Autore:
Paolo Sardi

ESAGERATA L'edizione attuale della ML 63 AMG non si può certo dire che avesse un look castigato come quello di un'educanda. Con il nuovo aggiornamento, tuttavia, i vertici dell'atelier tedesco (che è legato a doppio filo con la Mercedes) hanno pensato bene di affilare ulteriormente gli artigli della loro Suv da sparo e di regalarle un look ancora più grintoso. Per la serie "l'importante è esagerare", spazio dunque a un nuovo cofano motore con powerdome ingobbito come un bisonte.

SCARPE GROSSE Sotto la macherina tiene banco una presa d'aria rettangolare mentre ai lati spiccano fari attivi bixeno scuri, così come brunite sono anche le luci di coda a Led. Il lato A e il lato B sono sottolineati da piastre metalliche, pensate per proteggere gli organi vitali in caso di occasionali rapporti con gli sterrati. Pare però difficile che qualcuno se la senta di abbandonare la retta via asfaltata, viste le "scarpe" che indossa questa AMG. Andare per strade bianche con gomme 295/40 calzate su cerchi tirati a specchio da 20" sarebbe un po' come fare una ferrata con un paio di décolleté tacco 12. E optional ci sono anche le 295/35-21…

MR MUSCOLO Volendo, la trazione integrale permanente permetterebbe comunque di affrontare anche il fuoristrada impegnativo ma con una ripartizione base della coppia tra asse anteriore e asse posteriore 40:60 che privilegia di più la guida sportiva su asfalto. La sua presenza è indispensabile per scaricare a terra i 510 cv erogati a 6.800 giri dal motore V8 6.3, pluripremiato dalla giuria dell'Engine of the Year e capace anche di un picco di coppia di 630 Nm. Alla faccia di una mole e di un'aerodinamica tutt'altro che favorevoli, la ML 63 AMG scatta da 0 a 100 in 5 secondi tondi e raggiunge d'un fiato i 250 km/h, prima che la centralina tarpi le ali all'allungo.

CUSCINO D'ARIA Il cambio è automatico 7G Tronic con tre programmi di funzionamento e modalità sequenziale utilizzabile anche attraverso levette al volante. Per amministrare a dovere la potenza nel misto, l'AMG monta sulla ML 63 l'assetto Airmatic con sospensioni pneumatiche autolivellanti e sistema di smorzamento attivo ADS. Anche i freni si annunciano all'altezza della situazione. Le dimensioni dei dischi crescono rispetto all'impianto di serie della ML e le superficie frenate si presenta fittamente bucherellata, a mo' di colapasta, per un miglior raffreddamento.

TRA DUE GUANCIALI Quanto all'abitacolo, la nuova edizione si esibisce in un copia e incolla da manuale e riprende pari pari gli arredi del modello attuale. In particolare sono straconfermati i sedili sportivi Multicontour, dotati cioè di imbottitura dal profilo variabile, oltre che di regolazione elettrica e rivestimento in nappa e Alcantara. La ML 63 AMG può essere ordinata da subito a 105.077 euro, mentre le consegne inizieranno nel prossimo mese di luglio.


TAGS: amg tronic 6.3 airmatic ads 295 speedshift Salone di Parigi 2010, l'elenco aggiornato