Autore:
Simone Valtieri

VORREI, MA NON VOGLIO Sembra una di quelle storie d'amore bellissime che, però, non si realizzano. Una di quelle cose da Vorrei ma non posso. Eppure Lewis Hamilton ha più volte ribadito in carriera quanta sia alto il suo apprezzamento per la Ferrari, l'ultima volta ieri nel corso della trafila di interviste programmate nel giovedì del Gran Premio d'Italia a Monza. Ma il britannico è anche un uomo dai grandi valori, e la lealtà è tra le sue virtù migliori. Perciò, in Mercedes da una vita, dopo avere strizzato per l'ennesima volta l'occhio alla rossa, si fa serio e spiega quanto sia importante per lui essere nella casa tedesca.

TENTAZIONE FERRARI "Sin da piccolo sono stato sempre un grande fan della Ferrari, della loro macchina e della passione dei tifosi." - ha dichiarato Hamilton a Sky - "Guardavo la Formula 1 in TV e vivere da qui tutte queste cose in prima persona è sensazionale. Mi piace anche la lingua italiana, forse se trovassi una fidanzata italiana mi potrebbe aiutare..." Dopo aver strizzato l'occhio alla Ferrari però, a domanda diretta circa l'essere tentato di guidare una rossa, Lewis ha risposto: "Non è una questione di essere tentati, credo che si tratti di far parte del piano di gioco."

AMORE ETERNO "Mi hanno chiesto proprio poco fa come mi sentirei se finissi la mia carriera senza avere mai corso per la Ferrari: onestamente, se fai parte di una famiglia ne fai parte per tutta la vita, a condizione che tu rimanga con loro ovviamente" - ha specificato il britannico - "Se si guarda a Stirling Moss o a Fangio (che però corse e vinse anche con la Ferrari n.d.r.) sono ancora entrambi parte della famiglia Mercedes. Fai parte della loro storia e loro si prendono cura di te per il resto della vita. Questo per me è importante, la lealtà. Ma se ci fosse un punto nella mia vita in cui dovessi sentire il bisogno di voler cambiare, allora potrebbe potenzialmente essere un'opzione."

LEWIS L'ITALIANO Tra i tanti temi affrontati nel paddock, Lewis ha parlato ovviamente anche della sua passione per il Belpaese: "L'Italia è uno dei miei Paesi preferiti, ha una storia lunghissima. Recentemente ho visto un documentario sull'Impero Romano. E poi c'è del cibo buonissimo, se vivessi qui farei molta fatica a non ingrassare. Ho mangiato in questi giorni la miglior pasta e il miglior gelato di sempre. Monza è una delle piste iconiche della Formula 1 e l'atmosfera qui è molto speciale. Ci sono tantissimi tifosi e trasmettono un'energia pazzesca. E poi scendi in pista e affronti curve come la Ascari in cui si va velocissimi..."

MAGARI SENZA UN'ALA... Infine le sue aspettative per il weekend, dopo una gara difficile ma migliore delle attese come quella di Spa:"Sapevamo che dopo la pausa ci avrebbe atteso questa dura sfida e sapevamo anche che sia qui che in Belgio dovevamo giocare in difesa. A Spa siamo andati meglio di quanto ci aspettassimo, ma qui sarà ancora più difficile perché ci sono parecchi rettilinei in più. Ho persino chiesto ai tecnici di togliere un pezzo di alettone per andare più forte e poter raggiungere le velocità di punta delle Ferrari - scherza - in ogni caso spero di riuscire a trovare il giusto compromesso in questo fine settimana."


TAGS: ferrari mercedes monza formula 1 lewis hamilton Hamilton f1 gp italia f1 2019 ItalianGP 2019 GP Italia 2019