GP Russia, Hamilton 2°: "Le Ferrari sembrano dei jet"
F1 2019

GP Russia 2019, Hamilton 2°: "Le Ferrari sembrano dei jet"


Avatar di Matteo Larini , il 28/09/19

2 anni fa - Seconda posizione per l'inglese della Mercedes alle spalle di Leclerc

Il pilota della Mercedes, con un colpo di reni all'ultimo giro, ha conquistato la prima fila battendo il tedesco Vettel

Benvenuto nello Speciale RUSSIANGP 2019, composto da 35 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario RUSSIANGP 2019 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

HAMILTON SECONDO In una pista che rappresentava la prova del nove per la SF90 rivitalizzata dagli aggiornamenti di Singapore, la Ferrari ha ottenuto una grande prestazione con Charles Leclerc, in pole position davanti all'inglese della Mercedes Lewis Hamilton, secondo grazie ad un giro fantastico proprio all'ultimo respiro. Il britannico ha battuto per sei decimi il compagno di squadra Bottas, solitamente molto veloce a Sochi.

JET FERRARI Il campione del mondo in carica, nelle interviste post-qualifica, è apparso sereno e rilassato, come se sapesse di aver ottenuto forse anche più del massimo possibile: "Questa è stata una sessione di qualifica difficile perché i nostri avversari sono veramente incredibili sui rettilinei, riescono a portare le macchine a un livello esagerato, hanno qualcosa di più rispetto a noi, sembrano dei jet, io ho dato tutto quello che avevo alla fine, il team ha fatto un lavoro grandioso, abbiamo continuato a spingere senza mollare, sono contento che siamo riusciti a mettere insieme tutto alla fine, non mi aspettavo di raggiungere la prima fila, quindi è qualcosa di molto speciale, sono contento di esserci riuscito".

VEDI ANCHE



PARTENZA IN GIALLO La Mercedes, forse consapevole della maggiore competitività della Ferrari in qualifica (ed anche nelle simulazioni di gara, Leclerc è sembrato più veloce della coppia delle Frecce d'argento), ha scelto di qualificarsi in Q2 con le gomme Medium a banda gialla, che potrebbero essere un handicap in partenza ma pagare sulla distanza di gara. Hamilton ha spiegato così la decisione degli strateghi della sua squadra: "Sapevamo che hanno questa potenza in più, abbiamo cercato qualcosa di diverso, nelle ultime gare siamo sempre rimasti dietro dall'inizio alla fine e abbiamo avuto la possibilità di optare per un'altra strategia, il team ha fatto un ottimo lavoro per metterci in questa posizione". L'obiettivo è passare in testa già nel corso del primo giro: " La strada è lunga per la curva 1, non è sempre la cosa migliore partire con la gomma più dura, però cercherò di prendere la scia e magari di superare Charles, se sarà possibile, sarà comunque difficile cercherò di fare una buona partenza".


Pubblicato da Matteo Larini, 28/09/2019
RussianGP 2019
Logo MotorBox