Autore:
Luca Cereda

QUANDO ESCE Tra i SUV che debutteranno nella seconda metà del 2017 c'è anche la nuova Porsche Cayenne 2018, attesa in concessionaria all'inizio dell'anno nuovo e in mostra al salone di Francoforte 2017 (12 settembre). Porsche ha anticipato il tutto con un evento a Zuffenhausen, da dove arrivano queste prime immagini del SUV.

LONG TEST Sappiamo che la Cayenne modello 2018 ha percorso qualcosa come 4,4 milioni di chilometri complessivi nel suo "rodaggio" tra i ghiacchi dell'Alaska e il traffico congestionato delle metropoli cinesi, passando per l'arido Sudafrica. Segno di lavori importanti sull'hardware, oltre che sul look. Anche se l'estetica, a dirla tutta, da queste prime immagini farebbe pensare più a un restyling che a una nuova serie. 

COME CAMBIA La nuova Porsche Cayenne 2018 introduce qualche stilema preso in prestito dall'ultima 911, oppure dalla nuova Panamera, se preferite un termine di paragone più recente, nella fanaleria posteriore. La carrozzeria, con un muso più lungo e un lato-b che accentuano la sua indole coupé, segue l'esempio – di successo – della Macan. 

CAMBIA POCO? L'impressione, però, è che si tratti per lo più di un'evoluzione del modello attuale, almeno stilisticamente parlando. Con il rischio che il salto generazionale venga poco percepito. Rischio scongiurato, però, dagli interni della nuova Porsche Cayenne 2018. Che invece sono una vera e propria rivoluzione e, nell'arredo, attingono a piene mani dalla Panamera. La plancia ora è più digitale, con comandi fisici ridotti allo stretto necessario per un uso più intensivo dei polpastrelli sullo schermo da 12,3''.

CHILI, CM, LITRI  Andando alle basi, sappiamo che la nuova Porsche Cayenne 2018 è stata costruita sullo stesso pianale dell'ultima Audi Q7 e della Bentley Bentayga, perdendo fino a 65 chili alla bilancia nonostante un equipaggiamento più ricco. Grazie a questo, è anche più lunga di 6 centimetri, ora arriva a 4,92 metri, e ha un bagagliaio più ampio, da 770 litri, ovvero 100 in più di prima.

PER LA GUIDA Per la dinamica ci sono trazione integrale attiva di serie, il Porsche 4D Chassis Control, le sospensioni pneumatiche a tripla camera (per aumentare la differenza tra i settaggi più confortevoli e quelli più sportivi), al sistema elettronico di stabilizzazione dei movimenti di rollio Porsche Dynamic Chassis Control (PDCC) a controllo elettronico e il Porsche Surface Coated Brake (PSCB), un impianto frenante più performante, abbinato esclusivamente ai cerchi da 21'', con dischi di ghisa rivestiti in camburo-tungsteno. Per la prima volta la Cayenne monta pneumatici misti e può contare sull'asse posteriore sterzante, già introdotto dalla 911 e dalla Panamera.

PREZZO Aggiornata in toto anche per quanto riguarda i dispositivi di assistenza alla guida, la Porsche Cayenne di terza generazione si presenta al lancio con due turbobenzina, entrambi con potenze al rialzo. La Cayenne 3.0 litri da 340 cavalli arriva a coprire lo 0-100 in 5,9 secondi con il pacchetto Sport Chrono e costa 78.000 euro. La Cayenne S, spinta da un V6 2.9 litri biturbo da 440 cv sfonda il muro dei 5'' nello sparo (con lo Sport Chrono) e attacca il listino a 95.600 euro. Per entrambe c'è il nuovo cambio Tiptronic S a 8 marce. 


TAGS: porsche porsche cayenne salone di francoforte 2017 nuova porsche cayenne 2018 Porsche francoforte 2017