Autore:
Simone Valtieri

RISCATTO È un Sebastian Vettel piuttosto loquace quello che si presenta davanti ai giornalisti nella tradizionale conferenza stampa del giovedì che inaugura il weekend del Gran Premio d'Italia. Il pilota tedesco punta forte su Monza per riscattare la prestazione un po' opaca offerta in Belgio e soprattutto per riprendersi i gradi di capitano della Scuderia Ferrari, passati virtualmente sulle spalle di Charles Leclerc dopo l'affermazione della scorsa settimana.

LA GARA PIÙ IMPORTANTE In una sala conferenze gremito, Seb ha iniziato parlando del rinnovo del Gran Premio d'Italia, che sarà ospitato come sempre dall'Autodromo di Monza ufficialmente fino al 2024. "Sono molto contento" - ha esordito il ferrarista - "Voglio dire, non so se sarò ancora qui tra cinque anni ma è giusto che questa pista resti in calendario naturalmente, dunque sono felice che sia stata confermata. Ovviamente non c'è neanche bisogno di menzionare l'importanza di questo GP per la Ferrari. È il più importante dell'anno e deve restare qui. Il ricordo più bello? La vittoria del 2008 è stata molto speciale, le altre due (con la Red Bull n.d.r.) mi hanno fatto contento, ma se dovessi vincere domenica farei contenta molto più gente. Con la Ferrari qui non sono mai salito sul gradino più alto, sono sicuro che questa passione ci accompagnerà per tutto il weekend, i tifosi ci daranno una ella spinta. Speriamo di fare un risultato pesante."

GRANDE GIORNATA Seb è stato tra i protagonisti della grande festa Ferrari di ieri in piazza Duomo a Milano: "È stato molto impegnativo, una festa frenetica" - ha raccontato - "Però è stato incredibile, difficile da descrivere, in un posto iconico e poi con quella marea tutta vestita rosso è stato piu bello di come me lo ricordassi. Non dovrei piu tornare perché non sarà piu così bello. Per noi piloti è stato speciale, ce n’erano tatnti del passato ed è stato un momento molto bello da vivere. Abbiamo chiacchierato tutti insieme ed è stata una gran bella opportunità, e poi tutte quelle auto storiche: è stata una grande giornata."

CHARLES NON SORPRENDE Prima di parlare della gara di domenica però, Sebastian Vettel è tornato su quanto accaduto domenica scorsa e della prima vittoria in carriera in Formula 1 del suo giovane e ingombrante compagno, Charles Leclerc. "Credo che sia positivo che abbia sorpreso molte persone al di fuorì del team, ma noi lo conosciamo bene, ha fatto parte dell'Academy, era chiaro avesse grande potenziale anche dopo il bel debutto in Alfa Romeo. Bello vedere che ha trovato subito il passo per stare con i migliori, è stato un GP molto positivo per lui anche se era distrutto per Anthoine. È stata la sua prima vittoria ma ce ne saranno tante altre, resterà a lungo in Formula 1. Il mio rapporto con lui? Spingiamo nella stessa direzione e questo fa ben a entrambi perché un giorno avremo una macchina che ci consentirà di essere competitivi in tutte le gare."

SICUREZZA Seb ha nominato Hubert, lo sfortunato e giovane pilota transalpino scomparso sabato scorso in Belgio. Non poteva dunque mancare una sua opinione sul tema della sicurezza: "Quello che è successo a Spa... non poteva andare peggio. Sarà esaminato in modo dettagliato com'è giusto che siam ma sono rebbe giusto allo stesso modo tirare conclusioni adesso. Le vie di fuga in ghiaia? Fanno parte del quadro. Io sono un grande fan di Spa ma dopo quanto accaduto dobbiamo esaminare attentamnet e capire come una cosa del genere non si possa ripetere. Purtroppo è stata una serie di concause a portare all'incidente. Tutti noi abbiamo riflettuto su quanto accaduto, ma fa parte dello sport. Di sicuro negli ultimi anni quanto accaduto a Jules (Bianchi) e Anthoine ci ha dato una sveglia, facendoci capire che il nostro è uno sport pericoloso."

CAUTO OTTIMISMO Ma veniamo all'attualità e alle possibilità di Seb di sbloccarsi a un anno dall'ultimo successo datato Spa 2018: "Non posso fare previsioni ma credo che, essendo una pista simile a quella di Spa a livello di assetto, speriamo di essere competitivi come lì. Abbiamo visto la tendenza che in qualifica abbiamo un vantaggio ma in gara i valori si riavvicinano. Sarà fondamentale trovare il bilanciamento per gestire al meglio le gomme, in modo da trovarsi a proprio agio in macchina e poter dire la nostra. La Mercedes è stata nella posizione di vincere ogni gara quest’anno ma speriamo di essere molto veloci questo weekend. Se questa è la migliore opportunità per vincere? Non voglio vederla così, ci sono ancora tante gare davanti e non voglio guardare a fra 10 gare. Sono concentrato su questo weekend, non siamo i chiari favoriti ma ci sono buoni segnali e dobbiamo essere cautamente ottismiti e realisti: il giro secco è solo una cosa e poi c’è però il passo, il meteo, tanti fattori. È una opportunità, è semplice, vogliamo partire davanti e poi vedremo in gara."

SCIA O GOMME? A Monza in passato si sono verificati in qualifica giochi di scia tra compagni per effettuare un giro veloce. Quest'anno Seb non sa se si ripeterà una situazione analoga: "Questo è un circuito dove ci si aspetta un gioco del genere, ma c’è poco che si può fare per prepararsi, dipende dalle tempistiche della sessione. Qui il giro è più corto e forse è possibile fare qualcosa rispetto a Spa. Lo scorso anno faceva la differenza, ma dipende anche dalle gomme: se sarà facile scaldarle o no. Bisogna capire se conviene di piu mandare le gomme nella giusta finestra o se è la scia che dà un vantaggio maggiore."

FORMULA 2021 Infine il futuro: Sebastian Vettel ha dato la sua opinione sulla monoposto 2021 vista in galleria del vento qualche giorno fa. "Non so quanto la macchina 2021 sarà fedele a quelle immagini, perché non ci sono ancora regole certe nel 2021 ed è inutile fare foto ora. Come detto non ci sono regole, né decisioni definitive, ma c'è una grande possibilità di migliorare le cose. Noi come piloti abbiamo illustrato nostre idee, è stata una discussione produttiva, e sono molto lieto che per la prima volta ci è stata chiesta l'opinione. Noi abbiamo spinto per avere cose semplici e battaglie piu ravvicinate in gara. Qualunque sarà il look, sarà secondario: se le gare sono belle, anche le auto diventato belle per gli spettatori. Non so quanto dureranno le regole, il mio contratto finirà l’anno prossimo e tutto dipenderà dalle nuove regole. Lo sport deve posizionarsi meglio ma non è che tutto sia orribile, ogni cambiamento è un'opportunità di fare meglio o peggio, noi speriamo soprattutto meglio."


TAGS: ferrari monza formula 1 sebastian vettel Charles Leclerc f1 2019 GP Italia F1 ItalianGP 2019 GP Italia 2019 Vettel conferenza stampa