troll_) in data:

Vuoi vedere in anteprima i meme senza aspettare la puntata post GP? Cerchi materiale inedito di T&F? Vuoi interagire con noi anche lontano dai weekend di gara? Non perdere tempo e metti “Mi piace” alla pagina Facebook di Top & Flop! La trovi cliccando qui -> T&F – I Top & Flop della Formula 1 E se ancora non ti basta, ora puoi seguire i T&F anche su Instagram, cliccando qui -> TopFlopF1


TAGS: f1 GP Belgio Top & Flop T&F