Autore:
Matteo Larini

LECLERC TERZO Partito dalla pole position in una pista in cui forse non è così d'aiuto come in altri circuiti, Charles Leclerc ha concluso il Gran Premio di Russia sul podio alle spalle delle due Mercedes, passate davanti al monegasco in occasione della VSC dovuta al ritiro di Sebastian Vettel, che ha improvvisamente perso la parte ibrida della sua power-unit, subendo anche un problema di sicurezza relativo all'isolamento dell'ibrido.

LOTTA INTERNA Nei primi giri della gara, la Ferrari aveva chiesto a Vettel di far ripassare Leclerc, che gli aveva concesso la scia alla partenza. Raccontando la sua gara nelle interviste di rito, il monegasco Leclerc ha parlato di questo episodio: "Dobbiamo parlare nel team, ma la strategia era dargli la scia per essere davanti alle Mercedes alla fine del rettilineo, il che è successo, ma devo parlare col team per chiarire meglio la situazione. Il nostro passo è stato abbastanza costante ma è un peccato per il team che la seconda macchina non sia arrivato al traguardo qui".

PASSO BUONO Il passo della Ferrari, nonostante il risultato sotto le aspettative, non era affatto negativo, e questo Leclerc lo riconosce, anche se Mercedes resta fortissima: "Una gara positiva da parte nostra, la Mercedes continua ad essere molto veloce sul passo gara, molto più rispetto alla qualifica, dobbiamo lavorare su questo per migliorare nelle prossime gare. Abbiamo lavorato bene, avevamo il passo per battere Valtteri, ma appena mi avvicinavo ad un secondo, tutto si surriscaldava ed era molto difficile per noi. Il terzo posto era il massimo che potessimo ottenere dopo il pit-stop".

NO POLEMICA Interpellato dai colleghi di Sky ad esprimersi sul mancato scambio di posizioni dopo il via, Leclerc ha ammesso che si aspettava di tornare davanti: "Mi aspettavo che mi ridesse la posizione, perchè ho fatto due giri spingendo dietro di lui, le gomme si sono surriscaldate e ho perso un po' di tempo. Penso che il team lo abbia capito e col pit-stop sono ripassato davanti, dopo è solo un peccato che ci sia stato il problema da parte sua, perché la Mercedes ha fatto un pit molto più veloce con la Safety Car. Voglio solo capire perché non abbiamo fatto lo scambio all'inizio, non ci sono problemi, la squadra poi l'ha fatto dopo quindi nessun problema".

STRATEGIA OK Infine, il ferrarista ha cercato di vedere il bicchiere mezzo pieno, ricordando che la performance c'era e che la squadra ha fatto tutto bene a livello strategico: "Penso che abbiamo fatto la strategia giusta, non potevamo sapere della Virtual Safety Car. La performance era positiva, quello è sempre buono, sicuramente è un peccato per il risultato: negli ultimi weekend abbiamo dimostrato che abbiamo fatto un ottimo lavoro, sicuramente oggi non è andata nella nostra direzione, succede talvolta in un anno e non c'è niente che potessimo prevedere".


TAGS: ferrari vettel f1 gp russia leclerc f1 2019 SF90 RussianGP 2019 GP Russia 2019