Autore:
Luca Cereda

VOLTA PAGINA Best-seller negli Stati Uniti (circa 110 mila copie l'anno ), mosca bianca in Italia (parliamo di neanche 4100 pezzi venduti in 5 anni, con un picco di 1.292 nel 2002), la Nuova Volkswagen Jetta 2011 prova a voltare pagina con questa nuova generazione. Tanti saluti al vecchio stile da Golf con la codina, dunque, e spazio ad interni più sofisticati, all'altezza delle richieste europee. La gamma motori è decisamente completa e offre sei opzioni tra diesel e benzina, con la possibilità di abbinare il cambio DSG a 6 o a 7 rapporti.

EVOLUZIONE Nata sotto le direttive stilistiche di De Silva e Bischoff , la nuova Jetta 2011 non condivide più alcun pezzo con la Golf e accentua il taglio da coupé, come testimonia l'andamento del padiglione. Le linee si distendono pulite e orizzontali - questione di family feeling -, le proporzioni sono classiche, mentre è ai passaruota e alle spalle che spetta il compito di trasmettere sensazioni di presenza e sportività. I due retrovisori con indicatori di direzione integrati ricordano da vicino la CC e, più in generale, la Nuova Jetta rappresenta l'evoluzione "da produzione" della concept NCC coupé presentata all'ultimo salone di Detroit.   

STRETCHING Si sono evolute anche le misure della Jetta 2011, cresciute sensibilmente. Le più importanti, lunghezza (464 cm, +9 sulla vecchia versione) e passo (arrivato a 265 cm dopo lo stretching in officina), garantiscono una migliore abitabilità, che per il passeggero significa circa 7 centimetri in più di spazio per le gambe. L'abitacolo, nettamente migliorato rispetto al vecchio modello, presenta volante, comandi della strumentazione e consolle centrale (leggermente inclinata verso chi guida) tutti completamente ridisegnati. Le dotazioni, poi, sono abbastanza complete già a partire dall'allestimento Trendline, che offre 6 airbag, 5 poggiatesta attivi ABS con Brake Assist, retrovisori regolabili e riscaldabili, inserti cromati sulla plancia e sedili regolabili (in 6 e 4 posizioni).

MAMBO NUMBER 16 Sul Comfortline  spuntano poi radio con lettore CD (RCD 2010), braccioli centrali, cerchi Mambo da 16", sensori di parcheggio e specchietto posteriore che si regola in fase di retro inquadrando la ruota posteriore. Volante, pomello e freno a mano sono tutti rivestiti in pelle. L'allestimento top di gamma, l'Highline, aggiunge a tutto quanto già citato cerchi da 17", cromature sparse qua e là, clima automatico, modanature in nero lucido sulla plancia e sedili anteriori riscaldabili.

MOTORI In Italia la Jetta proporrà in totale sei motorizzazioni, quattro nuove più due vecchie conoscenze. Sul fronte benzina le new entry sono il 1.2 TSI da 105 cavalli (5,3 l/100 km e 123 g/km di CO2) e il 1.4 TSI da 160 cavalli, mentre tra i turbodiesel debuttano il 1.6 TDI da 105 cavalli e il 2.0 TDI da 140 cv (4,8 l/100 km e 126 g/km CO2). Il più piccolo a gasolio è disponibile anche in versione Bluemotion, dove abbassa i consumi dichiarati (da 4,5 a 4,3 g/100 km) e le emissioni (scendendo a 109 g/km). Confermati dalla vecchia linea il 1.4 TSI da 122 cv e il 2.0 TSI da 100 cv.   

CAMBI Per tutti è previsto l'abbinamento con un cambio manuale a 6 o a 5 marce, ma non è esclusa l'opzione automatica. Il DSG a sei rapporti è infatti disponibile su tre dei quattro nuovi motori (1.4 TSI da 160 cv, 1.6 TDI e 2.0 TDI), mentre per i "vecchi" 1.4 TSI da 122 cv e il 2.0 TSI da 200 cv c'è un invece cambio a doppia frizione a sette rapporti.


TAGS: volkswagen jetta 2011 vw jetta motor show 2010 Auto Blu: signori si cambia Salone di Parigi 2010, l'elenco aggiornato