GIORNATA POSITIVA Una buona giornata per Charles Leclerc quella del venerdì al Gran Premio del Belgio. Il pilota monegasco ha messo in fila tutti, rifilando distacchi abissali a tutta la concorrenza, se non fosse che - come spesso si sente dire ai piloti al termine di PL1PL2 - è solo un venerdì. Sensazioni positive comunque, quelle raccolte dal pilota della Ferrari oggi nelle circa 3 ore di attività in pista, ma Charles è ben cosciente che i 6 decimi che ha messo tra sé e Vettel, e gli otto che lo separano dalla Mercedes, sono distacchi irreali.

GAP NON VERITIERO Tanto per cominciare Vettel ha commesso un errore nel suo giro veloce e Charles preso la scia di una vettura nel suo. La Mercedes poi ha girato senza spremere il nuovo motore, e così la Red Bull, e abbiamo già visto quest'anno come, con la potenza al massimo, la Ferrari conserva un minimo vantaggio in rettilineo ma non così ampio come il secondo inflitto agli avversari nel primo settore quest'oggi. Leclerc e la Ferrari tutto questo lo sanno, e per questo il monegasco è prudente davanti ai microfoni della stampa

LAVORO DA FARE "Ricominciare dopo le vacanze con un venerdì come questo è buono" - ha spiegato Leclerc - "Per noi è stata una giornata positiva, il ritmo in qualifica è stato subito forte per noi, il passo gara un po' meso, perciò abbiamo bisogno di lavorare su questo aspetto, specialmente in ottica domenicale."

OCCHIO ALLA MERCEDES "La Mercedes ci può sicuramente raggiungere da quì alla gara, sono abbastanza sicuro che lo faranno" - ha aggiunto Leclerc - "Nel secondo settore loro sono molto, molto forti, e poi domani, una volta aumentata la potenza e girato il manettino, non saranno così lontani anche nel primo settore, quindi penso che saranno molto forti."


TAGS: ferrari formula 1 vettel Charles Leclerc f1 2019 BelgianGP 2019 GP Belgio 2019 F1 GP Belgio 2019