Prova

Lancia Musa 2007


Avatar di Mario Cornicchia , il 12/10/07

14 anni fa - Si fa allargare il didietro e lo vuole pure più basso

Altro che liposuzione e push-up. La Musa va controtendenza, si fa allargare il didietro e lo vuole pure più basso. A tutto vantaggio della capacità e della facilità di carico e dello stile. E fa tutto in silenzio...

Benvenuto nello Speciale TUTTE LE AUTO EURO5 , composto da 100 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario TUTTE LE AUTO EURO5 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

COM'E' Restyling importante per la Musa. Qualche scintillio in più con la nuova cornice cromata sotto i vetri che si arrampica sul montante posteriore e i profili sulle fiancate. Nuova anche la calandra dagli otto nuovi fanoni cromati, tosta nell'aspetto e originale, ben intonata allo stile che avranno le concessionarie Lancia, minimal chic con molto carattere, elegante ma moderno e forte.

GOBBA, QUALE GOBBA? La novità vera sta in coda, però, con uno stile tutto nuovo e meno gibboso che nasconde una sorpresa importante. Il portellone è più piatto, con il lunotto più grande e più piatto che scende a mezza altezza per abbassare il baricentro ottico e dare l'impressione che la Musa sia più bassa e più larga.

LEDY MUSA Ai lati del portellone cambiano anche le luci, più sfuggenti e puntute verso l'alto. Prima la Musa tra le concorrenti adotta la tecnologia a led, con un paio di file di led rossi inclinati verso l'esterno a proteggere le frecce con vetro bianco. Disegno pulito, aspetto hi-tech anche se i led non mancano di ricordare le lucine degli addobbi natalizi. Ma così è... 

SOGLIA BASSA Ma guardate bene. Il portellone sembra che abbia le stesse proporzioni di quello della Musa prima serie, in realtà la maniglia è nel paraurti. Infatti il portellone si allunga verso il basso e integra la metà superiore del paraurti stesso. La parte importante del restyling sta proprio nella coda, dove è cambiata la scocca in quella che i tecnici chiamano dorsale, la traversa che fa da soglia di carico. La nuova dorsale arretra e si abbassa, per guadagnare spazio per il carico e per facilitare lo stivaggio, con la soglia più bassa di 42 millimetri.  

A TUTTO VOLUME Complice anche l'avanzamento di due centimetri del divano posteriore, compensato nell'abilità da nuovi gusci posteriori dei sedili anteriori più scavati giusto di due centimetri, il bagagliaio della nuova Musa raggiunge il valore record per la categoria di 390 litri, 70 litri in più rispetto alla Musa prima serie, che arrivano a 460 se si fanno avanzare i sedili posteriori. E anche in questo caso l'abitabilità è assicurata senza sacrifici per ospiti adulti.

MINIFURGONE Se si viaggia in due, lo spazio disponibile è di 1500 litri. Nelle varie configurazioni mi ricordano i dati di una prova recente, quella della Mercedes Classe C wagon, che piccola negli spazi interni e negli ingombri esterni proprio non è. Niente male per la piccola Musa, che rispetto alla prima Musa si allunga soltanto di due centimetri scarsi (403,5x169,8x166 cm).

HOT AND COOL All'interno cambiano i materiali e si può scegliere tra tonalità calde o fredde, da salotto o hi-tech. Per la nuova Musa la plancia e le plastiche possono essere marroni,come in precedenza o anche in uno chicchissimo blu.Curata e Italian Style la scelta dei tessuti e degli accostamenti. 

BASSO VOLUME Se gli sforzi per aumentare il volume di carico sono stati intensi e premiati dal risultato, anche gli sforzi per diminuire il volume del rumore di bordo non sono stati da meno. Il merito è di un nuovo rivestimento del soffitto, realizzato con un nuovo materiale che attutisce i suoni su tutte le frequenze,abbattendo il rumore di due decibel a tutte le andature, che non sono pochi. È il più importante di una serie di affinamenti meccanici che riguardano anche le tarature degli ammortizzatori, pensati per il comfort.

CINQUE MOTORI I motori a gasolio Multijet rimangono tre: 1.9 da 100 cavalli e 1.3 da 70 o 90 cavalli, cambio cinque marce robotizzato DFN Dolce Far Niente per tutte e filtro antiparticolato per la 90 cavalli. A benzina due versioni del Fire 1.4, con 77 o 95 cavalli.

OTTANTA MUSE Tra combinazioni di colori (14), di allestimenti interni (cinque: Argento, Oro e Platino con tinte calde o fredde) e abbinamenti B-Colore (quattro) si può scegliere tra ottanta differenti Musa. Prezzi da 14.950 a 20.600 euro.


Pubblicato da M.A. Corniche, 12/10/2007
Gallery
Tutte le auto Euro5
Logo MotorBox