Autore:
Luca Cereda

A CARTE SCOPERTE L’avevamo già vista a nudo, okay. Ma ora per la Bmw Serie 3 GT è giunta l’ora di vuotare il sacco del tutto, aprire le porte per mostrare gli interni e raccontarsi nei suoi più intimi segreti. Per i primi parlano le immagini, il resto ve lo raccontiamo noi: almeno per quanto riguarda le info più salienti, in attesa del debutto in società fissato per il 5 marzo a Ginevra.

SPAZIO, PLEASE Cominciamo dalle misure, che inevitabilmente chiamano un paragone con la Serie 3 Touring. La Bmw Serie 3 GT è più lunga di 20 cm (482 totali), più alta di di 8 cm (150 cm), ma soprattutto ha un passo che, rispetto alla Serie 3 familiare cresce di ben 11 cm. Ci guadagna l’abitabilità, ovvio, forte anche di 7 cm in più di spazio per le gambe offerto ai passeggeri posteriori, e di un bagagliaio – illuminato a LED- dalla capienza di 520 litri, 25 in più della “tre” Touring, fino a un max di 1600 litirI. Della serie: se cercate spazio, venite qui.

SPOILER ATTIVO Lo scoglio da superare sta nello stile: la configurazione GT, sulla serie 5, in Italia non ha sfondato. Vedremo come se la caverà questa Bmw Serie 3 GT, che si gioca la carta dello spoiler attivo: un plus sia stilistico sia aerodinamico che entra in gioco automaticamente a velocità superiori ai 110 km/h, fuoriuscendo da solo, per poi inabissarsi – sempre di sua sponte- quando si scende sotto i 70 km/h. Altrimenti ci pensa il guidatore tramite un apposito pulsantino.

TRE PIU’ DUE Declinata in tre linee di allestimento – Sport, Luxury e Modern- la Bmw Serie 3 GT sarà in vendita da giugno. E quasi da subito (luglio) disporrà del pacchetto M Sport. Al lancio, cinque motorizzazioni, con potenze comprese tra 143 e 306 cv; con due varianti a gasolio, 318d e 320d Gran Turismo, e tre a benzina, 320i, 328i e 335i Gran Turismo. Per tutte c’è un cambio manuale a 6 marce di serie o un automatico a 8 rapporti come optional.


TAGS: bmw serie 3 gt Salone di Ginevra 2013, tutte le novità