Concept Car

Seat IBE


Avatar Redazionale , il 01/10/10

11 anni fa -

Seconda puntata con il prototipo della futura coupé spagnola, già presentata lo scorso marzo a Ginevra.

Benvenuto nello Speciale SALONE DI PARIGI 2010, L'ELENCO AGGIORNATO, composto da 100 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario SALONE DI PARIGI 2010, L'ELENCO AGGIORNATO qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

CONCEDE IL BIS L'avevamo già vista a Ginevra, in marzo, la Seat IBe. Ma questa piccola coupé (è 20 centimetri più corta dell'Ibiza) che anticipa le linee della futura Leon, è voluta ritornare sulle passerelle del Salone parigino, mostrando al pubblico i suoi ritocchini esterni e l'inedito abitacolo, studiato per offrire tanto spazio e interessanti chicche elettroniche.

ANGELI E DEMONI Se la prima era di un bianco angelico, ora ritorna verniciata di rosso vivo, come le fiamme dell'inferno. D'altra parte, i piccoli interventi sulla carrozzeria sembrano voler incattivire ancora di più le sue forme aguzze, con le nuove prese d'aria nel frontale, il paraurti più spigoloso e i gruppi ottici parzialmente ridisegnati. Al posto della "doppia saetta" di LED, sia all'anteriore che al posteriore le luci presentano ora un profilo triangolare, chiaro riferimento all'"arrow design" intrapreso da Seat. Stesso trattamento anche per i grossi cerchi da 19 pollici: non sostituiti ma semplicemente ritoccati, con le cinque razze ad elica che ora sono sdoppiate.

VEDI ANCHE



SVELA GLI INTERNI Le novità maggiori si trovano però nell'abitacolo, non più celato dai vetri oscurati della prima concept ma messo bene in mostra, grazie anche all'abbondante luce che penetra dal nuovo tetto in vetro. Prima ancora di osservare la bellezza dei tessuti contrastanti e della plancia sospesa, l'attenzione viene catturata dalla strumentazione di bordo. Sotto lo sguardo del guidatore campeggia un grande schermo in cui vengono proiettate le informazioni della vettura e quelle fornite dal proprio smartphone, facilmente controllabili tramite i touch pads integrati nelle razze del volante.

CUORE FEDELE Nulla di nuovo sotto il cofano, dove si ritrova il propulsore elettrico da 102 CV e 200 Nm già visto a Ginevra. Grazie anche al perso contenuto in soli 1.100 Kg, la IBe scatta da 0 a 100 km/h in 9.7 secondi, toccando una velocità di punta di 160 Km/h. Con i suoi 130 km di autonomia massima, la piccola Seat si conferma così un'ottima soluzione per divertenti spostamenti cittadini, ad emissioni zero, ovviamente.


Pubblicato da Davide Varenna, 01/10/2010
Gallery
Salone di Parigi 2010, l'elenco aggiornato
Logo MotorBox