Autore:
Matteo Larini

HAMILTON SECONDO Il caos finale, che ha impedito a tutti i piloti tranne Leclerc (già in pole dopo il primo tentativo) e Sainz di iniziare il secondo tentativo cronometrato, ha anche tolto alla Mercedes la possibilità di ottenere la pole, sfuggita per un soffio ai due piloti, giunti a meno di 40 e 50 millesimi dal tempo del monegasco della Ferrari. La posizione, comunque, rallegra gli uomini della casa di Stoccarda, che si dimostrano super competitivi anche nella pista più congeniale alla SF90.

GRATITUDINE L'inglese, al termine delle qualifiche, ha subito affermato di sentirsi grato per il risultato ottenuto, che gli permette di lottare per la vittoria domani e che lo vede comunque davanti ad una delle Ferrari, prima di esprimere tutto il suo disappunto per non aver potuto dare l'assalto alla pole nell'ultimo giro: "Sono grato di essere in prima fila, di poter lottare domani con le Ferrari, come team è bello esserci messi tra le Ferrari. L'ultimo giro è stato un po'un anticlimax, deludente perché ci siamo persi l'ultimo giro che doveva essere quello più entusiasmante... è stato pazzesco con queste tempistiche e questo sistema, tutti rallentano per cercare di prendere la posizione migliore e sostanzialmente il tempo finisce, dovevamo fare la pole nel primo tentativo perché poi nel secondo non c'era più tempo".

LOTTA CON FERRARI Interpellato a fornire il suo parere sulla strategia in qualifica delle squadre e dei piloti, Hamilton ha spiegato: "[Mettere in atto quella strategia] è pericoloso nell’out lap, tanti rallentano e non sai chi ti frena davanti, chi ti rallenta, chi è al fianco… è molto rischioso e divertente allo stesso tempo, però noi eravamo dietro alla Ferrari, ci serviva la scia, così come serviva ad altri. Con queste ali la resistenza aerodinamica è maggiore, siamo contenti per la prima fila perché domani possiamo lottare".

BOTTAS TERZO Dopo aver rischiato di non avere nessun tempo cronometrato nella Q3 a causa dell'interruzione causata da Raikkonen nel primo tentativo della Q3, Valtteri Bottas è poi stato classificato terzo, perché è passato sul traguardo nel primo tentativo pochi istanti prima dell'esposizione della bandiera rossa. Il finnico, che poi non è riuscito a completare il secondo giro veloce, è apparso comunque contento dopo le qualifiche: "Ho avuto fortuna nel primo giro, poi purtroppo c'è stata la bandiera nel secondo tentativo, mi è stata sventolata davanti. Un peccato e un bel pasticcio per tutti. Il passo comunque è buono, siamo contenti del risultato ma domani è il giorno che conta. Guidare qui è molto divertente, è sempre un evento che piace a tutti e speriamo che domani ci piaccia di più".


TAGS: scie mercedes f1 qualifiche Hamilton bottas f1 2019 W10 ItalianGP 2019 caos