Autore:
Simone Valtieri

MONDIALI AL SICURO Dopo i tre schiaffi presi dalla Ferrari a Spa Francorchamps, Monza e Singapore, griffati in due casi Leclerc e nell'altro da entrambi i piloti della rossa, la Mercedes punta a Sochi per riprendersi la leadership morale di questo campionato, visto che quella in classifica c'è già ed è consistente. A sei GP dalla fine, infatti, i 96 punti di margine che ha Hamilton su Verstappen e Leclerc, e i 133 che ha la Mercedes sulla Ferrari sono la garanzia che anche quest'anno i due titoli finiranno nella bacheca della casa di Stoccarda, con Bottas che comunque è secondo in classifica a 65 punti dal compagno.

RIPRENDERSI Ciò nonstante c'è da raddrizzare una seconda parte di campionato che ha preso una piega inattesa, con la Mercedes che non vince dagli scorsi inizi di agosto in Ungheria. A suonare la carica è il team principal Toto Wolff, che dalle colonne del sito ufficiale della scuderia, ha presentato il weekend di Sochi. "Quello di Singapore è stato un fine settimana difficile per noi, abbiamo avuto l'opportunità di vincere la gara, potevamo farlo sia con una qualifica più forte al sabato che con le decisioni del muretto alla domenica, ma non siamo riusciti a farlo per una serie di ragioni."

UMILTÀ E SCETTICISMO "Tutto questo però ci ha ricordato che occorre essere sempre scettici e umili, componenti essenziali dei trionfi delle passate stagioni" - ha proseguito Wolff - "Subito dopo la gara a Singapore abbiamo analizzato cosa è andato storto e faremo tesoro di queste lezioni. I giorni difficili sono quelli che ci rendono più forti, e questa squadra ha dimostrato più volte che può trasformare i punti deboli in punti di forza. Lo faremo di nuovo, a Sochi. Questo non cambia nulla alla nostra forza, le ultime sette gare ci hanno dimostrato che siamo in mezzo a una dura lotta e dobbiamo essere al top in ogni area per salire sul gradino più alto del podio."

FAME RUSSA "Sochi è stato un circuito tra i migliori per noi negli ultimi anni, ma queste statistiche non significano nulla una volta che siamo in pista" - ha infine aggiunto Wolff - "Ci aspettiamo che il prossimo weekend sia ancora impegnativo per noi ma l'interno team è pronto ad affrontare ogni nuova sfida a testa alta. Il circuito presenta curve di diverse tipologie e velocità, un asfalto insolitamente liscio e alcuni lunghi rettilinei, in particolare nella discesa fino a curva 2. Siamo affamati, non vediamo l'ora di arrivare a Sochi e tornare a combattere."


TAGS: mercedes formula 1 sochi Hamilton toto wolff wolff bottas f1 2019 RussianGP 2019 GP Russia 2019 F1 GP Russia 2019