Anteprima

Mercedes Classe C 2014


Avatar Redazionale , il 16/12/13

7 anni fa - La media di Stoccarda volta pagina. Guarda il video

La Mercedes Classe C 2014 volta pagina. Sotto un look moderno e  muscoloso si nasconde una struttura che impiega molto alluminio, mentre altre primizie importanti si annunciano sotto il cofano e sul fronte dei gadget elettronici. Guarda il video

Benvenuto nello Speciale SALONE DI GINEVRA 2014: TUTTE LE NOVITÀ, composto da 100 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario SALONE DI GINEVRA 2014: TUTTE LE NOVITÀ qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

LA PREDESTINATA Dopo essere stata chiacchierata protagonista di spy story e aver fatto qualche apparizione senza veli in rete, la nuova Mercedes Classe C 2014 si presenta ora ufficialmente con un book fotografico degno di una top model. D’altro canto il ruolo di primadonna le spetta d’ufficio, perché le berline della Stella sono da sempre modelli che riscuotono ampi consensi a ogni latitudine e questa nuova generazione ha tutte le carte in regola per diventare un best seller su scala planetaria, oltre che per confermarsi il modello più venduto nella gamma di Stoccarda.

MEZZA TAGLIA IN PIU’ La Mercedes Classe C 2014 ha un’aria più importante della generazione attuale, grazie anche a un sensibile aumento delle dimensioni. La lunghezza cresce infatti di 95 mm (per un totale di 4.686 mm), 80 dei quali dovuti a un allungamento del passo (2.840 mm), che garantisce una migliore abitabilità soprattutto per i passeggeri posteriori. Per mantenere proporzioni equilibrate, le lamiere mettono su qualche centimetro anche in larghezza (+40 mm, 1.810 mm totali).

VEDI ANCHE



UNA FACCIA, UNA RAZZA Dimensioni a parte, la Mercedes Classe C 2014 segna una svolta importante anche dal punto di vista stilistico, quale che sia l’allestimento prescelto, più sportivo o elegante. La sua carrozzeria ha ora forme plastiche e muscolose, che ricordano immediatamente il look delle altre novità più recenti della Casa, dalla Classe A alla GLA, passando per la CLA e la sorella maggiore, la Classe S. A quest’ultima si ispirano anche gli interni, che cercano di trasmettere un’idea di qualità combinando soluzioni classiche, come le bocchette circolari, ad altre più moderne, come il maxischermo centrale, che va da 7 a 8,4 pollici a seconda delle versioni. Quest’ultimo può essere comandato tramite un pratico touchpad sul mobiletto centrale, mentre un’altra primizia tecnologica è l’head up display.

A DIETA Uno sguardo sottopelle rivela come la Mercedes Classe C 2014 sia realizzata attorno a una scocca parzialmente in alluminio (circa il 50%), che pesa circa 70 kg meno di quella vecchia. Tuttavia, il risparmio di peso complessivo a parità di motorizzazione è anche superiore, nell’ordine del quintale, grazie a un lavoro di fino che tocca la quasi totalità dei componenti.

INCOMINCIA DA TRE Tre le motorizzazioni al lancio: il 2.1 turbodiesel della 220 CDI (170 cv, 400 Nm, 8,1 secondi nello 0-100 e 4 l/100 km) e due benzina turbo per la 180 e la 200 (rispettivamente 1.6 da 156 cv e 250 Nm, 8,2 sec e 5 l/100 km e 2.0 da 184 cv e 300 Nm, 7,5 sec. e 5,3 l/100 km). La famiglia delle Classe C 2014 si allargherà poi a macchia… di gasolio, con l’arrivo in primis di un 1.600 turbodiesel declinato in due versioni da 115 e 136 cv e, in seconda battuta, del 2.1 da 204 cv. Sul fronte a benzina è atteso tre le altre cose un V6 da 333 cv ma c’è molta curiosità anche per una versione ibrida che abbina il motore diesel da 204 cv a un’unità elettrica da 27 cv. Quanto all’assetto, la Classe C 2014 dispone di un nuovo avantreno a quattro bracci, mentre in opzione si potranno avere anche sospensioni pneumatiche regolabili, una novità per il segmento.

UNA RICCA EREDITA' In materia di sicurezza, la Classe C 2014 eredita quasi tutti i dispositivi presenti sulle Classe E e S, come l’Attention Assist, che vigila sui colpi di sonno e il Collision Prevention Assist Plus, che frena autonomamente così da evitare un tamponamento e da limitare quantomeno i danni. Non mancano poi nel menù degli optional il Distronic Plus ( ovvero un cruise control adattivo), il sistema di parcheggio automatico e il riconoscimento dei segnali stradali.


Pubblicato da Paolo Sardi, 16/12/2013
Gallery
Salone di Ginevra 2014: tutte le novità
Logo MotorBox