Autore:
Simone Valtieri

POKER CHARLES Arriva la quarta pole per Charles Leclerc, probabilmente allo stesso tempo la più bella e la più strana della sua carriera. La più bella perché, ovviamente, il ruggito del pubblico di Monza lo ha sentito anche dentro al casco, e siamo sicuri che gli rimarrà dentro, indelebile. La più strana, invece, per ciò che è successo all'ultimo giro, quando tutti cercavano di prendere la scia desiderata, rallentandosi a vicenda. Alla fine Charles, che comunque è stato l'unico con Sainz a non prendere bandiera a scacchi, ha potuto giovare del tempo realizzato nel primo run e prenotare la prima casella di domani per la sua Ferrari numero 16, mentre tutti gli altri sono transitati dopo.

SEB NERO Il rovescio della medaglia è che probabilmente sarà nero il suo compagno di team, Sebastian Vettel, il quale gli ha dato la scia nel primo tentativo, colta al meglio dal monegasco che ha preceduto di una manciata di millesimi sia Hamilton che Bottas, ma non l'ha potuta riprendere da Leclerc per il "casino" finale (parola utilizzata da lui stesso). Questo potrebbe complicare le carte in tavola per il gioco di squadra della Ferrari, che a Monza contava di tingere di rosso tutta la prima fila e che invece sarà inframezzata dalla presenza delle Frecce d'Argento tra la sua pole e il quarto posto del compagno.

ONORE Non appena transitato sul traguardo Charles, intervistato davanti alla trepidante tribuna principale tinta di rosso, ha ringraziato i tifosi in italiano: "Essere in pole davanti a voi è davvero un onore!" - ha gridato al microfono verso i tifosi. "Tutto questo è incredibile, già lo era stato mercoledì a Milano, ma oggi con tutte queste persone è stato davvero fantastico. Sono felice per la pole ma è un peccato che alla fine ci sia stato tutto quel casino."

IL GIOCO DELLE SCIE Il divario sull Mercedes però, rispetto a Spa, appare minimo. Ma la Ferrari sembra essere andata meglio sul passo gara questo venerdì rispetto allo scorso in Belgio, e Leclerc è certo che qui sarà diverso: "Le simulazioni gara sono state buone, se ci siamo riusciti a Spa speriamo di ripeterci domani." "Qui sicuramente abbiamo un passo gara migliore" - ha specificato poco più tardi in conferenza stampa - "Non siamo messi come a Spa, però sarà sicuramente una gara molto difficile perché ci sarà da valutare tutto il gioco delle scie, che su questa pista hanno una grande influenza." Anche in qualifica, come si è visto.


TAGS: ferrari monza formula 1 sebastian vettel lewis hamilton f1 gp italia Charles Leclerc f1 2019 ItalianGP 2019 GP Italia 2019