Autore:
Salvo Sardina

L’ALTRO LATO DEL BOX Si è parlato tanto di Alexander Albon e Pierre Gasly, i due protagonisti dell’intrigo di mercato del summer break della Red Bull. Dall’altro lato del box anglo-austriaco, però, la vera star è Max Verstappen, unico quest’anno in grado di interrompere il dominio Mercedes portando a casa la vittoria nei Gp di Austria e Germania. L’asso olandese ha assistito quasi da convitato di pietra all’avvicendamento tra l’ex compagno transalpino e il giovane rookie thailandese e, dopo aver dichiarato nei giorni scorsi di essere totalmente indifferente alla questione, nella conferenza stampa del giovedì di Spa ha espresso la propria opinione su quanto accaduto tra Milton Keynes e Faenza in questa lunga pausa estiva.

SAPEVO TUTTOLa notizia? La sapevo già da prima delle vacanze – ha spiegato Max Verstappen – quando sono andato a lavorare al simulatore. Dunque per me non è stata una sorpresa e poi comunque ci sono già passato in prima persona. Il tempo dirà se questa decisione è stata giusta o meno, per il momento di sicuro è difficile rispondere. Alex è un ragazzo in gamba, lo conosco da molti anni, un po’ come conoscevo da tempo anche Pierre. Abbiamo tutti gareggiato l’uno contro l’altro nel 2010, Albon è un pilota veloce ed entusiasta il che è sempre un aspetto positivo. Non so se condividere il garage con lui renderà le cose più difficili per me nel prosieguo della stagione, ho una grande stima di Alex, ma ce l’avevo anche di Pierre. Lo scopriremo…”.

F1 GP Belgio 2019, Spa: I piloti nella conferenza stampa del giovedì

SPA NÌ, MONDIALE NO Il talento di casa Red Bull ha poi parlato delle prossime tappe, circuiti con lunghi rettilinei che potrebbero significare un passo indietro per la Red Bull: “Non so, sarà un po’ più complesso per via delle alte velocità sul dritto, ma anche a Silverstone siamo stati competitivi quindi è una questione di trovare il bilanciamento e il giusto compromesso di setup tra rettifili e parti guidate”. Un po’ per pretattica, un po’ perché lo svantaggio in classifica da Hamilton è davvero pesante, Verstappen ha invece dichiarato chiuso il mondiale: “Cercherò di fare il meglio possibile, dipenderà anche dalle piste. A Spa e a Monza mi aspetto che sarà più complicato fare bene, ma con gli aggiornamenti siamo stati forti. E poi ci saranno circuiti dove potremo giocarci le nostre carte. Il campionato? No, credo che non sia possibile vincerlo. Darò comunque il massimo, certo, vedremo cosa significherà a fine stagione”.


TAGS: formula 1 red bull spa f1 GP Belgio verstappen gasly f1 2019 Albon BelgianGP 2019