Autore:
Paolo Sardi

LA RICETTA TEDESCA Le auto elettriche “pure” potranno forse essere una soluzione per la mobilità, soprattutto urbana, ma solo nel futuro anteriore. Nel futuro prossimo, il modo migliore per viaggiare e rispettare l’ambiente al tempo stesso sarà rappresentato da mezzi ibridi, con un piccolo motore termico abbinato a uno elettrico. E’ questa l’opinione – per molti versi condivisibile - del Gruppo VW, che presenta al Qatar Motor Show il prototipo Volkswagen Formula XL1 come se fosse una specie di manifesto programmatico.

NUMERO UNO Scorrendo tutto il nome, i riflettori sono da puntare sul numero 1, che rappresenta l’ambizioso obiettivo che a Wolfsburg si sono dati tempo addietro in termini di consumi: usare solo un litro di carburante per coprire i canonici 100 km. La missione pare sia stata portata a termine con successo, visto che per la Volkswagen Formula XL1 la Casa dichiara addirittura un dato migliore, con una media di 0,9 litri nel ciclo misto.

FIANCO A FIANCO Per ottenere questo risultato, tra l’altro, la Volkswagen XL1 non deve nemmeno ricorrere a una bizzarra forma a sigaro, con i due posti messi in tandem, come invece aveva fatto la concept L1 del 2009. Qui pilota e passeggero viaggiano fianco a fianco, come sulle auto normali. In ogni caso la macchina è stata oggetto di uno studio aerodinamico certosino, che alla fine porta a un Cx di soli 0,189. Stringatissime (fatta eccezione per la lunghezza) anche le misure: 3,88x1,66x1,15 metri.

DIETA FERREA Nulla è lasciato al caso anche sotto la carrozzeria, dove si trova una leggerissima struttura monoscocca in fibra di carbonio rinforzata con polimeri, l’ormai celebre CFRP. Per costruire questo materiale, tra l’altro, la Volkswagen ha realizzato con i suoi fornitori e brevettato un nuovo sistema di produzione, chiamato aRTM (advanced Resin Transfer Moulding). Risultato? Il peso forma si ferma a quota 795 kg. Che permette, fra le altre cose, prestazioni non esattamente spente: la XL1 copre lo 0-100 in 12,7 secondi, raggiungendo la punta massima di 160 km/h.

COPPIA AFFIATATA Il cuore pulsante della Volkswagen XL1 è un piccolo e quasi astemio turbodiesel TDI bicilindrico da 48 cv, abbinato a un cambio robotizzato a doppia frizione DSG con sette marce. A fargli da spalla c’è un motore elettrico da 27 cv alimentato da batterie agli ioni di litio. Gli accumulatori si ricaricano automaticamente durante le fasi di rallentamento ma la carica si può dare anche con il sistema plug-in, attaccando la macchina a una qualunque presa di rete. E in modalità solo elettrica, con le bielle a riposo, la piccola ibrida promette di percorrere 50 km. Parlando invece di CO2, questa concept ne emette 21 g/km, dimostrando come nel complesso ci sia ancora molto margine per lavorare sui motori termici e sulle ibride prima che si possa pensare di pensionarle a favore dell'elettrico.


TAGS: dsg tdi ginevra ibrido volkswagen formula xl1 Salone di Ginevra 2013, tutte le novità