Autore:
Luca Cereda

TURBOLENZE Arriva l’Huracan e spazza via la Gallardo, con i suoi dieci anni di storia e i suoi record di vendite (vedi correlate). Tra il nuovo e il vecchio, però, c’è tanta continuità. Sia nello stile sia nei contenuti tecnici, entrambe semplicemente aggiornati, più che rivoluzionati.

MI ILLUMINO DI LED La Lamborghini Huracan – altro nome che fa tremare i toreri, restando nel solco della tradizione – esibisce le linee taglienti già tipiche della Gallardo, qui ancora più affilate. Dalla finestratura alle fiancate, il passaggio di testimone si nota soprattutto osservandola di profilo. Lo sguardo, invece, rimane quello di sempre, illuminato ora da fanaleria a LED.

DODICI POLLICI Un upgrade di tecnologia tocca anche agli interni della Lamborghini Huracan, la cui strumentazione principale è rappresentata da uno schermo TFT da 12,3 pollici che mostra tutte le informazioni necessarie al guidatore, dal contagiri alle mappe del navigatore fino alle funzioni del sistema di infotainment, configurabile ad personam. A pelle Nappa e Alcantara, invece, il compito di impreziosire gli interni, personalizzabili attraverso il catalogo degli optional.

LDF Il motore della nuova baby-Lambo resta un V10 da 5.2 litri, dalla potenza innalzata a 610 cv e la coppia di 560 Nm. Tra le novità tecniche che presenta c’è un nuovo sistema di iniezione diretta, che incide positivamente – dice la Casa di Sant’Agata – sui consumi, scesi a 12,5 l/100 km. Inedita anche la trasmissione LDF (Lamborghini Doppia Frizione), un cambio a 7 rapporti abbinato alla trazione integrale a controllo elettronico.

SI FA IN TRE Capitolo prestazioni. Complice un peso a secco 1422 chili, raggiunto grazie a un telaio ibrido in alluminio e carbonio, e un rapporto peso/potenza di 2,33 kg/cv, la Lamborghini Huracan accelera da 0 a 100 km/h in 3,2 secondi, e da 0 a 200 km/h (ove consentito) in meno di 10”. Si potrà guidare variando alcuni parametri ad uso e consumo del contesto, selezionando, tramite l’apposito selettore, tre differenti modalità: Strada, Sport e Corsa. Nei vari passaggi cambiano le reazioni di motore e cambio, il sound, la trazione integrale e il grado d’intervento dell’ESP.

FIORE A PRIMAVERA Nell’allestimento di serie della Huracan figurano anche i freni carboceramici. Lo sterzo dinamico e le sospensioni e gli ammortizzatori a controllo magnetoreologico, invece, vanno pagate a parte. Il prezzo? Ancora sconosciuto, ma le prime consegne sono già previste per la prossima primavera. Per vederla dal vivo, invece, aspettate il prossimo Salone di Ginevra. A meno che non abbiate l'onore di partecipare a una delle 130 anteprime private che si terranno nei prossimi mesi, prima del Salone. 


TAGS: lamborghini huracan scoop Salone di Ginevra 2014: tutte le novità Pirelli al Salone di Ginevra 2014