Anteprima

Corvette Stingray 2014


Avatar Redazionale , il 14/01/13

8 anni fa - Arriverà sul mercato la prossima estate

La Corvette Stingray 2014 arriverà sul mercato la prossima estate, spinta da un inedito V8 da 6,2 litri capace di oltre 450 cv. 

Benvenuto nello Speciale SALONE DI GINEVRA 2013, TUTTE LE NOVITÀ, composto da 100 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario SALONE DI GINEVRA 2013, TUTTE LE NOVITÀ qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

REGINETTA Al si là dell’Oceano si è appena sollevato il sipario del Salone di Detroit ma le pretendenti al ruolo di regina del NAIAS sembrano davvero poche. Non sembra infatti che siano molte novità capaci di rivaleggiare con la nuova Corvette Stingray 2014, che sfila sulla passerella più atletica e vistosa che mai. Questione di gusti, certo, ma si fa una maledetta fatica a togliere gli occhi di dosso alla sua carrozzeria affilata, con l’abitacolo arroccato sulle ruote posteriori e il cofano lungo una quaresima

WEIGHT WATCHERS Sotto una pelle fatta anche di carbonio (cofano e pannelli del tetto) e materiali compositi (paraurti e porte, per fare due esempi), si cela un telaio di alluminio che aiuta a non fare salire molto l’ago della bilancia e ad assicurare un buon bilanciamento generale, con una distribuzione dei pesi 50:50 tra asse anteriore e posteriore.

VEDI ANCHE



A TUTTA BIRRA Davvero niente male, specie se si pensa che a spingere la nuova Corvette Stingray 2014 c’è un bel bestione di motore, un nuovo V8 6.2 accreditato di 455 cv e di una coppia di 610 Nm. Quanto basta chiudere la pratica 0-60 miglia orarie in meno quattro secondi. Altri due numeri su cui insistono gli ingegneri sono quelli relativi alla capacità di tenuta, con un’accelerazione laterale in curva superiore a 1 g, e al consumo dichiarato, di circa 9 litri ogni 100 km, un valore notevolissimo per una supercar di questa pasta.

DIAMO I NUMERI Continuando a parlare di cifre, meritano una menzione sono il 2, ovvero i pezzi ereditati dalla generazione precedente e le tipologie di sedili sportivi con telaio in magnesio disponibili, l’8, che corrisponde ai pollici dello schermo sulla plancia, e il 5, quantità di programmi di guida selezionabili dal pilota, a ciascuno dei quali corrisponde un diverso set up dell’elettronica di bordo che governa la macchina. Tra gli altri segni particolari meritano un cenno il cambio a sette marce con sistema Active Rev Matching, che ottimizza il regime del motore in occasione delle cambiate, e le sospensioni a quadrilateri.


Pubblicato da Paolo Sardi, 14/01/2013
Gallery
Salone di Ginevra 2013, tutte le novità
Logo MotorBox