Autore:
Salvo Sardina

FIATO SOSPESO Una gara intensa, tiratissima sin dalla partenza, con un risultato incerto fin sotto alla bandiera a scacchi. Non c'era modo migliore per la F1 per festeggiare il Gran Premio nel tempio della velocità, specialmente dopo le paradossali qualifiche di ieri. Di sicuro, per il pubblico accorso in massa a Monza, non c'era modo migliore per chiudere la giornata se non con una vittoria della Ferrari. A portarla a casa è stato ancora una volta lui, Charles Leclerc, perfetto nel resistere ai ripetuti attacchi delle Mercedes di Hamilton e Bottas, negli scarichi dal primo all'ultimo giro.

NOVE ANNI DOPO La Ferrari torna dunque sul gradino più alto del podio di casa a nove anni di distanza dall'ultima volta, quando Fernando Alonso, nel 2010, aveva preceduto Jenson Button e Felipe Massa. Charles, seguito da Valtteri Bottas e Lewis Hamilton ha centrato la seconda vittoria consecutiva alla sua maniera, e cioè soffrendo, sgomitando, commettendo qualche imperfezione ma difendendosi con le unghia e con i denti.

DISASTRO VETTEL Leclerc lo ha rifatto ancora e stavolta senza l'aiuto del compagno di squadra. Anzi, lo ha rifatto proprio nella giornata più nera di Sebastian Vettel, ormai scalzato in classifica, nelle gerarchie interne e probabilmente anche nel cuore dei tifosi: il quattro volte campione del mondo ha infatti commesso un grave errore nei primi giri, andando in testacoda alla Variante Ascari prima di rientrare in pista in maniera imprudente. Risultato? Pericoloso contatto con Stroll, ala anteriore danneggiata, Stop & Go di 10 secondi da scontare. E quindi tredicesimo posto finale e morale sotto i tacchi.

BENE LE RENAULT In assenza delle Red Bull e di Vettel, a centrare il quarto e il quinto posto ci hanno pensato le due Renault. Così Daniel Ricciardo è arrivato a un soffio dal regalare il primo podio alla Losanga dal suo ritorno in F1, seguito a ruota dal compagno di box Nico Hulkenberg. Solo sesto (e penalizzato per un taglio di pista) Alexander Albon. Ottavo invece Max Verstappen, protagonista di una bella rimonta dopo essere partito dall'ultima fila e poi costretto a cambiare l'ala anteriore già dopo un contatto al primo giro. Festa italiana anche con Antonio Giovinazzi, nono con l'Alfa Romeo nel Gp di casa. La Formula 1 tornerà in pista fra due settimane a Singapore per la fase finale del campionato che si correrà tutta tra Asia e America.

Pos Pilota Team Distacco Giri
1 Charles Leclerc Ferrari 1:15:26.665 53
2 Valtteri Bottas Mercedes +0.835s 53
3 Lewis Hamilton Mercedes +35.199s 53
4 Daniel Ricciardo Renault +45.515s 53
5 Nico Hulkenberg Renault +58.165s 53
6 Alexander Albon Red Bull-Honda +59.315s 53
7 Sergio Perez Racing Point-Mercedes +73.802s 53
8 Max Verstappen Red Bull-Honda +74.492s 53
9 Antonio Giovinazzi Alfa Romeo-Ferrari 1 giro 52
10 Lando Norris McLaren-Renault 1 giro 52
11 Pierre Gasly Toro Rosso-Honda 1 giro 52
12 Lance Stroll Racing Point-Mercedes 1 giro 52
13 Sebastian Vettel Ferrari 1 giro 52
14 George Russell Williams-Mercedes 1 giro 52
15 Kimi Räikkönen Alfa Romeo-Ferrari 1 giro 52
16 Romain Grosjean Haas-Ferrari 1 giro 52
17 Robert Kubica Williams-Mercedes 2 giri 51
18 Kevin Magnussen Haas-Ferrari Ritirato 43
19 Daniil Kvyat Toro Rosso-Honda Ritirato 29
20 Carlos Sainz McLaren-Renault Ritirato 27

In grassetto il pilota che ha ottenuto il punto extra per il giro più veloce.

