Concept car

Mazda Shinari


Avatar Redazionale , il 08/09/10

11 anni fa -

Questa concept che sfilerà a Parigi anticipa alcune linee che ritroveremo sui modelli Mazda di domani.

Benvenuto nello Speciale SALONE DI PARIGI 2010, L'ELENCO AGGIORNATO, composto da 100 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario SALONE DI PARIGI 2010, L'ELENCO AGGIORNATO qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

COLPO DI... KODO Alla Mazda sono pronti a voltare pagina e a rompere con il passato. Al quartier generale di Hiroshima vogliono per la gamma delle macchine prossime venture un nuovo look, ancora più moderno e dinamico. Il manifesto programmatico del nuovo corso stilistico è rappresentato dalla concept Shinari, che sarà tra le protagoniste del prossimo Mondial de l'Automobile di Parigi e che incarna la filosofia del Kodo design, letteralmente l'essenza del movimento.

NOMEN HOMEN Shinari, invece, in giapponese esprime la potenza e la resistenza di un corpo che viene sottoposto a flessione o torsione. E, a bene vedere, questa coupé a quattro porte e quattro posti in molti tratti ricorda un arco teso pronto a scoccare una freccia. La carrozzeria è solcata da molteplici nervature, come se sotto le lamiere si nascondesse un fascio di muscoli e tendini sotto sforzo.

VEDI ANCHE



UNA COUPE' CON I BAFFI Come già accade su altre Mazda, i parafanghi anteriori sono i principali protagonisti e si stagliano in modo deciso dal cofano motore. A contendere loro la scena c'è una grande griglia sottolineata da una lamina d'alluminio che dà alla mascherina un effetto 3D. Due baffi di metallo partono anche dai lati del paraurti per continuare poi nei sottoporta, mentre altri listelli incorniciano i finestrini. La stessa finitura si ritrova poi anche a livello degli specchietti retrovisori e del bagagliaio.

QUATTRO PER UNO L'alluminio fa da ritornello anche nell'abitacolo, che quanto a stile si trova sulla stessa lunghezza d'onda dell'esterno. Gli arredi hanno forme slanciate e filanti, che danno un'idea di grande sportività, complici anche i quattro sedili singoli superavvolgenti e con poggiatesta integrato. Sotto lo spettacolare tetto panoramico in cristallo, l'elemento più spettacolare è comunque la consolle centrale asimmetrica.

SFERA DI CRISTALLO Per il momento sembra comunque improbabile che da una costola della Shinari possa nascere direttamente un modello di serie, anche se il suo aspetto è verosimile, tutt'altro che fantascientifico. E' vero che una grande coupé o una berlina molto grintosa mancano nel listino Mazda ma sembra anche difficile che all'ombra del Sol Levante abbiano voglia di cimentarsi su un terreno insidioso e popolato di agguerrite rivali.


Pubblicato da Paolo Sardi, 08/09/2010
Gallery
Salone di Parigi 2010, l'elenco aggiornato
Logo MotorBox