Autore:
Simone Valtieri

DOPPIETTA INATTESA Un Mattia Binotto tanto spontaneo nella sua incredulità al punto di ammettere che la Ferrari oggi non aveva il miglior passo, fatto smentito dalla pista. Il team principal è apparso quasi sorpreso della doppietta ottenuta dai suoi piloti al Gran Premio di Singapore e prima di chiarire le cose in famiglia con un Charles Leclerc scontento per aver perso a causa della strategia più vantaggiosa per Sebastian Vettel, si è presentato davanti ai microfoni di Sky per parlare dello storico trionfo. Mai nessun team aveva infatti realizzato una doppietta a Singapore, come ammette candidamente di non sapere il numero 1 della rossa.

STRATEGIA OKAY "Questo non lo sapevo" - ha esordito ai microfoni dell'emittente satellitare - "È stata una bella doppietta. Sono contentissimo per la squadra perché è una pista non facile, probabilmente oggi non eravamo neanche i più veloci, però siamo riusciti, anche come strategia, credo, a mettere in difficoltà gli altri, a porci davanti e a rimanerci. Le difficoltà non sono mancate, magari da dietro gli schermi non si vedono tutte, ma la gestione dell’intera gara non è stata facile. Sono molto contento."

F1 GP Singapore 2019, Sebastian Vettel (Ferrari)

VITTORIA DI SQUADRA Un'altra chiave del successo della Ferrari però è stato il duro lavoro del team negli scorsi mesi: "Sono contento perché è veramente una vittoria di tutta la squadra" - ha proseugito Binotto - "Una vittoria di Vettel e di Leclerc, ma anche del muretto con le strategie, e con la gestione per tenerli calmi, prima e subito dopo, non è tanto scontato. Abbiamo sentito in radio Leclerc più di una volta essere rimasto sorpreso dal sorpasso di Vettel, però, credo che sia abbiamo fatto la scelta giusta. In quel momento sapevamo che Verstappen era pronto a fermarsi, dovevamo proteggere la posizione di Vettel, non solo. Per Vettel era l’unica opportunità per provare a superare Hamilton, e in più, se non avessimo fermato in quel momento Vettel poi, forse, anche al giro dopo la squadra non sarebbe stata pronta ad accogliere Leclerc. Quindi, dovevamo liberare ogni ingombro per Leclerc, dovevamo tentare qualcosa con Vettel. Poi, lui è stato bravissimo nel suo giro d’uscita. Anche queste sono le gare."

F1 GP Singapore 2019, Marina Bay, Charles Leclerc e Sebastian Vettel (Ferrari)

ERRORI ZERO Mattia Binotto non si prende meriti per la tripletta di successi Ferrari, ma spiega di cosa sono frutto queste affermazioni: "Il lavoro è iniziato da tanto, non da poco, già a inizio anno e ancor prima. È un progetto che parte da molto lontano. Credo che all’inizio dell’anno non abbiamo raccolto quello che dovevamo. Forse, adesso stiamo raccogliendo anche oltre le aspettative, anche se nel bilancio sono convinto che siamo ancora in debito, per quello che è il valore di questa vettura e di questa squadra. Sì, sono tre gare che come squadra stiamo lavorando molto bene, non commettiamo errori, cosa che avevamo fatto in precedenza. Quando le cose filano tutte lisce, arrivano questi bellissimi risultati."

F1 GP Singapore 2019, Marina Bay, Charles Leclerc (Ferrari)

SEB & CHARLES Infine Binotto torna a parlare dei suoi piloti, di cosa dirà a Charles e di quanto conta questa vittoria per Seb. "È giusto che lui (Leclerc) sia così, è giusto che lui voglia spiegazioni. Chiaramente a volte ci sono delle condizioni per cui il muretto non ha sempre la visione d’insieme. Con lui capiremo e gestiremo il perché delle scelte, ma credo di averle già spiegate e che siano abbastanza scontate. Per Seb questa vittoria è fondamentale, fondamentale dimostrare che sa essere veloce in gara, sa gestire le gare e questa è la sua forza. Oggi l’ha fatto in modo perfetto, ha vinto, meritato, contento per lui. Da domani si pensa alla Russia, abbiamo già visto il meteo, c’è della pioggia. Insomma, siamo già focalizzati."


TAGS: ferrari formula 1 sebastian vettel scuderia ferrari Charles Leclerc mattia binotto f1 2019 SingaporeGP 2019 F1 GP Singapore 2019 GP Singapore 2019