Gli orari tv del weekend di Monza | Tutte le info e i risultati del GP Italia 2019 | Classifica piloti e costruttori | Calendario F1 2019

Gran Premio d'Italia 2019 terminato, rivivilo con la nostra cronaca minuto per minuto.

16.40 - Grazie per l'attenzione, cari lettori di MotorBox. Per il momento noi chiudiamo questa diretta, ma ci prepariamo a riportarvi tante news, commenti, dichiarazioni e analisi su questa lunga giornata a Monza. Insomma, restate con noi perché sono in arrivo ancora tanti contributi dal paddock dell'Autodromo Nazionale.

16.37 - La classifica finale del Gran Premio d'Italia 2019:

16.35 - Nella festa italiana (il pubblico già canta "popopopo" sotto il podio) esulta anche l'Alfa Romeo che prende due punti con Antonio Giovinazzi. Nona posizione per il pilota di Martina Franca.

16.33 - Sta per andare in scena la festa del podio, con Leclerc, Bottas e Hamilton (autore del giro più veloce). Amarissima giornata e weekend per Sebastian Vettel, tredicesimo e adesso scavalcato in classifica dal compagno di squadra.

16.31 - "Oggi sei perdonato": così Mattia Binotto via radio, in italiano, dopo il traguardo. Il monegasco ha corso una gara magistrale dopo le polemiche per lo sgambetto in qualifica a Vettel.

16.30 - La Ferrari torna a vincere a Monza dopo 9 anni: l'ultima volta nel 2010 con Alonso.

16.28 - Bandiera a scacchi! Charles Leclerc vince il Gran Premio d'Italia 2019. Seconda vittoria stagionale per la Ferrari e per il monegasco, che ha dovuto soffrire per 53 giri prima di aprirsi in un urlo liberatorio.

16.27 - Inizia l'ultimo giro con Giovinazzi che tira un po' la scia a Leclerc. Per il momento il monegasco è ancora in prima posizione con circa un secondino di margine.

16.26 - Due giri alla fine! Leclerc ha 1.3 di vantaggio su Bottas, che potrebbe avere un nuovo tentativo nel prossimo giro. Intanto Hamilton segna il giro più veloce in 1:21.779.

16.25 - Bottas vicinissimo a Leclerc: il finnico per la prima volta ha il Drs ma va lungo alla Prima Variante. E Toto Wolff fa un gesto di stizza ai box.

16.24 - Si ferma Hamilton: gomme Soft per il britannico della Mercedes. Obiettivo giro più veloce.

16.22 - Intanto Hamilton è crollato nelle prestazioni: il campione del mondo in carica è a 6.3 da Bottas, 7.9 da Leclerc. A questo punto ci aspettiamo che Lewis venga richiamato ai box per montare le gomme fresche e segnare quantomeno il giro più veloce.

16.20 - Ma Valtteri perde ancora qualcosina a causa di una sbavatura alla parabolica. 1.5 secondi tra i due. Sei giri alla fine.

16.18 - Fiato sospeso: Bottas a 1.1 da Leclerc. Via radio incitano il finnico: "Dai, è la tua vittoria".

16.16 - Leclerc continua ad aprirsi in radio per chiedere quanto manca alla fine. 1.4 di gap su Bottas e di giri ne mancano 8.

16.14 - Vettel intanto si ferma ai box per mettere un nuovo treno di gomme Soft. Il tedesco è quindicesimo, ben lontano dalla zona punti.

16.13 - Secondo la grafica della Fom, Valtteri Bottas potrebbe mettersi alle spalle di Leclerc in 3 giri. Ricordiamo che Valtteri si è fermato 8 giri dopo Lewis e quindi ha un passo ben più rapido.

