Autore:
Salvo Sardina

DISASTRO SEB Ci si aspettava una gara gagliarda dopo lo sgarbo subito ieri in qualifica dal compagno di squadra che lui stesso aveva aiutato a vincere la scorsa settimana in Belgio. E invece, alla fine, Sebastian Vettel è tornato a Maranello con zero punti, con un misero tredicesimo posto e soprattutto con la consapevolezza di aver commesso uno di quei gravi errori che fanno crollare il morale sotto i tacchi. Proprio oggi nel gran giorno di Charles Leclerc, acclamato dalla folla in delirio sotto il podio di Monza, 9 anni dopo l’ultima vittoria Ferrari nella gara di casa.

L’ERRORE Il tedesco ha provato a spiegare il suo avvio di gara, con la posizione persa su Nico Hulkenberg e poi subito dopo recuperata al termine del primo giro: “Sono partito bene ma non potevo andare da nessuna parte e ho perso una posizione, anche se mi sono riaccodato ai primi subito dopo. Poi c’è stato l’errore”. Errore per il quale il quattro volte iridato si è preso tutta la responsabilità: “Ovviamente non sono contento di me stesso, ho sbagliato io. Ho perso il posteriore entrando in curva e dopo l’ho perso ancora di più. A quel punto la gara era totalmente compromessa per quanto mi riguarda. Stroll? Non l’ho visto, ho faticato a ripartire perché si è inserito l’antistallo e quindi mi era impossibile scorgere chi arrivava da sinistra”.

F1 GP Italia 2019, Monza, Sebastian Vettel (Ferrari) si gira alla variante Ascari, riparte e tocca Lance Stroll (Racing Point)

NESSUNA SCORIA Di una cosa però Seb è sicuro: non c’è stata nessuna scoria dello sgarbo del compagno Leclerc nelle qualifiche di ieri. “È stata – ha aggiunto Vettel – una buona giornata per il team ma molto meno per me. Non posso essere contento ma mi piace ancora quello che faccio. È ovvio che quando non fai bene sapendo di avere la possibilità di fare bene, non sei soddisfatto. Ieri? No, niente a che vedere con ieri. Ero di buon umore e con uno spirito positivo, non credo che quanto è accaduto sia stato influenzato in alcun modo dalla vicenda di ieri”.


TAGS: ferrari monza formula 1 vettel f1 gp italia f1 2019 ItalianGP 2019