Autore:
Simone Valtieri

DALLE STALLE ALLE STELLE Una vittoria inattesa, figuriamoci una doppietta. Eppure, se la fortuna aiuta gli audaci, ha premiato la perseveranza di Lewis Hamilton e la pazienza di Valtteri Bottas di attendere il momento propizio per tornare in gara. E così, nel Gran Premio di Russia, dalla possibile quarta sconfitta consecutiva, è arrivato il trionfo. Ha fatto tutto la Ferrari, con Vettel ritirato e fermo in pista, che ha causato la VSC utile a Hamilton per balzare al comando. Non bastasse, una sosta in più di Leclerc ha catapultato Bottas in seconda posizione, e così la Ferrari si è ritrovata a stringere tra le mani un pugno di mosche, e la Mercedes tutto il bottino.

VITTORIA PERSA E GUADAGNATA A commentare la giornata ci ha pensato il team principal della Mercedes, Toto Wolff, raggiante dopo il successo su una pista che ha regalato solo primi posti al suo team, sei su sei dal 2014 a oggi. "Fortuna?" - ha esordito il manager austriaco - "Non saprei, ma qualcuno una volta disse che è meglio essere fortunati che lavorare molto. Nel nostro sport la fortuna una volta è contro e l’altra a favore. Oggi la nostra strategia era impostata per andare più lunghi per sperare nella Safety Car ed è arrivata. Per questo ci prendiamo questa importante vittoria. Di solito sono pessimista e ieri abbiamo visto che la Ferrari aveva una macchina velocissima. Per quello credo che loro abbiano perso una vittoria e noi l’abbiamo guadagnata."

IN FERRARI COME IN MERCEDS Le prestazioni in pista però hanno un po' preoccupato Wolff, che ha ammesso di avere tanto lavoro da fare assieme al suo team: "Dobbiamo fare alcune cose e capire dove abbiamo sbagliato: è la cosa più importante. Io ho i miei problemi e Binotto ha i suoi" - ha infine aggiunto Toto parlando delle beghe interne alla Ferrari tra i due piloti - "Noi sappiamo qual è la situazione, funziona anche per noi con Valtteri, sono tutti piloti che possono vincere gare e campionato, come già accadeva ai tempi di Nico. È normale in una squadra che si gioca il titolo, cercare di gestire e capire queste situazioni. Se c'è più armonia da noi che in Ferrari? Non credo, è la stessa situazione. Si deve gestire una rivalità tra piloti, da loro come da noi".


TAGS: ferrari mercedes formula 1 vettel valtteri bottas lewis hamilton toto wolff leclerc f1 2019 RussianGP 2019 GP Russia 2019 F1 GP Russia 2019