16.12 - Lungo Hamilton in curva-1! Il britannico perde la seconda posizione ai danni di Bottas! Dieci giri al termine.

16.11 - Attenzione perché c'è Bottas a 1.3 da Hamilton. Potrebbe essere il finnico l'ariete del fortino Ferrari?

16.10 - "Non ti muovere in frenata in curva-4, non ti muovere in frenata in curva-4", chiede l'ingegnere di pista a Leclerc. Evidentemente arrivano altre comunicazioni minacciose dai giudici di gara. La risposta è secca: "Non mi muovo!".

16.08 - Lewis è incollato a Leclerc, sa di non avere alcun aiuto dalla Direzione gara e di essere costretto a passare in pista. Però avvisa i box: "Queste gomme si stanno consumando". E in effetti c'è un po' di blistering sulle posteriori.

16.07 - Nessuna investigazione necessaria per quanto accaduto nel giro precedente. Hamilton si lamenta ma via radio i suoi ingegneri ancora lo incitano.

16.06 - La manovra di Leclerc è stato notato dalla Direzione Gara.

16.04 - Errore per Leclerc, lungo in Prima Variante a tagliare sul cordolo. Poi Ancora zig-zag sul rettilineo dei box. Hamilton ancora molto arrabbiato alle sue spalle. Vedremo se la direzione gara prenderà provvedimenti.

16.02 - Intanto Magnussen è andato lunghissimo in curva-1, a tagliare la Prima Variante. Nel frattempo siamo arrivati al giro 35/53.

16.00 - Leclerc anche senza scie né Drs riesce a respingere l'attacco di Hamilton. E infatti Lewis via radio chiede maggiore potenza dal motore. Gara tiratissima!

15.59 - Bandiere verdi e si riparte! Hamilton è incollato a Leclerc con Vettel che sta per essere doppiato.

15.58 - Ne approfittiamo per riportarvi un aggiornamento di classifica quando siamo nel corso del giro 31/53:

15.57 - Virtual Safety Car. Daniil Kvyat ha parcheggiato nelle vie di fuga alla Prima Variante. Un problema tecnico per il russo. Si ferma anche Ricciardo.

15.56 - Inizia il trentesimo giro di gara, con Hamilton in zona Drs ma non in grado di affondare un vero attacco in rettilineo. Unico a non essersi ancora fermato è Ricciardo.

15.55 - Si riparte, con Hamilton negli scarichi di Leclerc. Il britannico ha delle gomme più facili da mandare in temperatura.

15.54 - Virtual Safety Car per rimuovere la monoposto di Sainz.

15.53 - Finisce la gara di Carlos Sainz, che è ripartito con una gomma non correttamente avvitata. Lo spagnolo ha parcheggiato la sua McLaren subito in uscita di pit-lane. Bandiere gialle nel primo settore.

15.50 - Buono l'ultimo giro di Leclerc, che ha guadagnato quattro decimi su Hamilton. Lewis è comunque in zona Drs pronto per rifarsi sotto. Si ferma ai box adesso Bottas per montare un nuovo treno di gomme Medium.

15.48 - Hamilton via radio: "Lui è super veloce nel dritto". Ma intanto Hamilton è sempre negli scarichi del monegasco. I due poco fa hanno scavalcato Hulkenberg e adesso vanno a prendersi la posizione di Ricciardo. Bottas è sempre primo ma non ha il margine per effettuare la sosta e di tornare al comando.

15.47 - Bandiera bianconera per Leclerc: il monegasco è stato ammonito, sarà penalizzato in caso di una nuova manovra del genere.

15.46 - Attacco di Hamilton alla Roggia ma Leclerc lo accompagna leggermente verso l'esterno e costringe Lewis a tagliare. Il britannico è furibondo via radio, convinto che il collega non gli abbia lasciato spazio!

