Autore:
Matteo Larini

MERCEDES DIETRO Nonostante la grande velocità della W10 nel secondo settore, la Ferrari è risultata più rapida nel primo e nel terzo settore, soprattutto con un Charles Leclerc incredibile, che è riuscito ad ottenere una pole straordinaria, con sette decimi di vantaggio sul compagno Vettel e sul primo degli alfieri Mercedes, il britannico Hamilton, che aveva rischiato di non prendere parte alle qualifiche dopo il 'botto' delle PL3 al mattino.

HAMILTON RINGRAZIA Se l'inglese è riuscito ad ottenere la terza posizione in griglia è anche grazie allo sforzo incessante di tutti i meccanici Mercedes, che sono riusciti a riparare tutti i danni riportati alla sua W10 con l'incidente nel secondo settore, in cui Hamilton era finito contro le barriere. Il britannico, conscio del grande lavoro svolto dai suoi meccanici, spende subito una parola per loro: "Le P3 sono state terribili per me, perché si sa quante persone ti mettono in condizione di guidare, so quanto hanno lavorato per rimettermi in sesto la macchina, loro non sbagliano mai, vanno al 110%, sono felice per loro ed ho provato a ripagarli con una grande qualifica. Comunque essere terzo non è male, la pole oggi era irraggiungibile, va bene così".

OUTLAP LENTO Nel corso della prima parte del Q3, Lewis Hamilton si era lamentato via radio per il lentissimo giro di riscaldamento in uscita causato da Nico Hulkenberg, che ha rallentato tutti i piloti alle sue spalle, tra cui le due Mercedes di Bottas e di Hamilton, rispettivamente. Interpellato in merito, il britannico ha dato il suo parere, prima di complimentarsi con la squadra di Maranello: "Si, [quel giro] era molto lento, forse lui [Bottas] voleva mantenere la scia di chi gli stava davanti, io cercavo di stargli dietro ed è stato complicato. Ferrari ha fatto un grande lavoro oggi, Charles è stato eccezionale, proveremo a dare loro filo da torcere domani". 

PASSO Nonostante la terza posizione non possa soddisfare appieno il pilota inglese, Hamilton è positivo in vista della gara di domani grazie al ritmo mostrato ieri, anche se non sa se il fresco lo aiuterà: "Non lo so, devo chiedere agli ingegneri, speriamo di poter fare una bella gara, poi esamineremo tutto con calma" ha concluso il pilota britannico, che spera di fare meglio in gara.

 


TAGS: mercedes f1 Hamilton f1 2019 W10 BelgianGP 2019