Concept car

Lotus Elite


Avatar Redazionale , il 20/09/10

11 anni fa - Le prime quattro foto della futura sportiva di Ethel

Dopo le antenate degli Anni 50 e 70 la Elite si ripresenta sotto una nuova veste. Ora ha 620 cavalli, tecnologia ibrida e un design mozzafiato.

Benvenuto nello Speciale SALONE DI PARIGI 2010, L'ELENCO AGGIORNATO, composto da 100 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario SALONE DI PARIGI 2010, L'ELENCO AGGIORNATO qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

UNO, DUE... Era sul finire degli anni cinquanta quando la Lotus lanciò la prima Elite, una sportivetta a due posti che sfruttava la scocca portante in vetroresina per fermare l'ago della bilancia a soli 504 kg. Poi gli Anni Settanta, e sulla moda delle hatchback uscì la seconda serie della sportiva inglese. Due posti in più, un design stravolto, un motore più potente, ma il nome era ancora quello, così come la vetroresina, utilizzata in tutta la carrozzeria.

...E TRE Ed eccoci a noi: ancora dieci giorni e a Parigi la Lotus svelerà le prime foto della terza Elite. Il nome è sempre uguale, ma per il resto è tutta un'altra storia. Addio vetroresina, dimensioni lievitate, motore extra large, gran comfort, e così anche alla voce "peso" non si trova più una cifra da far gridare al miracolo. É vero che sono altri tempi, ma i suoi 1650 Kg (più del triplo rispetto alla prima serie) fanno ben capire che la nuova Elite ha ben poco da spartire con le sue antenate.

BELLA E POTENTE Con la sua carrozzeria 2+2 ed i 620 cavalli e 720 Nm del V8 5 litri di origine Toyota, la nuova Elite vuole infatti essere una supersportiva capace di coniugare prestazioni e comfort, il tutto in una carrozzeria piena di fascino ed eleganza. Le prime immagini sono esaustive del gran lavoro svolto dal centro stile Lotus. Il frontale leggero ed affilato sfoggia una bellissima bocca esagonale e slanciati gruppi ottici dalla cornice in fibra di carbonio. Di gran pregio anche l'andamento del profilo del cofano, con il doppio spigolo da cui si sviluppano gli sfoghi del motore.

TIRA SU LA CODA Subito dietro ai passaruota, prima che muoiano i muscoli del frontale, il bello sfogo cromato dà  origine ad una decisa nervatura, che si impenna verso la coda. Tutta la fiancata ed il padiglione paiono infatti tirati verso la sommità del posteriore, dove dalla carrozzeria si "stacca" un bellissimo spoiler dal profilo spezzato. La vetratura laterale affilata ed il parabrezza che continua ininterrotto fino al lunotto posteriore contribuiscono a dare grande slancio alla vettura, mentre nella coda i volumi posano la vettura a terra per trasmettere forza ed un grande senso di tenuta.

VEDI ANCHE



AFFASCINANTE SEMPLICITÁ Come nel resto della vettura anche qui i designer non hanno optato per linee molto complesse, ma l'armonia delle forme e i volumi ben proporzionati concorrono a donarle un look davvero invitante. I gruppi ottici posteriori  triangolari si sviluppano longitudinalmente, così da esaltare la larghezza della vettura assieme alla banda scura del vano bagagli e al pronunciato estrattore. Il motivo triangolare dei gruppi ottici è poi ripreso negli scarichi, raffinati anche per la finitura cromata della cornice.

OLTRE I 300 Un design che coniuga quindi eleganza, semplicità ma anche tanta cattiveria, per ben comunicare le sue ambizioni corsaiole. Il prestazionale propulsore, montato in posizione anteriore centrale, spingerà infatti la Elite ad una velocità massima di 315 Km/h, fermando il cronometro nello 0-100 Km/h a soli 3.5 secondi.

MEZZA 599 Al momento del lancio sarà disponibile sia a benzina che ibrida, con il sistema KERS ed un motore elettrico integrato nel cambio. Le emissioni di CO2 della versione "ecologica" scenderanno così a soli 215 g/km vantando, a parità di cavalleria, emissioni quasi dimezzate rispetto alla Ferrari 599 GTB Fiorano.

DOLCE ATTESA Oggi le foto e tra soli dieci giorni la presentazione alla kermesse Parigina. Per il lancio sulle strade bisognerà però attendere ben di più, visto che la commercializzazione della nuova Elite è prevista non prima della primavera del 2014. Una lunga e dolce attesa, dopo di che, con un "assegnino" di circa 115.000 sterline (che corrispondono a circa 138.000 euro), si potrà finalmente acquistarne una, nella speranza che questi quattro anni non sciupino troppo la freschezza delle sue linee.

La scheda tecnica
Carrozzeria: 2+2
Trazione: posteriore
Posizione motore: anteriore-centrale
Dimensioni
Lunghezza: 4,60 m
Larghezza: 1,90 m
Altezza: 1,32 m
Motore
Alimentazione: Benzina o ibrida (optional)
Tecnologia ibrida: cambio ibrido con motore elettrico integrato e Kers
Clindrata: 5.0 litri V8
Potenza: 620cv a 8.500 giri
Coppia: 720 Nm a 8500 giri
Accelerazione 0-100 km/h: da 3,5 a 3,7 secondi
Velocità max: 315 km/h
CO2: 215 g/km (versione ibrida)

Peso a vuoto: 1.650 kg

Inizio della produzione: inizio 2014
Inizio vendite: primavera 2014
Prezzo indicativo: circa 115.000 sterloine (138.000 euro)


Pubblicato da Davide Varenna, 20/09/2010
Gallery
Salone di Parigi 2010, l'elenco aggiornato
Logo MotorBox