15.43 - Hamilton è molto molto vicino a Leclerc perché le sue gomme Medium sono più performanti in questa fase. Lewis è in zona Drs ma per adesso Charles resiste. Siamo nella fase decisiva della gara, con Bottas che intanto prosegue al comando, seguito da Ricciardo e Hulkenberg.

15.42 - Si ferma anche Leclerc ma monta gomme Hard e non Medium! Scelta gomme differenziata tra Mercedes e Ferrari: Charles è con gomme bianche, Lewis con gialle. Il monegasco mantiene la prima posizione virtuale, mentre Bottas prosegue al comando.

15.41 - Pit-stop per Lewis Hamilton quando siamo nel giro 17/53! Leclerc prosegue e adesso dovrà evitare l'undercut del britannico!

15.40 - 10 secondi di Stop & Go anche per Raikkonen per la vicenda gomme di cui vi avevamo parlato prima. La Direzione gara è scatenata oggi...

15.38 - Cinque secondi di penalità per Albon, colpevole di aver tratto vantaggio tagliando la pista.

15.37 - Hamilton via radio: "Leclerc è più veloce di noi". Per il momento il britannico non riesce a scendere sotto il secondo per aprire il Drs.

15.35 - 15 giri: finta Mercedes ai box, con i meccanici che poi rientrano. E il pubblico fischia! 1.6 di gap tra Leclerc e Hamilton, Bottas a 2 secondi dal compagno.

15.33 - La scure della Direzione gara cala anche su Stroll, vittima dell'errore di Vettel ma poi a sua volta colpevole di essere ritornato in pista in maniera pericolosa: Drive Through per il canadese, che ha rovinato la gara di Gasly.

15.32 - Vettel si ferma subito per scontare il suo Stop&Go. Intanto anche Raikkonen è sotto investigazione per essere partito con le gomme non corrette. Partendo dalla pit-lane, Kimi avrebbe dovuto utilizzare le Soft di ieri in Q2.

15.30 - 10 secondi di Stop & Go per Sebastian Vettel: si tratta della penalità più pesante prima della bandiera nera. Il tedesco avrà tre giri per scontarla.

15.28 - Giro 11/53: Lecelrc conduce con 1 secondo di gap su Hamilton, seguito a 2.4 da Bottas. Ricciardo è quarto ma ha già 13 secondi dal leader.

15.26 - Sta succedendo di tutto: adesso anche Romain Grosjean ha perso la monoposto in uscita dalla Ascari, eseguendo un completo 360°.

15.24 - Vettel si è fermato ai box per montare gomme Hard ed è adesso ultimo e sotto investigazione per la sciocchezza commessa su Stroll. Non vediamo come sia possibile evitare una sanzione.

15.22 - Clamoroso! Vettel è andato in testacoda alla Variante Ascari, creando un parapiglia! Nel tentativo di ripartire il tedesco ha toccato l'incolpevole Lance Stroll, che poi a sua volta ha mandato in ghiaia Gasly!

15.20 - Dunque: Leclerc, Hamilton, Bottas, Vettel, Ricciardo, Hulkenberg, Stroll, Sainz, Giovinazzi e Magnussen nelle prime posizioni. Nessuna investigazione intanto per Albon e Sainz.

15.18 - Ricciardo sorpassa Hulkenberg per la quinta posizione, mentre la Direzione gara ha notato il contatto tra Albon e Sainz. Ad approfittarne è stato Giovinazzi, che è salito in nona posizione.

15.16 - Gran bel sorpasso di Albon su Sainz alla Variante della Roggia, con lo spagnolo che ha poi risposto a Lesmo sportellando il thailandese verso l'esterno.

15.15 - Contatto nelle retrovie per Verstappen, che è rientrato ai box per montare un nuovo treno di gomme e cambiare l'ala anteriore. Intanto Vettel prende la scia di Hulkenberg sul dritto e si riporta in quarta posizione.

