Prossimamente

Fiat Freemont AWD


Avatar di Luca Cereda , il 01/09/11

10 anni fa - Debutta a Francoforte la versione per l'offroad

Dopo il boom della 4x2, Fiat raddoppia l'offerta con la Freemont AWD, versione a trazione integrale della crossover del Lingotto. Che nel giro di pochi mesi dal via delle vendite è già divenuta un caso...  

Benvenuto nello Speciale SALONE DI FRANCOFORTE 2011: L'ELENCO AGGIORNATO, composto da 100 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario SALONE DI FRANCOFORTE 2011: L'ELENCO AGGIORNATO qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

RADDOPPIO Mentre il problema è rispondere alla domanda, Fiat raddoppia l’offerta (e la trazione) della Freemont, prossima al lancio anche nella versione a trazione integrale per le motorizzazioni 2.0 Multijet da 170 cv e 3.6 benzina da 280 cv. Al salone di Francoforte sarà la volta delle presentazioni ufficiali, poi ad ottobre inizieranno le vendite della Fiat Freemont AWD. Il punto interrogativo resta sui tempi di consegna.

BOOM Se da un lato è plausibile che la Fiat Freemont AWD non avrà lo stesso numero di richieste della versione 2WD, altrettanto vero è che Fiat, in questo momento, è alle prese con un exploit inatteso. Quest’estate, nel giro di un mese dell’apertura dei botteghini, la Freemont aveva infatti già fatto registrare ordini di 3.000 unità superiori alle stime di vendita della Casa, che ne aveva previste solo 13.000 per il 2011; ora la versione 4x4 potrebbe portare un ulteriore impulso alle vendite e mettere in difficoltà la Fiat, che per evitare tempi biblici nelle consegne sta cercando di aumentare la produzione in quel di Toluca, sito messicano dove si fa la Freemont.

VEDI ANCHE



IL CASO Tutto ciò ha già fatto della Freemont un caso. La Casa torinese è tornata a far fronte a una richiesta superiore all’offerta grazie a un semplice re-badge, che però è servito a portare la Dodge Journey (da cui deriva la Freemont) nella rete Fiat, e grazie un prezzo d’attacco goloso (vedi correlate) tali da spingere la clientela nostrana a “scoprire” una vettura di fatto già esistente. Adesso, con l’uscita della versione 4x4, la Freemont proverà a stregare anche quella fetta di clientela che non usa l'auto solo su strada.

A RICHIESTA La trazione integrale della Fiat Freemont AWD viene definita dalla Casa di tipo “on demand”. Ciò significa, sostanzialmente, che è preposta ad agire in modi diversi a seconda delle condizioni del terreno e dello stile di guida di chi sta al volante, ma non richiede né input né controlli: fa tutto l’elettronica, grazie al giunto a controllo elettronico (ECC) e a una centralina che si interfaccia con l’ESP e con il controllo di trazione. Di norma la coppia è trasmessa solo alle ruote anteriori. Se il guidatore richiede più potenza (a prescindere dalle condizioni del fondo), in caso di slittamento delle ruote anteriori, o semplicemente per ottimizzare la dinamica del veicolo a basse velocità, la trazione integrale interviene ripartendo adeguatamente la coppia. Tra i 40 e i 105 km/h, ad esempio, il sistema utilizza la coppia per le ruote posteriori in curva e in accelerazione, per rendere più facile l'evetuale sterzata.

AUTOMATICA, ALL-INCLUSIVE Entrambe le motorizzazioni della Fiat Freemont AWD (2.0 Multijet da 170 cv e 3.6 benzina da 280 cv) avranno in dote un cambio automatico a 6 marce. Con quest’ultima versione il listino della Freemont abbraccia così un nuovo allestimento top di gamma denominato “All Included”, nel quale sono previsti di serie gli interni in pelle, i cerchi in lega da 19’’, il navigatore satellitare touch screen con schermo da 8,4”, la rear-camera e le barre longitudinali cromate.


Pubblicato da Luca Cereda, 01/09/2011
Gallery
Salone di Francoforte 2011: l'elenco aggiornato
Logo MotorBox