Autore:
Salvo Sardina

PAGELLE GP BELGIO 2019 A Spa-Francorchamps festeggia finalmente la Ferrari, anche se con il cuore in gola dopo i tristi avvenimenti di ieri. A trionfare in una giornata che probabilmente entra di diritto nella storia della F1 c’è Charles Leclerc, incalzato nel finale di gara da un Lewis Hamilton mai domo. Sebastian Vettel invece pasticcia un po’ al via ma poi si rivela determinante per il successo del compagno di squadra. Ecco le nostre pagelle del Gran Premio del Belgio 2019.

CHARLES LECLERC Parte bene, spinge a tutta e dimostra di avere un passo inarrivabile sin dal venerdì. Il vero capolavoro lo fa al sabato in qualifica, mentre oggi si limita a sfruttare la macchina più efficace tra i saliscendi di Spa e la strategia migliore. Sconfigge il fantasma del gradino più alto del podio che gli era sempre sfuggito in zona Cesarini e che pure oggi è stato messo in dubbio nonostante la pressione finale di Hamilton. È lui a portare a Maranello la prima vittoria della stagione: una pagina storica per la F1 – da dedicare all’amico Hubert – un po’ meno per il compagno di squadra. Voto 9.5

F1 GP Belgio 2019, Spa: Charles Leclerc (Ferrari)

LEWIS HAMILTON Sbaglia nelle prove libere e in qualifica non fa la solita differenza. Oggi però è il solito leone, si incolla negli scarichi di Vettel nonostante una monoposto che qui è apparsa complessivamente meno efficace. La Mercedes induce gli uomini Ferrari all’errore strategico e sul finale mette anche pressione a un Leclerc un po’ in difficoltà con le gomme. Con Bottas alle sue spalle e Verstappen ritirato, è un secondo posto che vale comunque una vittoria. Voto 8.5

VALTTERI BOTTAS Senza infamia e senza lode in questa sua prima gara da pilota confermato dalla Mercedes. Qualora cercassimo l’anti-Hamilton è ormai chiaro che anche nel 2020 dovremo guardare altrove, ma se volessimo trovare un buon gregario il suo è l’identikit perfetto, forse il migliore di questa generazione di piloti. Anche oggi, pur non venendo quasi mai inquadrato dalle telecamere, riesce comunque a rubare punti a Vettel e alla Ferrari. È questo quello che gli si chiede. Voto 7

SEBASTIAN VETTEL I sette decimi in qualifica dal compagno di squadra erano già stati un segnale chiaro su come sarebbe potuto proseguire il weekend di Spa. Che, se si conclude con il quarto posto, non è certo per sue colpe quanto per l’errore del muretto nel cadere nel tranello della Mercedes. Nonostante qualche piccolo pasticcio in partenza, al quale Seb rimedia subito sverniciando Hamilton sul Kemmel come nel 2018, il podio sarebbe stato alla portata. Al contrario del 2018, il risultato non gli regala nessuna gioia ma il protrarsi di un lungo digiuno. C’è il suo zampino da scudiero nel successo di Charles, ma non è detto che questa sia una ragione per fare festa. Voto 7.5

F1 GP Belgio 2019, Spa: la partenza della gara

ALEXANDER ALBON Parte diciassettesimo e rimonta fino alla quinta posizione con svariati sorpassi mozzafiato. Due su tutti, quello all’ultimo giro con mezza macchina sull’erba per scavalcare Sergio Perez e quello all’esterno in curva-9 ai danni di Daniel Ricciardo. Una gioia per gli occhi: ha iniziato decisamente bene la sua avventura in Red Bull, sopperendo egregiamente all’assenza di Max Verstappen. Voto 8

DANIIL KVYAT Vale un po’ lo stesso discorso fatto per Albon: da diciannovesimo a settimo con la piccola Toro Rosso è praticamente una vittoria. Bravo a restare fuori dai guai e a raccogliere il massimo con il mezzo tecnico a disposizione. Continuando così metterà seriamente in difficoltà Helmut Marko. Voto 8

LANDO NORRIS Corre una gran gara mantenendosi comodamente al quinto posto alle spalle dei quattro big. Poi un problema tecnico lo tradisce a 7 chilometri dalla fine. Una beffa che però nulla toglie all’assoluta bontà del suo fine settimana. Voto 8

ANTONIO GIOVINAZZI Il sogno di tornare a raccogliere punti dopo la doccia fredda della penalizzazione a Hockenheim si infrange contro il muro di Pouhon a pochi metri dal traguardo. Un botto piuttosto violento che, per fortuna, non ha prodotto conseguenze fisiche. Ci saranno da valutare quelle psicologiche, perché una gara sontuosa in rimonta dalla diciottesima posizione è terminata brutalmente per quello che a primo acchito ha tutta l’aria di un errore di guida. Clamorosa occasione sprecata con Kimi fuori dai giochi. Voto 5

F1 GP Belgio 2019, Spa: l'incidente al via di Max Verstappen

MAX VERSTAPPEN La sua gara dura giusto qualche metro dopo lo spegnimento dei semafori, a interrompere una striscia di piazzamenti in zona punti inaugurata proprio a Spa 2018. Forse avrebbe potuto essere un po’ più cauto al via, anche se Raikkonen lo chiude a muro come se lui non ci fosse. Un vero peccato per tutta la marea oranje che era arrivata a sostenerlo dalla vicina Olanda. Ci sarà tempo per rifarsi. Voto SV


TAGS: formula 1 vettel Hamilton verstappen bottas leclerc f1 2019 BelgianGP 2019 GP Belgio 2019 pagelle GP Belgio 2019 Pagelle GP Belgio Pagelle Spa 2019