15.13 - Si spengono le luci dei semafori e... Parte il Gran Premio d'Italia 2019! Buono il via di Leclerc che comanda seguito da Hamilton e Bottas, mentre Vettel perde la quarta posizione per mano di Hulkenberg alla variante della Roggia.

15.10 - Via al giro di formazione del Gran Premio d'Italia 2019. Tra poco meno di 3 minuti lo spegnimento dei semafori... Tensione alle stelle.

15.08 - La griglia di partenza e la scelta gomme. Solo 10% di rischio pioggia, 20 gradi l'aria, 33 l'asfalto.

15.06 - Parliamo un po' di strategie: di sicuro sarà una gara a una sola sosta, con Pirelli che prevede come la strategia con Soft-Medium sia la più rapida. Leggermente più lenta, invece, la strategia con Soft-Hard.

15.04 - Pochi minuti al via ma intanto c'è un vero e proprio casino in griglia di partenza, con i dj Dimitri Vegas & Like Mike che stanno facendo ballare tutto l'autodromo.

15.00 - La griglia di partenza del Gran Premio d'Italia 2019:

Pos Pilota Team Tempo
1 Charles Leclerc Ferrari 1:19.307
2 Lewis Hamilton Mercedes 1:19.346
3 Valtteri Bottas Mercedes 1:19.354
4 Sebastian Vettel Ferrari 1:19.457
5 Daniel Ricciardo Renault 1:19.839
6 Nico Hulkenberg Renault 1:20.049
7 Carlos Sainz McLaren-Renault 1:20.455
8 Alexander Albon Red Bull-Honda No tempo
9 Lance Stroll Racing Point-Mercedes No tempo
10 Antonio Giovinazzi Alfa Romeo-Ferrari 1:20.517
11 Kevin Magnussen Haas Ferrari 1:20.615
12 Daniil Kvyat Toro Rosso-Honda 1:20.630
13 Romain Grosjean Haas-Ferrari 1:20.784
14 George Russell Williams-Mercedes 1:21.800
15 Robert Kubica Williams-Mercedes 1:22.356
16 Lando Norris* McLaren-Renault 1:21.068
17 Pierre Gasly* Toro Rosso-Honda 1:21.125
18 Sergio Perez* Racing Point-Mercedes 1:21.291
19 Max Verstappen* Red Bull-Honda No tempo
PL Kimi Räikkönen** Alfa Romeo-Ferrari No tempo

*Partenza dal fondo della griglia per sostituzione elementi power unit.
**Partenza dalla pit-lane per sostituzione cambio e power unit in regime di parco chiuso.

14.55 - E questa è anche una bellissima immagine delle nostre Frecce Tricolore sul cielo di Monza. Intanto in tribuna il pubblico intona il mitico "popopopopo" dei mondiali del 2006. Atmosfera caldissima qui all'Autodromo.

14.50 - Sulla griglia di partenza è il momento dell'esecuzione dell'Inno. E questa volta si tratta di una melodia che conosciamo bene, l'Inno di Mameli cantato dal coro di Trecate.

14.45 - Buon pomeriggio a tutti voi, cari lettori di MotorBox! Siamo in diretta dalla sala stampa dell'Autodromo Nazionale di Monza per raccontarvi l'attesissimo Gran Premio d'Italia 2019. Una Ferrari, quella di Charles Leclerc, partirà in pole position davanti alle temibili Mercedes di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas. Quarta posizione per Sebastian Vettel. Chi avrà la meglio in una gara che si preannuncia più incerta che mai? Lo scopriremo insieme, se avrete pazienza e voglia di seguirci in diretta. Tra circa 25 minuti la partenza del giro di formazione, fissato per le 15.10.


TAGS: monza formula 1 f1 gp italia f1 2019 ItalianGP 2019 GP Italia 2019 Live GP Italia F1 Live F1 Monza Live GP Italia 2019