RISVEGLIO FERRARI Neanche il tempo di godersi la doppietta di Singapore - il terzo successo consecutivo di una Ferrari che sembra aver giovato della pausa estiva, ritrovando successi e concretezze - che è già il momento per la casa del Cavallino di pensare a Sochi, dove andrà in scena domenica il Gran Premio di Russia, nuovo atto della sfida tra Sebastian Vettel e Charles Leclerc, nonché ennesimo tentativo della Ferrari di assaltare il trono Mercedes.

BANCO DI PROVA Sarà dura però a Sochi ripetersi per i rossi. Ci sarà qualche lungo rettilineo a dare una mano alla Ferrari, vincente a Spa e Monza proprio grazie alla superiore potenza del motore, ma non ci sarà il gran caldo di Singapore e, anzi, potrebbe anche arrivare il maltempo a guastare i programmi di Maranello. Con la pioggia, infatti, Mercedes e Red Bull - i team con caratteristiche di deportanza maggiori - sembrano favoriti, sebbene non si possano ignorare i passi avanti fatti dalla Ferrari sul tema a Singapore.

TEST PER GLI UPGRADE Il team principal Mattia Binotto ha introdotto all'appuntamento russo, parlando sul sito internet ufficiale della Scuderia: "Dopo le vittorie in queste ultime tre gare siamo desiderosi di andare in Russia, su una pista che è ancora una volta diversa, per capire e verificare come si comporteranno i nostri ultimi sviluppi." - ha infatti spiegato il team principal di Maranello.

METEO INCERTO "Sochi ha tra le sue caratteristiche i lunghi rettilinei e un asfalto molto liscio, sul quale ancora una volta saper sfruttare al meglio le gomme non è scontato e che richiede set up e configurazioni aerodinamiche molto diversi da quelli di Singapore." - ha aggiunto Binotto - "Sono anche previste condizioni meteo variabili, quindi sarà importante essere pronti a ogni evenienza. A maggior ragione avere un buon bilanciamento della vettura potrà risultare determinante.


TAGS: ferrari formula 1 vettel sochi mattia binotto leclerc f1 2019 RussianGP 2019 GP Russia 2019 F1 GP Russia 2019